Blog

Bentornato, signor conte!

Di 5 Febbraio 2019 41 commenti

Sono quasi certo che almeno 20 dei miei 24 lettori (25 erano quelli di Manzoni) ricordino il conte Raffaello Mascetti, eroe del film Amici Miei. Chi è tra loro sa che quel personaggio immaginario, mai avvicinatosi al lavoro, era uno specialista nelle comporre nonsense nei quali venivano giustapposte parole che, così avvicinate, perdevano senso.

Se il Mascetti del film era figlio della fantasia dei quattro geniali soggettisti, ora ne abbiamo uno non solo in carne ed ossa ma cresciuto a dismisura fino a dettare leggi celesti.

Chi se la sente legga https://www.medicalfacts.it/2019/02/04/lultima-scemenza-dei-no-vax-i-vaccini-sono-contro-la-religione/.

Credo che di più non si potesse fare. Come ormai ci ha viziati, il nuovo Mascetti ci delizia grazie alla sua schietta comicità, continuando a sgattaiolare in virtù della sua ormai annosa esperienza, con slalom intrepidi tra paletti scientifici e altri logici, sempre gratificando con insulti chiunque si permetta di dubitare dei suoi insegnamenti.

Certo di disporre di un numero sufficiente di fedeli, il personaggio li rassicura: i feti abortiti non si usano per fare i vaccini. Di questo occorrerà informare le case farmaceutiche, convinte come sono, invece, di usarli. Tanto convinte da scriverlo serenamente, e da anni, nelle schede tecniche e perfino nelle confezioni dei loro prodotti. Forse quella roba che acquistano spacciata per feti umani è tutta fasulla. Magari sono hamburger crudi. Hamburger bovini, naturalmente.

E naturalmente, se non ci sono i feti, non c’è nemmeno il peccato di aborto volontario e, allora, i cristiani s’iniettino il loro menu di vaccini senza temere l’ingresso sbarrato in paradiso. E ancora il Mascetti ci rassicura: la Chiesa è d’accordo con lui: i vaccini sono comunque un toccasana (http://accademiadellaliberta.blogspot.com/2019/02/chiesa-e-vaccini-lettera-di-un-sacerdote.html). Al proposito si veda ciò che scrive il cardinale Leo Burke, evidentemente prelato abusivo che “regge la coda agli asini.” Insomma, l’eccezione conferma la regola.

Ma il Nostro, da scienziato autocertificato secondo la legge Bassanini, si trasforma anche in riformatore della religione ebraica: i maiali non sono più animali impuri, e su questo gli fa da spalla il rabbino capo di Roma Riccardo Di Segni. Lucidamente preciso com’è, il Mascetti ne cita il verbo: chi assume farmaci omeopatici trasgredisce il “divieto della Torah di compiere atti magici.” Prescindendo dalla stramberia di un’affermazione simile applicata all’omeopatia, qualcuno potrebbe chiedersi che cosa c’entri questo con i vaccini. Ma il Mascetti sa leggere tra le righe e sa vedere oltre gli angoli. E poi, come diceva l’assessore Cangini, i fatti lo cosano.

E i musulmani? Tranquilli: tra un attimo l’angelo Jibril detterà la 115° sura al signor conte e cotechini e zamponi potranno rientrare senza peccato nella dieta, vaccini au porc, ovviamente, inclusi.

Ora, sempre coerente con se stesso nella sua guerra contro le “scemenze” degli antivaccinisti, le loro “stupidaggini senza alcun fondamento”, i “somari” e i “babbei”, sono certo che il conte Mascetti biologicamente incarnato citerà a sostegno delle sue rocciose verità l’opinione di Paolo Casarin sul VAR, quella di Massimo Bottura sulla fecola di patate e quelle (plurale) di Massimo Gramellini su qualunque cosa. Non vi basta ancora?

41
Lascia una recensione

11 Comment threads
30 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
8 Comment authors
  Subscribe  
Notificami
Carlo

Avrei dovuto aspettarmelo. L’artico disarticolato, fresco fresco di giornata, è di Burioni. Infatti sentivo il de-ragliamento, man mano che la lettura si apprestava alla fine. Il supercazzolante vir-teologo è un bel esempio di furbacchione e mentitore al contempo; tira la pietra e nasconde la mano, non accetta il confronto con quelli “innominati” che lui definisce asini, chissà mai perché. Specchio, specchio delle mie brame chi è il più asino del reame?… Burioni, ovviamente, invece di guardarsi allo specchio, accetti un equo confronto; solo così può dimostrare dove risiede l’asininità e la bugiardaggine. Una partita non la si gioca mentalmente, ma… Leggi il resto »

