Numero di visite:: 5646

Un P.S. delle ore 17:05 a fine post

Un P.P.S. delle 9:15 dell'8 settembre

 

Partiamo da un fatto apparentemente meno impattante di ciò che scriverò in seguito.

Sabino Cassese è un signore che va per gli 82 ed è noto per essere stato un grande giurista ed ex giudice della Corte di Cassazione. Tanto di cappello.

Premesso ciò, premetto pure che la Regione Veneto concede una moratoria fino al

2019 a proposito dell’obbligo vaccinale. In breve, fino ad allora i bambini non vaccinati secondo quanto stabilisce la legge Lorenzin potranno essere ammessi ai nidi e alle scuole materne in ambito regionale. È evidente che questo precedente non può piacere alla signora Lorenzin e, dunque, è “normale” che il regime si scateni. E, così, si rispolvera Cassese: la salute di tutti prevale su quella individuale e, poiché è provato che i vaccini salvaguardano la salute di tutti, ecco che la legge Lorenzin non è derogabile.

 

Questo non farebbe una piega se le cose stessero così e se Cassese avesse idea di ciò che dice. Per prima cosa i vaccini stanno facendo guai a non finire e, se esistono malattie che sarebbero scomparse da tempo, lo si deve ai vaccini (vedi poliomielite). Così se esistono malattie diventate diverse da quelle selvagge (es. morbillo). E si vedano gli effetti collaterali, vaccino anti-HPV in primis. Poi, basterebbe leggere un po’ della letteratura che è sfuggita alla censura di Big Pharma per accorgersi di quale sia l’effetto reale dei vaccini e come i guai si moltiplichino presso i vaccinati (es. Søren Wengel Mogensen, Andreas Andersen, Amabelia Rodrigues, Christine S Benn, Peter Aaby - The Introduction of Diphtheria-Tetanus-Pertussis and Oral Polio Vaccine Among Young Infants in an Urban African Community: A Natural Experiment - EBioMedicine ). Il costituzionalista Cassese ignora, poi, che la legge Lorenzin è carta straccia, e questo almeno per due motivi: il primo è che infrange una lunga serie di norme, 12 delle quali scritte proprio nella Costituzione che forse il giurista ha dimenticato. Il secondo è che la Corte Costituzionale, proprio quella in cui Cassese ha svolto la sua meritoria opera, ha stabilito che il parlamento, nominato e non eletto come è stato e come è da qualche legislature, può legiferare solo nell’ambito dell’ordinaria amministrazione. Il che esula totalmente dal trattamento sanitario obbligatorio caro a Big Pharma, alla signora Lorenzin e ai suoi consulenti che a Big Pharma sono così vicini. Insomma, Cassese ha dimostrato tutta la sua ignoranza e tutta la sua presunzione, dimenticando che prima di pontificare è opportuno quanto meno informarsi.

Cambio di argomento seppure non di scenario. A Brescia muore una bambina di malaria. Di malaria? Sì: di malaria. Di malaria contratta a Trento. Fantascienza? No: è la diagnosi ufficiale o, almeno, quella comunicata dal regime. La bambina, 4 anni di età e diabetica, è ricoverata in ospedale a Trento, entra in coma, viene trasportata a Brescia dove muore. La diagnosi è di malaria: una malattia che da noi non è proprio comunissima (4 morti tra il 2011 e il 2015) e che è comunque curabile (mezzo miliardo di malati ogni anno nel mondo e un milione di morti: uno su cinquecento). Stamattina ricevo un messaggio vocale che mi dice che quella bambina (diabetica) è stata vaccinata secondo i voleri della signora Lorenzin e subito si è sentita male. Coma. Morte. Coincidenza fortunata: la GlaxoSmithKline sta per lanciare il provvidenziale vaccino antimalarico (http://www.interris.it/2017/04/26/118550/cronache/le-periferie/malaria-in-arrivo-il-nuovo-vaccino-mosquirix-loms-almeno-750mila-vaccinati-fra-il-2018-e-il-2020.html) che, almeno ci auguriamo, la signora Lorenzin provvederà a rendere obbligatorio.

