DA QUANDO è USCITO IL "Decreto Lorenzin" sono subissato di richieste di conferenze.

Non scrivetemi e non telefonatemi per invitarmi se non siete disposti a PAGARE. Come purtroppo da almeno 13 anni io non riceverò un centesimo ma ogni soldo andrà al laboratorio Nanodiagnostics di cui pretendete i risultati.


NON SCRIVETEMI PER CHIEDERMI CONSIGLI, PERCHE' CONSIGLI NON NE DO A NESSUNO: LEGGETE I MIEI LIBRI E I MIEI ARTICOLI E TRAETENE LE CONSEGUENZE.

 

COME ANNUNCIATO ALL?ESORDIO, NON FACCIO PIU' CONFERENZE SENZA ESSERE

PAGATO E SENZA CHE I SOLDI ARRIVINO ALMENO

10 GIORNI PRIMA DELLA DATA PREVISTA. CHI

NON E' IN GRADO DI ACCETTARE LE CONDIZIONI

SIA GENTILE E NON MI CONTATTI. NESSUNO DEI DUE PERDERA' TEMPO.

NON SI TENTI DI CONTRATTARE SU NON IMPORTA QUALE DEI

PUNTI ELENCATI DI SEGUITO PERCHE' DIVENTO ANCORA

PIU' ANTIPATICO. IDEM PER LE CONSULENZE.

NON SI CHIEDA DI PAGARE IN NERO PER EVITARE L'AGGRAVIO DELL'IVA PERCHE' NOI FATTURIAMO TUTTO.

 

LO SO, E' LUNGO E OGGI TUTTI HANNO FRETTA, MA CIO' CHE SEGUE VA LETTO LO STESSO SE SI PRETENDE CHE IO TENGA UNA CONFERENZA O CHE PARTECIPI AD UN EVENTO O SE MI SI CHIEDE UNA CONSULENZA. LEGGETE E VEDRETE QUANTO SONO ANTIPATICO.

PREMESSA PER CHI E' SUSCETTIBILE: OGNUNO PRENDA DA CIO' CHE SEGUE QUELLO CHE E' DI SUA PERTINENZA E BASTA. SIA COMUNQUE CHIARO CHE CHIUNQUE M'INVITI CON SUCCESSO AD UNA CONFERENZA O MI CHIEDA CON ALTRETTANTO SUCCESSO UNA CONSULENZA ACCETTA INCONDIZIONATAMENTE TUTTO QUANTO SEGUE. DUNQUE, CONSIGLIO DI ARMARSI DI PAZIENZA E, SE DAVVERO SI VUOLE UN MIO CONTRIBUTO, DI SPENDERE 10 MINUTI DELLA PROPRIA VITA LEGGENDO TUTTO FINO IN FONDO.

PER RISPARMIARE PERDITE DI TEMPO, CHIUNQUE, PER MOTIVI QUALSIASI, PENSA O PERFINO PRETENDE CHE GLI SI PRESTINO SERVIZI DI QUALUNQUE GENERE (DA PARTECIPAZIONI A CONVEGNI, A CONFERENZE, AD ANALISI, A "UN'OCCHIATA" AI DOCUMENTI) A TITOLO GRATUITO, NON PROSEGUA NELLA LETTURA PERCHE' E' NO. SOPRATTUTTO NON MI SCRIVA NE' MI TELEFONI PERCHE' LO SCAMBIO SAREBBE SGRADEVOLE. TUTTO QUESTO VALE ANCHE PER GLI AMICI I QUALI, SE CADONO IN CIO' CHE HO APPENA SCRITTO, AMICI NON SONO MA VOLGARIU PARASSITI.

Per evitare di eseguire analisi per noi costose e che poi non verranno pagate (è successo varie volte), il pagamento deve avvenire contestualmente con la consegna a noi dei campioni. Chi non è d'accordo può serenamente rivolgersi altrove.

