Numero di visite:: 8309

Mi pento e mi dolgo di essermi interessato di vaccini e vi prego di dimenticare tutto ciò che ho detto e scritto.

Palesemente inesperto del mondo, io ero convinto che, mostrando una pecca gravissima di un tipo di farmaco quanto mai diffuso potessi dare una mano ad eliminarla. In fondo – pensavo – i problemi si risolvono

partendo dalla loro conoscenza.

Ciò di cui non mi ero reso conto è che i vaccini non sono un farmaco come una altro: sono un atto di fede che, come tutti gli atti di fede, non solo non hanno bisogno di dimostrazioni bastando la semplice prova ontologica alla San’Anselmo, ma scatenano atti di pura violenza come accade per tutte le religioni malintese.

Io ho reso pubblici per anni i dati delle analisi che abbiamo svolto in laboratorio, li ho portati due volte alla conoscenza dei Carabinieri del NAS e una volta è stata proprio una Procura a chiederci analisi. L’Istituto superiore di sanità ne è al corrente da anni e così il Ministero della salute. Con mia moglie ho perfino pubblicato un libricino (Vaccini: Sì o No?) dedicato a tutti con tanto di foto al microscopio elettronico e spettri di spettroscopia a dispersione d’energia. Ma fino ad ora non era successo assolutamente nulla, se si valutano nulla le violenze che continuiamo a subire, finalizzate a bloccare la nostra ricerca, e non solo nel campo dei vaccini. Semplificando: se non la smetti di ficcare il naso nei vaccini, avrai di che pentirti.

Se finora non era successo (quasi) niente, è stata la pubblicazione di New Quality-Control Investigations on Vaccines: Micro- and Nanocontamination (http://medcraveonline.com/IJVV/IJVV-04-00072.pdf) a scatenare un vero e proprio pandemonio a livello mondiale.

Ora siamo subissati di mail di ogni provenienza di personaggi che hanno letteralmente perso la testa e che, spaesati, non sanno come difendere la loro posizione di vaccinisti a oltranza. Da lì le accuse più ingenue e stravaganti. La principale è che il giornale che ha pubblicato l’articolo non è di gradimento del salottino. Insomma, non è il contenuto ma il contenitore a non andare a genio. È evidente che attacchi del genere fanno solo sorridere. Anzi, farebbero sorridere se solo non arrivassero ad intasare la casella di posta.

Un'altra accusa è quella di non aver pubblicato nell’articolo, se non a grandi linee, tutti i passaggi del metodo di analisi. Questo è stato fatto numerose volte sia in testi nostri sia in testi altrui e, dunque, è cosa nota da anni. Avessimo dovuto ripeterlo nell’articolo, avremmo occupato uno spazio più esteso di quello dedicato ai dati importanti. Comunque, chi vuole prendersi il disturbo di leggere, troverà tutto pubblicato nei particolari.

Tra le tante accuse divertenti, quella che arriva ora è da podio: è ovvio che, se il solvente del vaccino è allontanato, si formano particelle. Insomma, secondo il genio di turno, basta togliere l’acqua e, in un fiat, si formano pezzi di acciaio, di piombo, di tungsteno, di titanio, di bismuto e delle leghe più fantasiose. Di questo occorrerebbe informare le acciaierie e, comunque, tutte le industrie siderurgiche: basta mettere le sostanze nell’acqua, lasciare che questa evapori e, voilà, il gioco è fatto senza spendere quattrini negli altiforni. Come mai, poi, quegli elementi si trovavano nel vaccino, particelle o no, il genio non ce lo svela.

Ma basta: mi fermo qui. L’ho detto all’esordio: mi pento di aver rivolto la mia attenzione ai vaccini. Non credevo che al mondo esistesse una concentrazione così enormemente prevalente d’imbecilli e, in misura minore ma non per importanza, di corrotti, e io non ho altre armi se non quella dell’evidenza.

