“Anche sogliono essere odiatissimi i buoni e i generosi perchè ordinariamente sono sinceri, e chiamano le cose coi loro nomi. Colpa non perdonata dal genere umano, il quale non odia mai tanto chi fa male, né il male stesso, quanto chi lo nomina. In modo che più volte, mentre chi fa male ottiene ricchezze, onori e potenza, chi lo nomina è strascinato in sui patiboli, essendo gli uomini prontissimi a sofferire o dagli altri o dal cielo qualunque cosa, purché in parole ne sieno salvi”

Giacomo Leopardi

Un ingenuo gioco di prestigio

Di | Archivio, Blog | Non ci sono commenti |

 Lascia veramente perplessi la velocità e la veemenza della risposta del dr. Minach, dell’Appa, alla relazione di Montanari. Ad una relazione scientifica (validata da letteratura nazionale, internazionale e da studi europei) ad affermazioni generali sul pericolo degli inceneritori e sul tema delle nanoparticelle, si risponde, a luci spente, quando il tecnico se n’è andato, e quindi sfuggendo un qualsiasi confronto, al quale il dr. Minach e tutti i tecnici dell’ Appa erano stati invitati. Si risponde ad una relazione scientifica, non contestandone il merito e proponendo altri dati o letteratura,…

Leggi di più

Dio si è sbagliato

Di | Archivio, Blog | Non ci sono commenti |

 Dio si è sbagliato. Questa è la posizione della stragrande maggioranza degli uomini politici nazionali e pure vaticana. Quando qualcuno, che chiameremo senza impegno e per comodità Dio, creò l’universo, fu giocoforza impartire delle regole, se non altro per non farne un’Italia all’infinito, e se non altro poiché in quel momento ci stava solo lui, le regole se le inventò in solitudine e non le discusse con nessuno. Fu così che saltò fuori una legge che prescrive all’energia di non poter essere né creata né distrutta, e da lì, ai…

Leggi di più

Asino presuntuoso

Di | Archivio, Blog | Non ci sono commenti |

 In questo mondo nuovo in cui la comunicazione è ormai una valanga rovesciata da palcoscenici sempre più numerosi e facilmente accessibili, è difficile separare l’utile dall’inutile, il vero dal falso: il grano dal loglio, insomma. Tutto, verità compresa, vive quanto un lampo nella padella, direbbero gl’inglesi, e si confonde in un vociare assordante in cui ogni mercante chiama a sé quello che spera diventerà un cliente. A questo chiasso contribuiscono anche le tantissime confessioni religiose ormai globalizzate, esprimendosi su tutto, a rischio di esulare completamente dal loro ambito e facendo …

Leggi di più