Deve essere chiaro che io non sono l'ufficio informazioni. Al 99% delle domande che ricevo quotidianamente ho già risposto da decine a centinaia di volte. Dunque, prima di scrivermi ci si prenda il disturbo di leggere i miei libri e i miei articoli. I numerosi post, la sezione pdf e la sezione F.a.q. di questo sito contengono già moltissime risposte. Deve pure essere chiaro che, se si paga il medico, l'avvocato, il commercialista, il callista, il barbiere, il comico e l'elettricista e, chi può, il personal trainer, se si pretende che io lavori, si paga anche me.

Per quanto riguarda le consulenze da effettuare su documentazione è indispensabile che io possa avere a disposizione TUTTI I DOCUMENTI per poter comunicare un preventivo di spesa. Resta inteso che non inizierò a lavorare se non mi sarà anticipato almeno il 50% della cifra richiesta. Il saldo dovrà essere versato PRIMA della consegna dell'eventuale relazione e, comunque, prima della conclusione dei lavori. QUESTO VALE ANCHE (E SOPRATTUTTO) PER GLI ENTI PUBBLICI CHE, SE PER MOTIVI CHE NON SOLLETICANO IL MIO INTERESSE NON SONO IN GRADO DI RISPETTARE QUESTE CONDIZIONI, SONO PREGATI DI NON FARMI PERDERE TEMPO.

CHI ORGANIZZA CONFERENZE O MIE PARTECIPAZIONI AD EVENTI IN CUI IO SIA COINVOLTO SI ASSUME IPSO FACTO L'IMPEGNO DI ACCETTARE TUTTE LE CONDIZIONI ESPOSTE. POICHE' NON ESISTE ALCUN OBBLIGO DA PARTE DI NESSUNO DI ORGANIZZARE EVENTI NE' MIO DI ACCETTARE DI PARTECIPARVI, SE LE CONDIZIONI NON SONO DI GRADIMENTO, SI LASCI PERDERE CON BUONA PACE DI TUTTI.

Organizzare una conferenza è tutt’altro che semplice e in mani inesperte la cosa si tramuta inevitabilmente e regolarmente in un fiasco. Chi, poi, presume di poter fare a meno di leggere oltre, avrà la sola certezza di fare fiasco e di non vedermi più.
Distribuire volantini e affiggere manifesti è indispensabile e deve essere fatto, ma è del tutto insufficiente. Se non esiste l’appoggio di giornali, TV e radio locali che pubblicizzino con buon anticipo e con costanza l’evento, l’insuccesso è assicurato. Così come se non esiste l’adesione dei vari comitati ambientali locali, se è l’ambiente ad essere coinvolto o dei vari comitati vaccinisti o antivaccinisti nel caso dei vaccini. Di tanto in tanto mi capita di fare conferenze per una decina di persone compresi gli organizzatori e i loro parenti e posso assicurare che farsi centinaia di chilometri e perdere una giornata se non di più a fronte di risultati simili è piuttosto seccante. Sapere, poi, che al termine dell'evento mi troverò al cospetto dei velleitari organizzatori che, con occhi e orecchi da cocker, cercheranno d'inventare qualche scusa tanto improbabile quanto priva di fantasia, mi irrita ancora di più. Per evitare sforzi, suggerisco le più comuni: “Qui non c’è sensibilità.” “Qui se non li vai a tirare fuori di casa…” “Oggi c’era brutto tempo.” "Sa, c'era la Nazionale in TV e..."
Dunque, per evitare malintesi, delusioni e figuracce, e per evitarmi confronti perdenti con divi del pallone in diretta TV o con la sagra del castagnaccio, se non si è in grado di assicurare la presenza di almeno 100 persone (che rappresentano davvero il minimo), si lasci perdere. Io ho scritto articoli e libri (bellissimi) e in quelli si trova molto di ciò che direi alla conferenza e spesso anche di più.
Per la scelta della data, occorre assicurarsi che questa non coincida con altre manifestazioni [partite di calcio, finale di Miss Italia o del Festival di Sanremo, festival della frittella, concerto di un cantante, spettacolo di un comico, esibizione di un reduce dall'Isola dei Famosi (o altri reality show) in un locale della zona, comizi di politici, processioni religiose, ponti in calendario, ecc.] La data, comunque, dovrà essere concordata con congruo anticipo.


