Blog

La guerra santa

In fondo, il consorzio umano è sempre stato così: trainato da pochi geni e zavorrato da milioni di pesi morti quando non personaggi che hanno dedicato la loro esistenza alla dimostrazione che l’Homo sapiens è, e per distacco, il più stupido tra gli abitanti di questo pianeta suicida.

Gli argomenti di volta in volta al centro di un’attenzione sempre effimera nell’ondivaga mente dell’Homo sapiens di cui sopra sono numerosissimi. Uno di questi, almeno da qualche tempo e in attesa di un immancabile sostituto, è quello dei vaccini.

Come accade di regola, è proprio chi dell’argomento non sa assolutamente nulla a condurre le danze. Senza voler fare torto a nessuno, date un’occhiata alle esternazioni di un tale sig. Cherubini con corte dei miracoli al seguito (https://www.informarexresistere.fr/jovanotti-provax-dopo-incontro/), addirittura messo a parte delle segrete cose di chi fa girare il mondo (https://www.youtube.com/watch?v=BAHg9YrAcq8). O, se vi regge lo stomaco, andatevi a leggere le esternazioni non solo della coppietta che fa da struttura portante per il sito Butac, una coppietta, beninteso, che dell’argomento vaccini dal punto di vista scientifico è totalmente e dovutamente all’oscuro, ma leggetevi pure i lai gridati verso il cielo di un altro genio italico qual è il mitico Mitraglietta Mentana. Chi vuole di peggio, vada alle prodezze della signora Beatrice Lorenzin e avrà soddisfazione.

Peggio ancora? L’Ordine dei Medici.

“Vaccinarsi è un’azione volontaria non esente da rischi. Informati prima di vaccinare tuo figlio.” Se qualcuno trova un fallo in un concetto e in un invito del genere si faccia avanti. E a farsi avanti, manco a dirlo, è stato l’Ordine dei Medici di Torino. Insomma, che succede? Succede che un cartello con quelle parole compare in città proprio nei pressi di un ospedale e, invece di plaudire all’iniziativa di chi ha allestito il cartellone, tale dottor Giustetto, presidente dell’Ordine torinese, tuona attraverso la magica tibbù e, addirittura, denuncia alla locale Procura della Repubblica lo scandalo. Come sempre accade quando ci sono di mezzo i dottori di regime, il lato comico è assicurato: nella scatola delle meraviglie, quella del TG1, il Giustetto dice che sì, i vaccini non sono esenti da effetti collaterali (bontà sua!) ma, comunque, (come impone il regime) quegli effetti sono nulla in confronto ai benefici offerti da farmaci della Provvidenza. Prove? Nessuna, naturalmente. Anzi, le prove sono pesantemente contro, ma che importa?

Dove, però, il dottor Giustetto Guido diventa ancora più assurdo è nella denuncia di quel cartello. L’avrà letto fino in fondo? Avrà capito che cosa c’è scritto? Se non ce l’avesse fatta, ecco la spiegazione: c’è scritto che prima di vaccinarsi bisogna informarsi. Pensi un po’, dottor Giustetto Guido: quella cosa che tanto la impressiona fa parte della deontologia medica. Sconosciuta? Può essere. Vero è che la maggior parte dei suoi confratelli sottrae l’informazione a chi sta per vaccinare o ai loro tutori non facendo neppure leggere i bugiardini (è obbligatorio, ma le leggi sono fatte solo per i gonzi che le rispettano). Vero è che il numero di telefono cui rispondono i luminari del Ministero della salute diffonde informazioni su cui preferisco non esprimermi. Vero è che i mezzi di cosiddetta informazione diffondono idiozie che travalicano i limiti della criminalità. Ma, egregio dottor Giustetto Guido, cerchi almeno di rendersi conto che solo un imbecille potrebbe riservare una qualunque attenzione ad una denuncia assurda come la sua. Ha capito che il cartello dice solo un’ovvietà? Ha capito che i suoi confratelli sono OBBLIGATI a fornire quelle informazioni? Ha capito che con la sua azione lei sta semplicemente fornendo un’ulteriore, del tutto non necessaria, prova di come i medici di regime stiano agendo del tutto al di fuori della deontologia professionale? Ha capito che il no-vax è lei perché con quella sua esternazione televisiva ha fatto chiaramente capire che i vaccini sono inzuppati di mortificanti assurdità e d’illegalità e, dunque, qualcosa nei cui riguardi occorre difendersi e, per difendersi, la sola cosa da fare è informarsi: esattamente ciò che la terrorizza.