Ultimo argomento, almeno fino alla prossima che temo non tarderà. Ci spostiamo in Sardegna. Una signora quarantacinquenne soffre di una displasia del collo dell’utero provocata da Papilloma virus umano (HPV). I luminari del luogo la vaccinano con il miracoloso Gardasil. Poi una dose di richiamo. Poi, ieri, la terza dose. Subito la signora non si sente bene e guarda il libretto vaccinale sul quale è stato appiccicato il bollino preso dalla confezione del farmaco e si accorge che questo era scaduto nove mesi prima. Torna subito al centro vaccinale dove la pungono con la siringa contenente il vaccino, stavolta in corso di validità. La signora non sente l’entrata del farmaco nel braccio. Sopra il vecchio bollino viene appiccicato quello nuovo. Io ho tutta la documentazione. Domande: come mai si vaccina una persona del tutto fuori tempo massimo? Il Gardasil è somministrabile solo a chi non ha mai avuto rapporti sessuali e, meno che mai, si somministra a malattia in corso (ovvietà per qualunque vaccino). Ora, a 45 anni e con la malattia già diagnosticata, vaccinare è demenziale. Ancora: perché un vaccino scaduto? E ancora: perché l’ulteriore vaccinazione, vera o falsa che sia? Domanda finale: perché l’Ordine dei Medici, così solerte nel radiare chi vorrebbe fare il medico e vorrebbe vaccinare solo se ne ravvisa la necessità tace di fronte ad atti del genere che non sono certo i primi, tra vaccini scaduti, vaccini ritirati dal commercio eppure ancora somministrati e vaccini iniettati a dispetto di controindicazioni più che palesi?

 

P.S. delle 17:05 -

Stanno arrivando commenti di un’idiozia incredibile.

Una poverina chiede se i vaccini contengano per caso i plasmodi, cioè i patogeni della malaria. La risposta è che i vaccini contengono porcherie assortite, ma non quella.

Moltissimi accusano i biechi extracomunitari di essere portatori della malaria. È difficile trovare qualcosa di più idiota e di più chiaramente segno di un’ignoranza pericolosa. La malaria non si trasmette da individuo a individuo ed è facilmente curabile. Secondo l’OMS la mortalità non supera una persona su 500 affetti e nella civilissima Italia le cure sono disponibili.

 

P.P.S. Zaia si è pentito e ha ritirato la moratoria. Ognuno commenti come si sente di fare.

Commenti  

 
#7 Ecco un altro problemino, tra i tanti, coi vacciniparide 2017-09-09 20:44
http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2017/09/08/ASFatoIJ-fallimento_assessore_sbagliate.shtml

In sostanza, ai sensi della normativa sulla riservatezza, la scuola può comunicare alla ASL i nomi dei bambini iscritti, ma sembra che l'ASL non possa comunicare i dati sanitari dei bambini circa le vaccinazioni alla scuola. E qualche assessore regionale comincia a dirlo.
Però, quando uno accende la scatola magica televisiva, sembra tutto facile, tutto semplice, col popolo che canta inni di lode alla signora Lorenzin e al primo ministro Gentiloni per ringraziarli di questa bella legge.

RISPOSA

Tutte le dittature esibiscono "adunate oceaniche". E, allora, perché i nostri dittatori da operetta non dovrebbero farlo? La privacy? Ma mi faccia il piacere!
 
 
#6 Bla, bla, bla...Fabbri A. 2017-09-09 19:21
Le chiacchiere stanno a zero,... si vabbè, è sempre un piacere stare qui a scambiarsi le opinioni e a discutere, ma la questione è oramai chiara.

Abbiamo una classe politica dirigente iniqua e incapace che non fa più (se mai l'ha fatto)gli interessi del popolo ma i propri e allora che si fa?
Si fa che, o qui salta fuori qualcuno, anzi più di uno, con le palle, capaci di presentarsi presenta alle elezioni come alternativa a questo schifo oppure continueremo a stare qui a blaterale e a prendercelo in quel posto.
Personalmente non vedo altra soluzione.

Eeee lo sò che questo sarà molto improbabile, perchè difficoltoso, impegnativo, dispendioso di energie, poco appagante e molto castrante, ma non vedo altra soluzione.

Io oramai sono anziano e incapace...
In gioventù però, ho contribuito nel mio piccolo a ottenere un qualche risultato sul piano delle conquiste sociali e del lavoro, ma ora da alcuni anni, quando abbiamo mollato il campo noi anziani, i "subentranti" ci hanno fatto rimangiare la capra e pure i cavoli.....
E quindi che si fa?..., si continuerà a stare qui a blaterare....?!?