Per i resto


1. Io sarò l’unico relatore. Se la cosa non è gradita o si hanno altre intenzioni, s'interrompa qui la lettura, perché io non interverrò. Questo perché impiego all’incirca due ore a spiegare in estrema sintesi i fondamenti del problema che tratto. Poi dedico tutto il tempo necessario per rispondere alle domande, il che, di solito, può occupare anche un altro paio d’ore. Per esperienza pregressa so che l'aggiunta di oratori appesantisce l'evento, introduce ripetizioni e distrae dall'obiettivo che, in genere, è quello di illustrare che cosa siano le nanopatologie o, più recentemente, i vaccini. Mi è anche accaduto in passato di trovarmi di fianco relatori aggiunti che sparavano fesserie terrificanti e il mio trovarmi dallo stesso lato del tavolo m'impediva, per galateo, di prenderli a pedate. In questo modo pareva che io, in qualche modo, sottoscrivessi le loro stravaganze. Comunque, se, poco saggiamente, si pretenderà di aggiungere altri relatori, oltre al compenso pattuito mi si verseranno 500 Euro + IVA per ognuno di loro (il denaro andrà sempre a sostenere la ricerca) e il tempo a disposizione non dovrà in ogni caso superare i 30 minuti per ciascuno di essi. Per motivi di pietà verso il pubblico, auspico, infine, che gli oratori non leggano il loro intervento. Aggiungo che mi sono particolarmente sgraditi gli "scienziati" che non hanno mai fatto un giorno di ricerca e che hanno come fonte di sapere principale Internet.

2. Se proprio non si può fare a meno di una presentazione della manifestazione da parte di qualcuno (che non dovrà leggere il testo), questa dovrà essere limitata ad una sola persona e a non più di cinque minuti non sforabili per nessun motivo. Sovrani, capi di stato, sindaci, assessori, consiglieri, ministri, politici comunque intesi, autorità ecclesiastiche, ministri di qualsiasi culto religioso, nobili, notabili, maggiorenti, mafiosi, massoni, magistrati, industriali, sindacalisti, rappresentanti di comitati o di associazioni di qualunque varietà, scienziati, professori, maestri di pensiero, scemi del villaggio, macchiette locali, vincitrici (o piazzate) di concorsi di bellezza (qui posso fare eccezioni), capiclasse, rappresentanti delle forze dell'ordine, burocrati, scrittori, giornalisti, attori, cantanti, sportivi, astronauti, eroi, personaggi famosi non importa come e perché, raccomandati, amici degli amici, individui "cui non si può dire di no" e quant’altro sono compresi nella singola persona.


3. Non ci dovranno essere altre manifestazioni parallele comprese raccolte fondi o vendite di qualsiasi cosa che non sia volta al sostegno delle nostre ricerche. Nel caso in cui, contrariamente agli accordi, sia allestita una vendita o una raccolta fondi per qualsiasi ragione non destinata DIRETTAMENTE a sostenere la nostra ricerca, io prenderò immediatamente tutto quanto raccolto senza che si abbia niente a che ridire o, in alternativa, a scelta dell'organizzatore, non terrò la conferenza. Questo senza che nulla sia dovuto agli organizzatori. Non esistono eccezioni di sorta.