Sia chiaro: per quanto mi riguarda, potete tranquillamente passare la vostra giornata a vaccinarvi contro qualunque malattia. A me non viene in tasca niente in ogni caso. Anzi, avendo rivelato che cosa c’è nei vaccini ricavo solo scocciature e perdite di tempo. Dunque, vi prego, accettate la mia resa e, magari, piantatela anche di massacrarmi di mail in cui mi chiedete se dovete vaccinare o no il canarino, il pesce rosso o vostro figlio. A me non interessa un fico secco. Fate ciò che vi pare e lasciatemi in pace.

Commenti  

 
#26 Informare e coinvolgeregiulio 2017-02-14 21:48
Mia nipotina ha quasi tre anni e non è stata vaccinata e non intendiamo farlo non perchè contrari ai vaccini quanto a conoscenza degli inquinanti in essi contenuti. In famiglia abbiamo letto i suoi libri. Penso che come noi ci siano tante persone che hanno aperto gli occhi e vogliono agire, altre che ancora non sanno. Come lei ha detto però, da soli non si fa niente. Cosa puo' fare di più un familiare se non informare e coinvolgere i conoscenti ,amici ecc.. Terremo a casa la bimba dall'asilo se non accettata.
Saremmo disposti anche a manifestare in qualsiasi piazza in modo che anche la "sanità" e la "politica " possano ancora fare finta di non sapere.
Grazie dott. Montanari per cio' che fa.
Giulio

RISPOSTA

Non ci sono possibilità altre che di renderci indipendenti nella ricerca ma, per farlo, occorrono tantissimi quattrini: gli emolumenti di forse anche tre settimane di un bravo calciatore. Quindi, noi togliamo il disturbo. Intanto, se ne ha voglia, legga https://autismovaccini.org/2017/02/14/germania-analizzate-16-fiale-di-vaccini-tutte-inquinate/
 
 
#25 Non si fermiMatteo 2017-02-11 15:59
Dottore non si fermi, lei è il nostro braccio...

RISPOSTA

Da solo contro il mondo è ingenuamente romantico ma non funziona. Dopo avermi tolto lo strumento di lavoro, ora la macchina del fango è entrata in funzione ad un ritmo mai visto prima. Molto meglio il pallettone di lupara tra le scapole della Mafia onesta.
 
 
+1 #24 PROTESTIAMOanna 2017-02-11 14:36
Per protestare

rettore università urbino prof. Wilberto Stocchi

rettore@uniurb.it

direzione ospedali marche nord

direzione@osped alimarchenord.it


FACCIAMOCI TUTTI SENTIRE!!!!!
FORZA DIFENDIAMO IL DOTT MONTANARI
 
 
#23 non si fermiG.L. Forno 2017-02-10 22:37
Non si fermi Dottore!!!
Controlli al più presto quanti più iniettabili possibili.
Troverei molto strano che Bigfarma si limitasse ad inquinarci solo con i vaccini...

RISPOSTA

E, invece, mi fermo. Non ho più i mezzi per continuare e sono sotto minaccia. Della mia vita non m'importa ma delle mie ricerche sulle leucemie e su altroi cancri, sì.
Se io avessi avuto l'appoggio fattivo di tutti coloro che negli ulti 15 o 20 anni mi hanno chiesto aiuto, ora saremmo in condizioni MOLTO diverse. Se abbiamo perso è perché da soli e con le scarpe di cartone non si va da nessuna parte.
 