RISPOSTA

Io non sono anziano: sono vecchio. Ma le palle ce le ho. E proprio questo è il problema: come si fa a fidarsi di un vecchio con le palle e senza interessi loschi? Peggio: come si fa a fidarsi di un vecchio che da anni, facendo ricerca sulla sua pelle, si è accorto che tante porcherie che rendono quattrini a lorsignori sono criminali? Quando io mi ofrii, il 99,7% degli elettori italici mi rise in faccia. E, allora, fate da voi.
 
 
#5 Il ricorso di Zaia e di altri...paride 2017-09-09 19:05
Citazione paride:
Ieri un quotidiano diceva che la moratoria avrebbe esposto i medici a rischi legali nell'applicarla qualora fosse illegittima e che chi l'avesse adottata ne avrebbe dovuto rispondere a sua volta. E' chiara la pressione che si sta esercitando su Zaia. Inoltre, per essere precisi, Zaia ha ancor oggi confermato le opinioni da lui espresse su questa legge. Inoltre va anche detto che la moratoria è stata sospesa e non ritirata, dopo aver chiesto un parere al Consiglio di Stato, nella sua funzione consultiva. Ma la cosa più importante è che Zaia ha impugnato alla Corte Costituzionale non solo il decreto Lorenzin ma anche la legge di conversione. Di questo però i mass media non parlano, enfatizzando soltanto la "retromarcia" sulla moratoria.
Vedi mai poi che la Corte Costituzionale dia ragione a Zaia...

Oggi una signora con due bambini in età da asilo vaccinati al 100% mi ha detto di essere contraria a questa legge e di essere rattristata dall'idea che qualche compagno di asilo dei suoi figli un giorno possa essere allontanato dalla classe, in quanto ciò sarebbe un trauma per tutti, compresi quelli che in classe ci rimangono. Una persona intelligente, evidentemente. Io non credo che il mondo sia fatto solo di persone stupide e disumane

RISPOSTA

Se la Corte Costituzionale sentenziasse che la lorenzinata è legittima, ci sarebbe davvero da andarsene tutti. Gli articoli della Costituzione calpestati sono una dozzina e a questi si aggiunge una lunga sfilata di norme di trattati e accordi internazionali che gl'italiani hanno sottoscritto, magari senza nemmeno capire che roba fosse. Per natura, quando si tratta di "giustizia", io non sono ottimista, ma questa è davvero troppo grossa e non credo che dei costituzionalis ti sarebbero disposti a perdere la faccia come ha fatto l'ottantaduenne ex Sabino Cassese che non ha capito nemmeno di che diavolo stesse parlando.


La Regione Veneto ha promosso un ricorso alla Corte Cost. in via principale, cioè un ricorso diretto contro la legge Lorenzin. Le obiezioni sollevate dalla Regione non riguardano tutti i profili per i quali la legge viola la Costituzione. E' possibile e secondo me probabile che prima o poi qualche cittadino sollevi una questione di costituzionalit à della legge in via incidentale, nell'ambito di un giudizio nel quale il cittadino contesta un provvedimento amministrativo a lui sfavorevole fondato su tale legge. In quella sede possono essere sollevate molte altre questioni di costituzionalit à, più o meno tutte quelle a cui lei accenna e che mi sembrano più significative di quelle sollevate dalla Regione Veneto.
Mi esprimo in termini un po' generici e mi scuso con i giuristi raffinati che sicuramente troveranno delle imperfezioni in quello che ho detto. Ma, alla grossa, le cose stanno più o meno così.
Con ciò voglio dire che questa legge Lorenzin, ancora neonata, potrebbe avere una vita difficile e non raggiungere l'età adulta, per molti motivi di natura giuridica, sociale, politica, amministrativa...Forse ci vorrebbe qualche vaccino anche per questa legge...
 