4. Eventuali striscioni, manifesti, bandiere, insegne e simboli di partiti e/o associazioni di qualunque genere potranno essere esposti solo dopo avere discusso con me la loro presenza con almeno 20 (venti) giorni d'anticipo rispetto alla manifestazione e avere ottenuto la mia approvazione. Non ci si offenda se dico di no a qualche insegna e non si tenti la sorpresa dell'ultimo minuto. Non è, invece, da discutere tutto quanto faccia riferimento a Legambiente o ad associazioni legate in qualsiasi modo al comico Beppe Grillo, perché nulla di tutto ciò sarà ammesso. Qualsiasi tentativo di sorpresa avrà come conseguenza la sospensione immediata della conferenza senza che nulla sia dovuto agli organizzatori.


5. Dovranno essere in dotazione un microfono FUNZIONANTE per me ed almeno uno, pure FUNZIONANTE, per il pubblico (pile cariche + pile di riserva). Almeno una persona messa a disposizione dagli organizzatori dovrà prendersi cura di far circolare il microfono per il pubblico. Non accetto sorprese.


6. Per le mie conferenze dovrà essere in dotazione un videoproiettore perfettamente funzionante e regolato preventivamente in maniera idonea (es. le immagini dovranno risultare rettangolari in 4/3, non in 16/9 e non trapezoidali o, comunque, deformate; la lampada dovrà essere efficiente e le immagini non dovranno essere rosa o verdoline o con altre dominanti di colore). Si tenga presente che un cavo troppo lungo può alterare il colore delle immagini. Il proiettore in qualche modo insufficiente è uno dei tormentoni tipici degli organizzatori improvvisati.


7. Tutta l’attrezzatura dovrà essere controllata con congruo anticipo (NON ALL'ULTIMO MOMENTO) e non dovranno esistere problemi tecnici di nessuna specie. Si sappia che io, coerentemente con me stesso, non sono in grado di risolvere nessun problema e, dunque, non si conti su di me. Non voglio sorprese.


8. Dovrà essere sempre presente un responsabile di tutta l’attrezzatura perfettamente capace di manovrarla, collegamento al computer compreso. Se, malauguratamente, l’attrezzatura è in prestito o a noleggio, occorre che chi l’ha presa in carico la conosca alla perfezione e l'abbia provata di persona. Fidarsi di qualcun altro porta a guai.


9. Lo schermo e non un muro o un lenzuolo o un asciugamano o vecchie tende o cartoni o una porta o altro (scena avvilente già vissuta specie in Piemonte e in Puglia con Nord e Sud in perfetto equilibrio) deve essere abbastanza GRANDE per essere perfettamente visibile con le didascalie proiettate leggibili da qualunque punto della sala, collocato al buio (se ci sono fari puntati in quella direzione vanno tolti) e visibile a tutti. Ogni soluzione di fortuna (ad esempio un piccolo schermo di uso casalingo) è da scartare. E' ovvio che le manifestazioni all'aperto prima del tramonto non sono possibili perché le immagini sullo schermo non sarebbero visibili. Quindi, non si fanno conferenza all'aperto se non in ore notturne. Dopo il proiettore che fa tutto color malva e deformato come visto da un astigmatico, lo schermo formato francobollo è uno dei tormentoni più gettonati.


10. La presentazione deve essere effettuata con il mio computer portatile che manovrerò io stesso direttamente. Nel caso in cui questo non sia possibile, il computer da mettere a disposizione deve essere tassativamente provvisto del programma Windows XP, e Power Point (che deve essere istallato) deve essere, ancora tassativamente, nella versione 2007. Versioni differenti da queste (es. Microsoft Vista o altro) non vanno nemmeno tentate perché non funzionano. Comunque, come già sottolineato, dovrà essere presente un addetto che conosca alla perfezione l'uso del computer.


11. Per collegare il computer al videoproiettore occorrono un cavo VGA di lunghezza idonea. Non ci si trovi all'ultimo momento con un cavo di lunghezza insufficiente o non funzionante o con connessioni inadatte (tormentone al terzo gradino del podio). Qualsiasi  tentativo di connessione diverso dal cavo idoneo non funziona e non lo si tenti goffamente all’ultimo momento.


12. Il mio computer necessita di alimentazione elettrica. La presa non dovrà distare più di due metri dal computer. Eventualmente, occorre essere dotati di una prolunga idonea.