Aurelio

Sicuramente due medici, bioetici e scienziati del calibro di Riccardo Di Segni e Roberto Burioni potrebbero aiutarci a interpretare correttamente il periodico massacro rituale di tanti innocenti polli:-

https://www.youtube.com/watch?v=jofvvb438Ug

https://www.google.com/search?q=kapparot+chicken+slaughter&client=firefox-b-d&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ved=0ahUKEwjFvrPQ0KTgAhX7VBUIHZJiCkMQ_AUIDigB&biw=939&bih=648

Carlo

E non ci vuole mica il calibro di questi, se pur grandiosi, luminari per capire lo strazio di cotanto sanguineo spargimento. Non c’è nemmeno da tirare in ballo la bioetica e la scienza. Il massacro dei polli viene perpetrato poiché si tratta in vero di pennuti non vaccinati, altrimenti ne sarebbero immuni.

emanuele colombo

Ho letto l’articolo e francamente le conclusioni sono incontestabili; in sintesi: “Che i vaccini siano prodotti a partire da linee cellulari provenienti da feti umani abortiti volontariamente é assolutamente falso, lo dimostra Riccardo di Segni, rabbino e medico, vicepresidente del Comitato Nazionale di Bioetica, affermando che: la somministrazione di preparati omeopatici, in virtú dei loro principi attivi estremamente diluiti, equivale ad un atto magico. Con scappellamento a destra. Come se fosse Antani.” Non fa una piega. Direi che mi ha convinto. Leggendo i commenti sotto il post originario, su Facebook, mi rendo conto che non sono nemmeno l’unico. Decine e… Leggi il resto »

Carlo

OT [?] Afghanistan: la guerra sporca di Big Pharma. Quello che i media mainstream tacciono. https://www.youtube.com/watch?v=E5Zw8OdKDsk&feature=youtu.be di Franco Fracassi. Riporto la trascrizione: « Fra i tanti luoghi dove sono stato inviato di guerra c’è l’Afghanistan. Ho girato, ho visto un sacco di realtà diverse di quel paese devasastato dalla guerra. Sono diciotto anni che c’è la guerra in Afghanistan. Allora vi dò un po’ di cifre così vi rendete conto di quello che è l’Afghanistan oggi e di quello che è stato l’Afghanistan. Allora, in Afghanistan ci sono 96.000 soldati di 14 paesi differenti; di questi 2822 sono italiani. In… Leggi il resto »

Carlo

L’Italia dipende dalle case farmaceutiche https://disinformazione.it/2019/02/06/litalia-dipende-dalle-case-farmaceutiche/ « Il settore Ricerca & Sviluppo da molto tempo non investe nella ricerca di una nuova molecola, ma lavora per sfornare semplici fotocopie delle molecole già esistenti in commercio! Si chiamano “farmaci me-too”, e sono “farmaci fotocopia” di altri medicinali già in commercio. Si modifica lievemente la composizione chimica, si cambia la veste grafica (scatola e packaging) e la forma della pillola, e il gioco è fatto. Ecco il “nuovo” farmaco. Attualmente nessuna azienda al mondo rischia miliardi in un solo prodotto che, magari, non vedrà mai la luce della commercializzazione […] » (Marcello… Leggi il resto »

Laura77

Interessante discussione, personalmente non mi sono mai fidata della scienza in vita mia, ho un avversione naturale …per tanti anni ho fatto studi artistici e sono stata abituata a coltivare la creatività, a fidarmi solo del mio intuito e istinto e quest’ultimo mi dice che c’è qualche cosa che non va in tutta questa situazione … io uso per curarmi la “pseudoscienza” prodotti naturali e mi trovo bene…. però avevo provato l’argento colloidale, ma dopo che ho letto la sua opinione in merito l’ho buttato, mi fido della sua opinione…..

eugenio cassi

Scusi Laura 77, ma lei dice che non si fida della scienza mentre ora si fida dell’opinione del blogger, che è uno scienziato schietto e netto. Voi artisti creativi…………..se non ci foste bisognerebbe inventarvi !

Laura77

Infatti è uno dei pochissimi scenziati di cui mi fidi della sua opinione, ma in generale è così, appena sono cresciuta e ho potuto decidere di testa mia mi son sempre curata in erboristeria (ho la mia di fiducia) ed ho sempre avuto avversione per quel tipo di studi perchè semplicemente non la comprendo, ho un altra mentalità ma non penso che non serva ho che sia a priori negativa…

Laura77

Per quanto riguarda il blogger, che è forse proibito ? anche se sono un artista posso lo stesso farmi un opinione e interessarmi ad altro…

Gian Pilz

A sostegno, arriva puntualmente la stampa nazional popolare filo multinazionali: https://www.lanazione.it/lucca/cronaca/bimbi-non-vaccinati-1.4430109 con la storia strappa lacrime, sbagliando come al solito il bersaglio. Perché il problema sono i bambini non vaccinati…… Dice: “«Per la sua malattia la bimba non può essere soggetta alla protezione vaccinale né può permettersi di entrare in contatto con BAMBINI che possano trasmetterle una qualsiasi malattia infettiva. Per questo era stata inserita in una classe protetta con tutti i compagni vaccinati.” Tutto perché alcuni compagni non sono vaccinati e quindi possono diventare per lei un pericolo di vita. Non è giusto, tutto questo. Non è giusto». Invece,… Leggi il resto »