Da ultimo, ecco il link per un’intervista a proposito dell’eroica vittoria dell’Ordine dei Medici sulla demoniaca dottoressa Lesmo: https://www.youtube.com/watch?v=kUXDSu8WRXs

Lascia una recensione

16 Commenti on "La guerra santa"

  Subscribe  
Notificami

Ho ascoltato le parole del cantante e più lui parlava più mi tremavano i polsi.

Intanto stasera (18/4/2018) il TG1 delle 20.00 ha dedicato svariati minuti per pubblicizzare gratuitamente i prossimi concerti di Jovanotti. Proprio bravo il cantante…

RISPOSTA a Paride – Come al solito, stamattina ho ascoltato il Giornale Radio di regime e anche lì c’è stato un lungo servizio dedicato alle preziose corde vocali dello stornellatore e alla sua attività corrente. Devo dire che l’interesse è andato alle stelle e che, quando mi dicono che non si può parlare di ambiente e di salute in una maniera scientificamente ineccepibile se non per pochissimi attimi (i tempi televisivi o radiofonici che siano), peraltro continuamente interrotti dal conduttore di turno che, come da regolamento, non ci capisce nulla, non posso che arrendermi. E’ del signor Jovanotti che il… Leggi il resto »
L’art. 25 della Costituzione dice che nessuno può essere condannato se non per un fatto previsto dalla legge come reato e mi chiedo quale sia il reato rappresentato da quella frase. Poi mi viene in mente il concetto di “lite temeraria”… La legge Lorenzin secondo me non durerà molto perché sta pestando troppi piedi: le scuole materne e gli asili nido stanno perdendo molti iscritti e più di qualcuno ci sta rimettendo il posto di lavoro (185 nella sola provincia di Padova); inoltre parlare di pestilenze e epidemie con morti in questo e quel luogo d’Italia non fa certo un… Leggi il resto »
Mi sa che il dottor Montanari abbia centrato un tema che non avremmo voluto mai più discutere; la guerra santa. Al dio trascendentale, metafisico, onnipresente, pensante,immanente, tutto vedente, ecc…sono stati sostituiti gli dei. Avreste mai detto ? Niente più guerre contro l’infedele da convertire o uccidere; ora si fa la guerra per degli dei, di rango inferiore certamente, ma più pratici. Il dio Denaro che guida la mano e la mente dei più, specie se in posizione dominante. E’ il più conosciuto, venerato, pregato; per lui si getta la madre dal balcone, si accoppano i figli e si uccide l’amico.… Leggi il resto »
RISPOSTA ad Eugenio Cassi – Io risalgo al lontano 1949 e, per mere questioni anagrafiche, negli Anni Settanta c’ero eccome. Allora sembrava l’anticamera dell’inferno. Allora si “gambizzava”, si rapiva e, a volte, si ammazzava pure. Ma allora, fatte salve azioni incomprensibili come Brescia o Bologna su cui ancora si sa poco o nulla, i bersagli erano mirati e chi a quei bersagli mirava aveva in qualche modo un romantico alone d’ideale. A quei tempi remoti si delinqueva non per denaro, non per carriera, non per la libidine della ribalta. Si delinqueva e, tutto sommato, per delinquere si faceva una vita… Leggi il resto »
Dr. Montanari: “Sono armi suadenti e convincenti. ” Mica tutte. Alcune di esse, attualmente in fase di affinamento terminale, intrinsicamente già ci suggeriscono che la prossima macelleria messicano-genovese non richiederà necessariamente intervento diretto di celerini (o EuroGendFor, i cui comportamenti saranno -sempre ed in ogni caso- comunque insindacabili da parte della Italica Magistratura, sia sotto il profilo civile che penale):- https://www.youtube.com/watch?v=wXxrmussq4E “New dog-like robot from Boston Dynamics can open doors.” https://www.youtube.com/watch?v=SELVa0jsGkE “Atlas Robot can do Backflips Now! | Boston Dynamics 2018.” Nel prossimo futuro quindi nessun problema per la promozione dei Funzionari della Repressione ad alte cariche dirigenziali nell’Industria Nazionale.… Leggi il resto »

RISPOSTA ad Aurelio – E, quando tutto questo accadrà, rimpiangeremo i bei tempi delle balle che ci raccontavano.