13. Durante la conferenza dovrà essermi messa a disposizione acqua preferibilmente non gassata.

14. E’ gradito un inizio educatamente puntuale della conferenza. Se la popolazione locale è abituata ad arrivare irrispettosamente in ritardo, occorre organizzarsi in modo idoneo.

15: Non ci dovranno essere posti riservati alle "autorità". Gli unici posti riservati potranno essere quelli per i portatori di handicap.

 

16. E' ammesso fare fotografie mentre E' VIETATO FARE RIPRESE VIDEO.


17. Al termine della presentazione il pubblico potrà fare tutte le domande del caso purché in tema con l’argomento e limitate ad un massimo di un minuto ciascuna. Non sarà consentito leggere documenti. Eventuali comizi o interventi fuori tema o letture di memoriali dovranno essere interrotti senza alcun indugio a cura di chi organizza la manifestazione. I politici sono invitati a comportarsi esattamente come tutto il resto del pubblico perché per loro non esisteranno eccezioni. Il pubblico e i politici dovranno essere informati di questo prima dell’inizio della conferenza per evitare delusioni postume. Questo vale anche in Toscana.


18. Il rimborso spese sarà a piè di lista (se lo spostamento avverrà in automobile, il rimborso chilometrico sarà calcolato a tariffa ACI corrente come pubblicato su Internet) e sarà saldato con almeno 10 (dieci) giorni d’anticipo dalla data della conferenza. In mancanza di liquidazione pervenuta entro i 10 (dieci) giorni antecedenti l'evento, la mia partecipazione sarà da ritenere automaticamente annullata senza che io sia tenuto a comunicare nulla. Non si tenti di dilazionare perché mi arrabbio e chiudo ogni posasibilità di comunicazione futura. Il compenso per la conferenza ha un’entità da richiedere direttamente di volta in volta a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. . Si ricorda d'inviare tempestivamente gli estremi per la fatturazione. Se si conta su un'aleatoria raccolta di denaro da effettuare al momento della conferenza, si lasci perdere.

19. In caso di pernottamento, le spese alberghiere saranno liquidate direttamente all'albergo da chi organizza la conferenza. Prego di farmi pernottare in albergo possibilmente decente e silenzioso anche per quanto riguarda gli sciacquoni delle stanze confinanti (non pretendo il lusso ma il decoro, la pulizia e la tranquillità sì) e NON IN CASE PRIVATE perché di notte gironzolo come già faceva mio nonno paterno e potrei infastidire il prossimo oltre ad essere in imbarazzo. Poi la mattina mi sveglio presto e potrei disturbare i padroni di casa, cantando e/o recitando poesie. Dunque, non insistete per sistemazioni diverse dall'albergo perché reagisco male. Per favore, evitatemi pernottamenti in alberghi che contemporaneamente ospitano gite scolastiche.

20. La mattina gradisco una colazione decente. Si tenga presente che non bevo per nessun motivo caffè o tè. Dunque, succhi di frutta o, molto mal che vada, latte freddo.

21. Le spese di ristorante saranno liquidate direttamente al ristorante stesso da chi organizza la conferenza. Per favore, non fatemi mangiare la pizza (un fastidio non sradicabile in Italia) perché mi fa venire sete e parlare per ore diventa faticoso. Tenete presente che le conferenze finiscono quasi sempre molto tardi e spesso i locali sono chiusi. Ci si organizzi preventivamente e non mi si mandi a letto digiuno.

22. In caso di malattia, incidente, lutto, rivolta popolare, cataclismi, eventi terroristici o bellici od impossibilità di raggiungere il luogo della conferenza, la conferenza stessa sarà rimandata ad altra data senza che nulla sia dovuto agli organizzatori.

23. Chi chiede interventi gratuiti, "sconti per amicizia" e quant'altro e chi fa il finto tonto per non pagare il dovuto o non hanno letto ciò che ho scritto o non hanno capito niente.

