Blog

Perché non firmo

Da un po’ di giorni sono tempestato di richieste da parte di chi chiede la mia firma sulla richiesta di modifica della legge Lorenzin che obbliga a trattamenti sanitari indebiti. A tutti ho risposto che no: io non firmo.

Qualcuno non ha insistito. Qualcuno mi ha risposto scandalizzato.

Il motivo per il quale non firmo è banale e vedrò di spiegarlo ancora in termini semplici.

Quel documento chiede la MODIFICA della legge, e questo implica necessariamente che la legge abbia in qualche modo una ragione legale di essere. In quel modo, lo si voglia o no, la si legittima.

L’obbligo vaccinale sancito per legge è un insulto alla salute, alla dignità e alla legge stessa.

La salute è palesemente minacciata dalla somministrazione di farmaci mai sperimentati, pieni di inquinanti e di prodotti notoriamente tossici, iniettati senza indicazione, senza tenere in alcun conto la buona pratica medica e addirittura ignorando ciò che i produttori stessi dei vaccini  impongono.

La dignità della persona viene lesa perché il trattamento che si subisce è quello derivato dalla violenza fisica e psicologica. Le menzogne che sarebbero ridicole se non fossero pericolose (vedi l’ultimo numero di arte varia sulla pertosse) aggravano la situazione e sono un ulteriore sberleffo ai danni del popol bue.

La legge è calpestata negli articoli 2, 3, 10, 13, 14, 21, 28, 33, 34 e 77 della Costituzione; negli articoli II-63, II-81 e II-84 della Costituzione dell’Unione Europea; nell’articolo 26 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo; negli articoli 3, 10, 14, 20 e 21 della Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea; negli articoli 4. 5 e 13 del Patto Internazionale sui Diritti Economici del 19/12/1966; negli articoli 4 e 5 della Convenzione Internazionale contro la discriminazione nel campo dell’educazione adottata dalla 11° Conferenza Generale dell’UNESCO a Parigi il 14/12/1960; nell’articolo 9 della Convenzione Europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali del 4/11/1950; nell’articolo 2 primo protocollo aggiuntivo del 20/03/1982 della Convenzione Europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali del 4/11/1950; negli articoli 2, 4 e 5 della Convenzione di Oviedo del 1997 e nell’articolo 4 della Carta Europea dei Diritti del Malato di Bruxelles. E, infine, si veda la sentenza n. 27 della Corte Costituzionale. Questo, almeno, secondo quanto mi è stato riferito da chi ha nozioni di leggi umane.

Quindi, io non apporrò mai il mio nome alla richiesta di modifica di qualcosa che travalica ogni limite. Quella legge va abrogata immediatamente e la magistratura si deve muovere senza indugi per scoperchiare certi pentoloni ribollenti di sozzerie.

Che il regime sia alla frutta è incontestabile. Quelli che un tempo erano i “grandi giornali medici” annaspano e non sanno più dove e come aggrapparsi. Ho appena letto, arrivando tra stupore e nausea fino in fondo, un articolo del British Medical Journal che surclassa qualunque giornaletto di gossip. Per chi non legge l’inglese o per chi vomita prima di arrivare alla fine, il “prestigioso” BMJ un tempo maniacalmente selettivo su argomenti medici si esibisce in squallidi pettegolezzi su Andrew Wakefield e su tale Elle Macpherson con cui il medico si vedrebbe per motivi suoi e che, almeno a chi ha un quoziente intellettivo a tre cifre, non interessano un fico secco (https://blogs.bmj.com/bmj/2018/07/20/tim-caulfield-on-elle-macpherson-anti-vaxx-nonsense-and-the-opportunity-to-engage/). Peer reviewed?  L’autore di questo articolo avvilente pubblicato da un giornale ormai screditato in modo suicida si chiama Timothy Caulfield e lavora presso l’University of Alberta (Canada), un ateneo che, evidentemente, ospita una cultura da sala d’aspetto.

Dobbiamo riprenderci il mondo se vogliamo dare un futuro alla specie.

Lascia una recensione

47 Commenti on "Perché non firmo"

  Subscribe  
Notificami

Pazienza. Non crollerà l’universo per la mancata firma dell’omologo di Enrico Fermi.

GLD…veramente qualcuno deve averle fatto qualcosa di assai brutto quand’era piccola…
Ma non ha uno straccio di amico che la porti al mare in agosto?

Veramente ora sono al mare con la famiglia. E sto benissimo, glielo assicuro, e la ringrazio per l’interesse verso i miei traumi infantili (lei fa la psicologa, per caso?)’

Risposta a GLD
Conta fino a credici.

Un cosa bisogna dirla, sembra che il Dott. Montanari gli ha tagliato la vigna, vedendo con quale attenzione e illuminante risposta lo critica.

Salvatore, credo di aver capito tutto: la GLD deve essere una rappresentante di argento colloidale!!!

“Dobbiamo riprenderci il mondo se vogliamo dare un futuro alla specie.” Ma vale veramente la pena salvare questa specie? Ma forse il futuro positivo della specie dipenderà dall’estinzione della totale mancanza di consapevolezza della specie che attualmente popola il pianeta. Le grandi industrie, che siano alimentari, farmaceutiche, di intrattenimento ecc. hanno creato l’Uomo Nuovo, il loro Uomo come gli animali di Pavlov. La gente è talmente lobomotizzata che ha perso il contatto con il buon senso più elementare, e la cosa più sconcertante è il livello di “possedimento” che hanno, tale da sacrificare con i vaccini anche le anime che… Leggi il resto »