Blog

Una ragione di più

Di 13 Novembre 2018 10 commenti

“A Stefano Montanari,

Come puó chiamare umiliante la somma donata fino al 24 ottobre 2018 e cioé di 165.026,03 euro.

Ci vuole del coraggio.

A fine dicembre avrà in un conto tutto suo  un centinaio di migliaia di euro donato liberamente da quelli che lei chiama italioti e continua a brontolare.. anzi a ben vedere brontola da una vita tutte le volte che gli eventi non vanno a finire come vuole lei..dal caso grillo in poi..

Si faccia un analisi del suo microbioma intestinale; potrebbe essere affetto da disbiosi cronica  e quindi correlazione con disturbi continui dell’umore

Fonte: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29397391

 Buon Riposo,

Mattia

Bologna”

Ecco il motivo per cui non faccio più conferenze. L’autore della mail, ovviamente anonima perché di Mattia, sempre che quello sia il nome vero, ne esistono migliaia, finge d’ignorare che io, stupidamente, lavoro da almeno 15 anni non gratis ma a mie spese, e che del “conto tutto mio” io non vedrò mai un centesimo perché ad altro è destinato. E finge d’ignorare che da me si continuano a pretendere risposte, soluzioni, informazioni e quant’altro frulli per il capo.

Il livello mentale e morale dell’artefice di quello schifo fa presumere che si tratti di un manutengolo istituzionale. Se è così, tutto nella norma.

Comunque sia, è per becerume come questo, vera e propria feccia dell’umanità, che io sto comprendendo ogni giorno di più che ho sbagliato tutto.

E, allora, confermo: se entro fine anno non ci sarà il microscopio e il denaro per mantenerlo, con la cifra UMILIANTE che è arrivata cercherò di portare avanti almeno la ricerca sulla leucemia, tanto efficacemente ostacolata dalle “autorità”. Poi, manderò tutti al diavolo.

Articolo successivo

Lascia una recensione

10 Commenti on "Una ragione di più"

  Subscribe  
Notificami

“un analisi” è, come quelli che guidano col cappello, un segno quasi certo.

Caro dottor Montanari, mi sa che dovrà aggiornare il motto che lei ha fatto suo, sulla laurea che in Italia non si nega a nessuno. Dopo quello che ho appena letto possiamo dire che anche un Nobel in Europa non si nega a nessuno. In particolare non è stato negato a tale Jules Hoffmann (2011) La riconoscenza è stata assegnata per lo studio sull’autoimmunità degli insetti. Infatti il nostro Jules ci suggerisce “l’importante non è cercare delle risposte ma porsi la domanda giusta”. La sua domanda è stata “perché gli insetti che ci portano le malattie a loro volta non… Leggi il resto »

PS. Per avere un’idea più chiara mi sono andato a cercare qualche notizia su questo signor Hoffmann.
Ho trovato alcuni spunti interessanti su come il sistema immunitario potrebbe attivarsi per combattere i tumori… Poi ho letto le sue parole testuali “…Ma sia chiaro che le polemiche sugli adiuvanti dei vaccini che si sono scatenate in questi anni sono sbagliate e vergognose!”
E mi sono ricascate le braccia.

Condivido con il signor Mattia quanto detto in quella lettera/mail. Volevo poco fa fare una donazione ma poi quel suo messaggio ridicolo sul fatto che nanodiagnostic non possa piú ricevere il 5×1000 perché cito testualmente: “ A CAUSA DI UN TALE CHE CI FECE CHIUDERE LA ONLUS USANDO ACCUSE GROTTESCAMENTE FALSE CHE CHI DI DOVERE NON SI PRESE NEMMENO IL DISTURBO DI CONTROLLARE. A PENSARE MALE SI FA PECCATO MA” E vogliamo ricordare il microscopio? A causa di un tale comico.. E vogliamo ricordare i vaccini? A causa del sistema. E vogliamo ricordare la sua casa che ha venduto? A… Leggi il resto »

E’ stupefacente che uno tipo Lei era sul punto di fare una donazione.