“Anche sogliono essere odiatissimi i buoni e i generosi perchè ordinariamente sono sinceri, e chiamano le cose coi loro nomi. Colpa non perdonata dal genere umano, il quale non odia mai tanto chi fa male, né il male stesso, quanto chi lo nomina. In modo che più volte, mentre chi fa male ottiene ricchezze, onori e potenza, chi lo nomina è strascinato in sui patiboli, essendo gli uomini prontissimi a sofferire o dagli altri o dal cielo qualunque cosa, purché in parole ne sieno salvi”

Giacomo Leopardi

Grazie

Di | Blog | 3 commenti |

di Antonietta Gatti   In questi giorni ho ricevuto tanti messaggi d’auguri. Alcuni inaspettati, tutti graditi. Quelli che mi hanno emozionato di più, però, sono stati quelli dei soldati, e, tra loro, quelli di chi, con la malignità che purtroppo avvelena il cuore di qualcuno, era stato spacciato incomprensibilmente per un mio “nemico”. Non posso certo pretendere

Leggi di più

Il classico pacco?

Di | Archivio, Blog | Non ci sono commenti |

In questo curioso stivale che noi ci ostiniamo con caparbio patriottismo a gabellare per una nazione europea, ognuno pensa di vivere una situazione eccezionale in un proprio ambiente che sarà terribile sì, ma che è, appunto, eccezionale. E invece non è così: l’Italia è un collage di situazioni più o meno in fotocopia dove l’ambiente è insultato giornalmente e con aggressività crescente. Parrà strano ai non addetti ai lavori, ma inquinare rende. Rende perché c’è chi è disposto a bersi che la cosiddetta emergenza rifiuti è risolvibile solo costruendo inceneritori:…

Leggi di più

Il terrorismo della verità

Di | Archivio, Blog | Non ci sono commenti |

Ma siamo proprio sicuri di sapere che cos’è il terrorismo?I terroristi sono quelli che mettono le bombe o quelli che le bombe cercano di disinnescarle? Chi, come me, fosse costretto a frequentare sedi istituzionali e ad incrociarsi con chi fa della politica “un mestiere come un altro”, forse si ritroverebbe con le idee confuse. Sì, perché non è raro che quando io dimostro dati alla mano, appunto in quelle sedi, che incenerire i rifiuti è non soltanto una truffa ai danni delle tasche dei contribuenti ma è pure un attentato…

Leggi di più

Cosa c’entra Dio?

Di | Archivio, Blog | Non ci sono commenti |

Diciamoci la verità: neanche Gesù vedeva di buon occhio i preti. Leggendo i Vangeli canonici, anche se non in maniera estremamente approfondita, ci si accorge quasi subito che, fra le tante categorie di peccatori, quelli che proprio non andavano giù al Signore, erano gli ipocriti. Sì, è vero, si è molto arrabbiato anche con i mercanti ma solo perchè stavano nel Tempio; se fossero stati fuori, non avrebbero certo suscitato le sue ire. Gli ipocriti dunque e, guarda caso, i farisei, a ragione paragonati a sepolcri imbiancati, erano i preti…

Leggi di più

Liberi di essere schiavi

Di | Archivio, Blog | Non ci sono commenti |

Il nostro è stato definito da più parti “un paese semilibero”. Pur apprezzando l’ottimismo di tale definizione, non credo di poterla sottoscrivere. Ci sono tanti modi per limitare la libertà e una di quella è manipolare l’informazione. Un modo poco vistoso, quanto mai efficace e, tutto sommato, anche non troppo costoso per fare gl’interessi di chi comanda a scapito di quelli comuni. Quando il 31 marzo 2006 l’Enel fu condannata in sede penale per disastro ambientale dal tribunale di Adria (il testo della sentenza è reperibile su http://www.nanodiagnostics.it/SentenzaAdria.aspx), i media…

Leggi di più

Ragli politici

Di | Archivio, Blog | Non ci sono commenti |

Venerdì pomeriggio, 9 febbraio, ero a Roma, alla sede della Regione Lazio, invitato a tenere un dibattito con tale Di Carlo, consigliere regionale e fiero sostenitore dell’incenerimento come soluzione indiscutibile del problema rifiuti. Il Di Carlo, autopresentatosi come chimico, mi era stato descritto come espertissimo della materia e come “osso duro”, forte di argomentazioni difficili da smantellare. Presenti al dibattito, cui ha partecipato pure Beppe Grillo, erano numerose TV, alcune a carattere nazionale, radio e testate giornalistiche, oltre a Maurizio Pallante, consulente per l’energia del Ministro per l’Ambiente, l’on. Peppe…

Leggi di più

Lo Stato siamo noi

Di | Archivio, Blog | Non ci sono commenti |

Non c’entra niente con l’inquinamento dell’aria, dell’acqua o del cibo, ma c’entra molto con quello della nostra vita in comune. Io non so quali siano le leggi che regolano la questione. Magari ce ne sono mille, ognuna leggermente diversa dall’altra e messe tutte lì, a disposizione di chi vuole scegliersi quella che gli fa più comodo. Però nessuna legge potrà mai sostituire il senso di giustizia, e non si tratta affatto della stessa cosa. E agire in base a non importa quale legge non potrà mai sostituire l’azione secondo buon…

Leggi di più

Chi le spara più grosse?

Di | Archivio, Blog | Non ci sono commenti |

Qualche mese fa partecipai ad uno spettacolo di Beppe Grillo tenuto a pochi passi dal famoso inceneritore di Brescia. “Termovalorizzatore”, anzi. Con me c’era anche Maurizio Pallante, esperto di energia e consulente del ministro dell’ambiente. In prima fila sedeva il prof. Corsini, sindaco della città e rappresentante della maggioranza azionaria dell’ASM, proprietaria dell’impianto, e il poveretto si beccò da Pallante una pesantissima reprimenda a causa delle idiozie, per di più costosissime, che, a suo dire, infarciscono tutta la vicenda del “termovalorizzatore” e la sua, sempre a detta di Pallante, scellerata…

Leggi di più

Scienziati in saldo

Di | Archivio, Blog | Non ci sono commenti |

A tumulazione abbondantemente avvenuta (24 luglio 2005), si scrive che sir Richard Doll dell’Imperial Cancer Research Fund di Oxford si vendeva. 1.500 Dollari per giornata “lavorativa” sarebbero i trenta denari che costituivano il prezzo della sua anima, almeno secondo Sarah Boseley,  giornalista del Guardian, che l’8 dicembre scorso dichiarava di aver visto il contratto che legava Doll alla Monsanto, produttrice, tra l’altro, di erbicidi, e che ebbe vigore tra il maggio ’79 e il maggio ’86. (http://www.gmwatch.org/archive2.asp?arcid=7378). Lo scienziato, un epidemiologo, insospettabile monumento degli anni dal dopoguerra in poi, si…

Leggi di più

FAP ovvero i filtri dell’aria fritta

Di | Archivio, Blog | Non ci sono commenti |

Mentre la scienza viaggia alla velocità di Valentino Rossi, la legge viaggia ancora a dorso di mulo. Così, per valutare quanto inquinamento particolato ci stia nell’aria, noi siamo ancora a pesare quante particellone ci siano in un metro cubo di atmosfera. Queste particellone sono quelle che incidono proporzionalmente di più nella misura in massa del cosiddetto PM10 ma, nei fatti, sono quelle più innocenti se le consideriamo dal punto di vista della loro nocività. O meno colpevoli, se volete. E’ ormai fuori discussione che più la particella è piccola, più…

Leggi di più