Blog

Educazione civica ovvero la vaccinazione dei cervelli

È fin troppo evidente: io non sarei stato capace di fare il “politico”. Metto l’aggettivo sostantivato tra virgolette perché con quel termine viene correntemente indicato qualcuno che mercanteggia su qualunque concetto, perfino sulla scienza. Ingenuamente, invece, io sono convinto che la politica, quella senza virgolette, non sia l’arte del compromesso ma la capacità di condurre in modo virtuoso la cosa pubblica.

Quando c’è da fare chiacchiere, quando c’è da fare retorica, quando c’è da fare i furbetti, i nostri parlamentari sono dei “ragazzi meravigliosi”. Uso a ragione quell’espressione così cara al ragionier Grillo che tanto si è prodigato per fare addirittura peggio di Renzi, Lorenzin e di tutta la corte dei miracoli che ha preceduto questa infausta palliata che chiamiamo governo.

L’ultimo giochetto parlamentare con tanto di quasi unanimità (nessun contrario e 3 soli astenuti) è quello dell’educazione civica obbligatoria nelle scuole primarie e secondarie. In teoria la materia c’è da tempo immemorabile, tanto che io, mille anni fa, avevo perfino il libro, ma nessuno dei miei insegnanti ha mai accennato all’argomento.

Ciò che i nostri parlamentari abusivi intendono ora è che per 33 ore l’anno si tratti di Costituzione, di ambiente e di altri argomenti a dir poco delicati. Il tutto con tanto di voto in pagella.

Se la cosa passerà, e non ci sono dubbi in proposito visto che la cosa piace a tutti i partiti, sarà interessante vedere chi insegnerà la materia, con quale competenza e, soprattutto, con quale libertà.

Temo di essere fin troppo facile profeta se prevedo che milioni di ragazzini usciranno convinti che, bruciando rifiuti fatti all’incirca di tutta la tavola periodica degli elementi, esca innocuo vapor d’acqua. Che si ricavi davvero energia. Che le piante mostruosamente deformi che nascono dai terreni trattati con il compostato degl’impianti “a biomasse” (e mai virgolette erano state più necessarie davanti a quel bio truffaldino) siano tali perché sono delle giocherellone. Che i filtri antiparticolato siano il toccasana contro i gas di scarico dei motori a scoppio. E così per tanti altri argomenti dove scienza e tasche piene di qualcuno fanno a cazzotti, con la scienza messa KO per volere dell’arbitro.

Ma sono ancor più facile profeta se prevedo che, illustrando la Costituzione, si riuscirà a non parlare di una lunga serie di articoli, a partire da quelli (56 e 58) che proibiscono orrori come quello non di eleggere ma di nominare i parlamentari: una differenza enorme. E mi chiedo che cosa si dirà arrivando all’articolo 21, quello che garantisce la libertà di pensiero e di parola. Per non dire dell’articolo 32 e di tutta la collana di articoli calpestati e irrisi dalla famigerata legge Lorenzin, resa ancora più squallidamente violenta da tutto quanto è succeduto a quell’incubo che pareva aver toccato il fondo. E mi fermo qui, anche se di articoli ignorati o distorti fino ad essere capovolti ne abbiamo una collezione.

Insomma, l’idea dell’educazione civica obbligatoria è un altro passo verso il rimbecillimento totale partendo dai bambini come fanno gli spacciatori di droga, una situazione indispensabile per il regime planetario di cui siamo vittime, molto spesso vittime consenzienti, non di rado vittime entusiaste di esserlo.

Ecco perché io non sarei stato adatto a fare “politica”: io avrei votato contro questa ignobile vaccinazione dei cervelli.

Articolo successivo

Lascia una recensione

25 Commenti on "Educazione civica ovvero la vaccinazione dei cervelli"

  Subscribe  
Notificami

E sarebbe stato subito espulso dal partito come è accaduto a Sara Cunial pochi giorni fa.

Si la lobotomia ha raggiunto livelli preoccupanti… vi faccio un esempio mio padre … gli ho mostrato i suoi video e altri articoli, lui stesso ha raccolto informazioni le ha stampate e le ha portate alla farmacista, i vaccini sono sporchi .. la farmacista cade dal pero e lei stessa si preoccupa e dice farà ricerche in merito perché ha vaccinato i suoi figli, dopo tutto questo gli consigliano il vaccino antinfluenzale e lo fa…. direi anche quindi affetti da dissonanza cognitiva …. io cerco d fare il possibile compro solo a naturasi perché ma mi rendo conto che è… Leggi il resto »

Volevo dire aria ammorbata

Per il business non più tempo per il “car washing” ma per il “brain washing” con una platea di clienti a livello globale.
Ve lo immaginate un Burioni chiamato nelle scuole a dare testimonianza di educazione civica? Scena da film horror!

La scuola dovrebbe insegnare a pensare. Invece insegna che cosa sia corretto pensare.

Va be’ dai, non esageriamo col pessimismo, cioè… non per questo.
Anche insegnando Storia ci si può trovare a fare ragionamenti simili.
Io credo che, come succede coi medici, ci sarà chi spiegherà in modo veritiero e chi farà il Buri(n)o.. della situazione.
Personalmente sono rimasto assai più sconvolto dalla storia del ‘cerchietto magico dell’attenzione’ nelle scuole cinesi.
(Scoperta fatta tramite questo sito).
Pensando alle possibilità che la tecnologia offre è facile prevedere che quel cerchietto, in futuro, ce lo potrebbero mettere in testa. E fin dalla nascita.
Raccapricciante.

Ecco di seguito il link per chi desideri ascoltare la testimonianza dalla viva voce dell’ostetrica M. G. – licenziata per essersi rifiutata di vaccinarsi contro la parotite da cui erà già naturalmente immune – nell’intervista radiofonica a Massimo Mazzucco a Border Nights: https://www.youtube.com/watch?time_continue=1437&v=hHX8cajD3wI

LA STRUTTURA di FORMATTAZIONE SOCIALE . IL NOSTRO SISTEMA DI INSEGNAMENTO NON RISPETTA LE NECESSITA’ EDUCATIVE DEGLI STUDENTI perché le riforme e i programmi scolastici sono scritti in congreghe ”privatissime” e arbitrarie di potere politico, economico, finanziario e religioso. Uno di questi contesti è l’associazione privata no profit “TREELLLE”, con sede a Genova, fondata da umberto agnelli e diretta da attilio oliva (ex pr.confindustria), i cui membri sono ex ministri dell’Istruzione (berlinguer, de mauro, …), industriali (barilla, tronchetti, …), direttori dei massimi giornali, giornalisti, banchieri (inclusi i soliti rothschild !) e un arcivescovo (zani) che è anche s.seg.della pontificia congregazione… Leggi il resto »
Egr. Ottaviano: Questo Prof. Ratto prometteva bene; poi, a un certo punto, ha cominciato con la solita supercazzola standard (così come riportata dal Manuale) “Perchè i Gesuiti blah blah blah…” E quindi ho spento (circa min. 21:00). Se uno invece avesse voglia di andare a vedere chi veramente comanda (inclusi vaccini) il ns Paese dal 1945 ad oggi, si leggesse questo libro:- https://www.scribd.com/doc/208398148/133189732-Misteri-e-Segreti-Del-B-Nai-B-Rith “Misteri e Segreti del B’nai B’rith” di Emmanuel Ratier (autore morto giovane, naturalmente). Un’altra Nazione che è stata “cattiva” nella IIGM adesso dovrà ancora una volta (per l’ennesima volta) far scontare le sue “colpe” alle giovani generazioni:-… Leggi il resto »