Se non si è in grado di rispettare completamente e senza eccezioni ognuno dei punti di cui sopra, si prega di non contattarmi per chiedermi una conferenza. Nel caso in cui, al momento dell'inizio della conferenza, le condizioni di cui sopra non fossero rispettate, mi riservo il diritto di andarmene senza che gli organizzatori abbiano nulla a pretendere. Questo punto è fondamentale e deve essere tenuto sempre presente.

Mi è stato fatto notare che quanto scritto sopra, oltre a rendermi particolarmente antipatico, scoraggia chi mi vuole invitare a tenere conferenze. Lo scopo, allora, è stato raggiunto. L'intento è proprio quello di scoraggiare i velleitari che, approfittando della mia disponibilità, mi fanno fare centinaia di chilometri e mi fanno perdere tempo per parlare a quattro amici loro in condizioni di fortuna, accampando poi la già menzionata scusa standard: “A (nome della località) non c’è sensibilità.”  Alcuni anni fa ci fu persino un tale che strepitò via Internet perché rifiutai di andare a casa sua a tenere una conferenza (ero stato in un raggio di 10 km da lui almeno quattro volte nei tre o quattro mesi precedenti) e trovò anche orecchio presso qualche psicotico che ritenne assurdo che io non fossi pronto a rallegrare la serata conviviale del sullodato. La rete dei soliti blog fu, ovviamente, teatro dell'interessante discussione che ne seguì dalla quale io uscii a pezzi per aver così assurdamente rifiutato di fare il mio dovere di attrazione della festicciola privée. Poiché nessuno è obbligato ad invitarmi a tenere conferenze o a partecipare ad eventi, se tutto quanto scritto sopra in minuzioso dettaglio appare inaccettabile, semplicemente si eviti d'invitarmi. Se mi s’invita, è scontato che TUTTE LE CONDIZIONI RIPORTATE QUI SONO ACCETTATE SENZA DEROGHE POSSIBILI.

Leggete http://www.stefanomontanari.net/sito/blog/3065-unorganizzazione-stranamente-perfetta.html

Spero sia tutto chiaro in modo da non dover sopportare tentativi goffi, irritanti e noiosi di contrattazioni o di goffe scusanti o il trovare problemi logistici od organizzativi. Lo dico anche per chi vorrebbe in qualche modo provarci: io so essere molto sgradevole.

Utenti Online

Sostienici

Il Grillo Mannaro

Vaccini si o no

Case Studies in Nanotoxicology and Particle Toxicology

Il pianeta impolverato

Il Futuro Bruciato

Il futuro Bruciato

Per ordinare "Il futuro bruciato come ci stanno incenerendo la salute insieme al pianeta" di Stefano Montanari, Illustrazioni di Vilfred Moneta, Edizioni Creativa www.edizionicreativa.it, Collana dissensi, Saggistica Pagg.178, Inviare una mail a info@edizionicreativa.it

La calza in testa

Il girone delle polveri sottili

Copertina libro Il girone delle polveri sottili

E' disponibile il libro "Il girone delle polveri sottili", clicca sull'immagine per vederlo e/o acquistarlo.

E' disponibile Maratona!

Copertina libro Il girone delle polveri sottili

E' disponibile il libro "Maratona! Come correre per la bellezza di 42 chilometri e vivere felice", clicca sull'immagine per leggere la descrizione. Per ordinarlo: andromeda@alinet.it.

Rifiuto riduco riciclo

Copertina libro Rifiuto riduco riciclo

E' disponibile il libro "Rifiuto riduco riciclo", clicca sull'immagine per vederlo e/o acquistarlo.

Nanopathology

E' disponibile il libro "Nanopathology", clicca sull'immagine per vederlo e/o acquistarlo.

Lo stivale di Barabba

 

E' disponibile in versione E-book "Lo stivale di Barabba", clicca sull'immagine per vederlo e/o acquistarlo.