Carlo

Una madre apprensiva, ma di un’ignoranza abissale, certamente non per colpa sua, considerato il quotidiano martellamento continuato perpetrato dai mass-media. Le cose che dice non stanno né in cielo né in terra. Anche rifacendosi alla teoria dei germi (alla quale non credo), quante malattie infettive esistono?… Quanti virus e batteri sono potenzialmente considerati pericolosi?…. Migliaia, si presume, nevvero? Approssimativamente, parlando da incompetente (ma credo in modo sensato), bisognerebbe fare, ragionando per assurdo, come minimo una vaccinazione chilovalente o addirittura megavalente, per sfruttare così la presunta capacità del gregge immunizzato di non trasmettere le malattie per le quali si è vaccinato.… Leggi il resto »

eugenio cassi

Gian Pilz, poi ci sono le novità in fatto di “trasporti”. Guardi questo: https://m.altarimini.it/News117775-focolaio-di-morbillo-tutti-vaccinati-gli-studenti-sammarinesi-iscritti-nelle-scuole-riminesi.php?fbclid=IwAR3Se9sdxQpnLdhxJMKvYwogL_sEC6rLWRIYL8JgMe2wHYkGBZWytMIGFnE Un pezzo magnifico: ” Ciò significa che eventuali casi che si potrebbero verificare, sarebbero da considerarsi come da importazione”. Siamo allo studio dei virus su bilico che entrano a San Marino, oppure su TAV sul Titano, oppure sfuggiti alla dogana con la Cina; mah, non si sa ! Però nell’agosto scorso il territorio era stato dichiarato “eradicato” da tali virus……. Se passa il DDL 770 tutta la popolazione della zona di età fra 3 mesi e 70 anni dovrà essere richiamata alle Asl e siringata a… Leggi il resto »

Carlo

Un bel quadretto d’autore da incorniciare firmato Mascetti. Pur di far quadrare i conti si finisce nel ridicolo della mistificazione dei fatti. Costi quel che costi e, come direbbe Popper, se la realtà non si adegua alla teoria, tanto peggio per la realtà. Anche ammesso e non concesso che si dia per scontato l’import-export dei virus, va da sé che anche in questo caso la vaccinazione contro il morbillo risulterebbe per lo meno inutile, considerata la “mobilità” di virus e batteri. Un po’ più sensatamente, il fatto che « la trasmissione endemica dei virus di morbillo e rosolia è stata… Leggi il resto »

Carlo

La recessione non è per tutti, almeno non per la GlaxoSmithKline e la Sanofi, che aumentano le vendite. https://disinformazione.it/2019/02/08/crisi-deflazione-stagnazione-recesso-macche-gsk-e-sanofi-aumentano-le-vendite/ « La GlaxoSmithKline, il gigante globale delle droghe, ha appena pubblicato il report finanziario del 2018.[…] …l’incremento del profitto operativo è stato del 34%. La vendita dei vaccini è aumentata addirittura del 14%, con incassi pari a 5,9 miliardi di sterline, oltre 6,7 miliardi di euro. Soltanto la vendita del nuovo vaccino contro l’herpes-zoster Shingrix ha fatto incamerare 784 milioni di sterline, quasi circa 900 milioni di euro! Stiamo parlando di un vaccino autorizzato da pochissimo tempo! […] Oltre alla Glaxo… Leggi il resto »

Gian Pilz

Giusto ieri sera la Rai ha trasmesso un film molto bello (cosa alquanto rara ultimamente)https://it.wikipedia.org/wiki/Dallas_Buyers_Club.

Le analogie con Big Pharma e vaccini è sorta spontanea, mi chiedo come il film sia passato indenne alla censura di stato, svista?

Carlo

Dimenticate Gian Pilz che il motto della Rai è “di tutto e di più”. Nulla ormai più si censura, basta farlo passare “indenne” nella giusta misura, diciamo una tantum, che poi equivale a un quasi nulla di fatto. Qualcosa del genere è successo alcuni giorni fa nella trasmisione Tutta Salute dove l’argomento del giorno riguardava il digiuno. Si è mai sentito parlare del digiuno come pratica benefica e terapeutica alla Rai?… Mai. Eppure lo si è fatto. Ma poi ci si rende conto che se ne è parlato solo per poterlo subito accantonare, relegandolo a una “cura” come un’altra, vanificandone… Leggi il resto »

elmar

antani come se fosse antani mpr anche per due, come se fosse menginococco, che ci vuol fare è l’ente Regione