 
#22 GrazieKatia 2017-02-09 18:18
Grazie per tutto il tempo e l'impegno che sta spendendo per questa causa e che spero, nonostante la rabbia e la rassegnazione che traspare dalle sue parole, continui.
Io faccio parte di quei genitori che hanno deciso di non vaccinare il proprio figlio e le sue informazioni sono state preziose per prendere una decisione in merito. Siamo sempre di più e molto spesso un piccolo esercito che difende le proprie idee senza clamore. In silenzio seguiamo le sue battaglie, in silenzio ci affidiamo alle sue parole, in silenzio la stimiamo e siamo fieri di lei. Ma ora é giunto il momento di farci sentire, vogliono screditarci, toglierci qualsiasi libertà, compresa quella di poter decidere per i NOSTRI figli.
Spero voglia continuare al nostro fianco per poter lasciare ai nostri figli un mondo migliore. Le invio tutta la mia stima
 
 
#21 DamianoErnesto 2017-02-09 17:59
L'ho letto anche io. Per tua informazione Burioni ha citato nel suo post Gobbi che, voglio dire, di microscopi se ne intende abbastanza, ed è anche coautore di uno studio che ha dimostrato la presenza di nanoparticelle nel sangue in persone sane (come scritto nel post). Prima di commentare bisognerebbe ragionare ma, comunque, vedremo la risposta di Montanari.
 
 
#20 Non può mollare proprio ora.Damiano 2017-02-09 16:24
Anche il BURLONI è diventato esperto di nanoparticelle!

https://www.facebook.com/robertoburioniMD/posts/2236848369873667:0
 
 
#19 GrazieTiziana 2017-02-09 14:36
Anch'io vorrei ringraziarla per il suo lavoro e la stimo. Riguardo alle motivazioni per cui la gente comune non accetta la verità sui vaccini a volte penso che se avessi sottoposto i miei figli alle vaccinazioni sarebbe stato inaccettabile riconoscere di averli in questo modo anche solo potenzialmente danneggiati
 
 
#18 Un grazie da tutti gli onestiMarco 2017-02-09 12:15
Grazie per quello che ha fatto...
Mi dispiace molto per le difficoltà che sta affrontando...è evidente che la specie umana è in piena involuzione fisica e intellettiva
 
 
#17 CommentiBarbara 2017-02-09 11:02
Per quanto riguarda i vari commenti fatti su fb o altri blog,a mio avviso sono da ignorare.Si vede subito dai commenti che abbiamo a che fare con persone dall' EGO smisurato.E li,si trovano pure commenti di professori e medici (???) come i ragazzini.Niente confronto solo sparlare....e non aggiungo altro.
 

PER INSERIRE I COMMENTI E' NECESSARIO ESSERE UTENTI REGISTRATI

Trovi i tasti per la registrazione e il login in alto a destra

Utenti Online

Il Grillo Mannaro

Vaccini si o no

Case Studies in Nanotoxicology and Particle Toxicology

Il pianeta impolverato

Sostienici

Il Futuro Bruciato

Il futuro Bruciato

Per ordinare "Il futuro bruciato come ci stanno incenerendo la salute insieme al pianeta" di Stefano Montanari, Illustrazioni di Vilfred Moneta, Edizioni Creativa www.edizionicreativa.it, Collana dissensi, Saggistica Pagg.178, Inviare una mail a info@edizionicreativa.it

La calza in testa

Il girone delle polveri sottili

Copertina libro Il girone delle polveri sottili

E' disponibile il libro "Il girone delle polveri sottili", clicca sull'immagine per vederlo e/o acquistarlo.

E' disponibile Maratona!

Copertina libro Il girone delle polveri sottili

E' disponibile il libro "Maratona! Come correre per la bellezza di 42 chilometri e vivere felice", clicca sull'immagine per leggere la descrizione. Per ordinarlo: andromeda@alinet.it.

Rifiuto riduco riciclo

Copertina libro Rifiuto riduco riciclo

E' disponibile il libro "Rifiuto riduco riciclo", clicca sull'immagine per vederlo e/o acquistarlo.

Nanopathology

E' disponibile il libro "Nanopathology", clicca sull'immagine per vederlo e/o acquistarlo.

Lo stivale di Barabba

 

E' disponibile in versione E-book "Lo stivale di Barabba", clicca sull'immagine per vederlo e/o acquistarlo.