Blog

UCO

Di 20 Settembre 2019 14 commenti

Me ne rendo conto: è un mio limite e, alla mia veneranda età, non posso altro che tentare di conviverci. A differenza degli agglomerati di cellule di successo, io sono del tutto incapace di parlare di argomenti che mi sono ignoti. Certo, fortissimamente imperfetto che sono, posso presumere di conoscere un argomento e poi, magari, le cose non stanno così. Ma sono, comunque, in buona fede.

Ora arriva la notiziona: gli avvistamenti di oggetti volanti non identificati (UFO) sono reali. E se lo dice la US Navy…

Anni fa io rimasi bloccato su un’isola dell’Atlantico a causa dell’uragano Katrina, e lì mi capitò di vedere chiaramente nel cielo notturno una luce bianca relativamente grande e di forma rotonda, immobile per diversi secondi. Poi, con una velocità molto alta, quella luce si spostò d’improvviso di diversi gradi. Altra immobilità e altro spostamento velocissimo. Così per un po’, se ricordo bene fu questione di un paio di minuti, forse meno, e poi la luce scomparve in un attimo.

Naturalmente fra “scienziati” è bene non raccontare queste cose e io quella cosa non la raccontai, così come non racconto delle guarigioni impossibili o di altri fatti parimenti impossibili cui assisto. Ora, però, mi sento meno intimidito ed, appellandomi alla clemenza dei miei fortunatamente pochi lettori, lo dico. Va da sé che ben mi guardo dal sostenere che si tratti di astronavi pilotate da omini verdi. Riferisco e basta perché non ho la più pallida idea di che cosa si trattasse e, stante la mia monumentale ignoranza, non sono all’altezza di fare ipotesi. Assicuro, comunque, che mi trovavo a migliaia di chilometri dalle vigne del Lambrusco.

Già che ci siamo, aggiungo qualcosa: non sono certo volanti, ma oggetti non identificati, da un certo punto di vista striscianti, pullulano nel nostro quotidiano, addirittura a greggi. Le nostre università, per esempio, li ospitano a frotte, con particolare riguardo nei confronti di una di cui taccio pudicamente il nome che ricorda una guarigione divina. Ma anche i parlamenti, ormai non più limitati ai paesi più comici, ne producono a getto continuo. E che dire dei mezzi di (dis)informazione?

Se la Marina statunitense ha impiegato decenni per rivelare che i piloti dei suoi aerei non sono dei minorati psichici, quanto impiegheremo noi a fare altrettanto per i nostri oggetti (UCO = Unidentified Creeping Object)?

14
Lascia una recensione

5 Comment threads
9 Thread replies
1 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
5 Comment authors
  Subscribe  
Notificami
Laura77

Mi fa piacere che ammetta l idea almeno dell esistenza degli ufo … aggiungo che siccome faccio un corso yoga una volta è venuto un maestro dall India per parlarci dei veda e loro conoscono senza occultare o nascondere , vengono descritte delle navicelle ” i vimana” … quindi anche qui spero che un giorno se ne parlerà tranquillamente senza pensare che se pensi esistano gli extraterrestri sei un pazzo o visionario 😂🙏

Carlo

Basta cambiargli nome, e adesso gli UFO esistono, a patto si chiamino UAP (Unidentified Aereal Phenomena). Prendendo spunto da questa notizia “eclatante” divulgata dalla CNN, M. Mazzucco pone l’accento sulla “metamorfosi del linguaggio” che fa sì che qualcosa precedentemente negata o non tollerata venga ad essere accettata incondizionatamente, basta che se ne cambi il nome. Così, citando a caso, abbiamo che… NEGAZIONE ————->ACCETTAZIONE global warming → cambiamento climatico scie chimiche → tecniche di geoingegneria fusione fredda → LENR (low-energy nuclear reactions). inceneritori → termovalorizzatori intervento militare → missione di pace sfruttamento delle risorse → aiuto economico sperimentazione vaccinale → aiuto umanitario avvelenamento… Leggi il resto »

Dantes

“Ora, però, mi sento meno intimidito ed, appellandomi alla clemenza dei miei fortunatamente pochi lettori, lo dico. Va da sé che ben mi guardo dal sostenere che si tratti di astronavi pilotate da omini verdi. Riferisco e basta perché non ho la più pallida idea di che cosa si trattasse e, stante la mia monumentale ignoranza, non sono all’altezza di fare ipotesi. Assicuro, comunque, che mi trovavo a migliaia di chilometri dalle vigne del Lambrusco.” Tranquillo, dott. Montanari, di astronavi distruttive (“carri celesti”) se ne parla nel libro più terrificante mai scritto (la Bibbia) già a partire da 2.000 anni… Leggi il resto »

Dantes

“Eppur si muove” avrebbe pronunciato Galilei anche se non è vero.

“I militari Usa: è vero, gli Ufo esistono. Cosa non ci dicono?”
https://www.libreidee.org/2019/09/la-us-navy-ammette-e-vero-i-nostri-cieli-sono-pieni-di-ufo/

Tutti ciucchi, militari compresi?

OTTAVIANO

Mi sembra di ricordare che nella fiaba di Pollicino il Signor ORCO dicesse :
UCci UCci sento odor di ALIENucci !