 
#4 Zaia e la paride 2017-09-09 15:46
Ieri un quotidiano diceva che la moratoria avrebbe esposto i medici a rischi legali nell'applicarla qualora fosse illegittima e che chi l'avesse adottata ne avrebbe dovuto rispondere a sua volta. E' chiara la pressione che si sta esercitando su Zaia. Inoltre, per essere precisi, Zaia ha ancor oggi confermato le opinioni da lui espresse su questa legge. Inoltre va anche detto che la moratoria è stata sospesa e non ritirata, dopo aver chiesto un parere al Consiglio di Stato, nella sua funzione consultiva. Ma la cosa più importante è che Zaia ha impugnato alla Corte Costituzionale non solo il decreto Lorenzin ma anche la legge di conversione. Di questo però i mass media non parlano, enfatizzando soltanto la "retromarcia" sulla moratoria.
Vedi mai poi che la Corte Costituzionale dia ragione a Zaia...

Oggi una signora con due bambini in età da asilo vaccinati al 100% mi ha detto di essere contraria a questa legge e di essere rattristata dall'idea che qualche compagno di asilo dei suoi figli un giorno possa essere allontanato dalla classe, in quanto ciò sarebbe un trauma per tutti, compresi quelli che in classe ci rimangono. Una persona intelligente, evidentemente. Io non credo che il mondo sia fatto solo di persone stupide e disumane

RISPOSTA

Se la Corte Costituzionale sentenziasse che la lorenzinata è legittima, ci sarebbe davvero da andarsene tutti. Gli articoli della Costituzione calpestati sono una dozzina e a questi si aggiunge una lunga sfilata di norme di trattati e accordi internazionali che gl'italiani hanno sottoscritto, magari senza nemmeno capire che roba fosse. Per natura, quando si tratta di "giustizia", io non sono ottimista, ma questa è davvero troppo grossa e non credo che dei costituzionalis ti sarebbero disposti a perdere la faccia come ha fatto l'ottantaduenne ex Sabino Cassese che non ha capito nemmeno di che diavolo stesse parlando.
 
 
#3 Don Abbondio ZaiaCikagiuro 2017-09-09 10:28
Evidentemente il Governatore ha ceduto alle pressioni ed alle minacce dell'establishment dei vaccini. D’altronde il coraggio uno (se non ce l'ha) non se lo può dare
Così anche il Veneto ha finito per allinearsi ai Maroni della Lombardia.

RISPOSTA

Se un elefante si siede su un topolino lo schiaccia. Big Pharma è mille volte più pesante di un elefante.
 
 
#2 Il Veneto e l'Italiaparide 2017-09-06 22:19
Ma qualcuno si rende conto che non ha alcun senso ammettere o esclude i bambini all'asilo in base al fatto che i genitori abbiano fatto una telefonata per prenotare la vaccinazione? Se il bambino è un pericoloso untore, se ci sono dieci epidemia in corso da contrastare, la telefonata non cambia la situazione di un millimetro.
Ci rendiamo conto che moltissime persone faranno la prenotazione della vaccinazione solo per poter mandare il bambino all'asilo e poi, quando dovranno andare veramente a vaccinare il figlio, non lo faranno? Tra la prenotazione e l'effettiva chiamata passeranno vari mesi, chissà quanti, visto l'alto numero di bambini non in regola e i correlati problemi organizzativi. Il giorno prima della data fissata per la vaccinazione il genitore potrà semplicemente dire che il giorno prima il bambino ha avuto la febbre. Chi si assumerà la responsabilità di vaccinarlo ugualmente? L'appuntamento a quel punto verrà spostato, come in un gioco dell'oca.
Inoltre mi pare che tutta questa enfasi per dire: "Cari genitori non preoccupatevi, basta l'autocertificazi one, basta mandare una mail per fissare l'appuntamento per vaccinare, basta una telefonata, basta un fischio dalla finestra..." sia un segno di debolezza da parte di chi ha messo in piedi questo baraccone che non si regge in nessun modo. In termini concreti mi sembra sempre più chiaro che non si può mettere in atto questa cosa. Teniamo anche presente che ci sono varie punture da fare e poi ancora molti richiami, quindi per controllare che ogni bambino sia costantemente al passo con i complicatissimi calendari vaccinali ci vorrebbe un lavoro mastodontico, e un'organizzazione efficientissima degna della Svezia. Applicare questa legge comporta che vari soggetti si assumano responsabilità pesanti, col rischio di errori o di eventi sfavorevoli.
Adesso il governo spera solo di poter dire: "Avete visto quanta gente si è prenotata per fare i vaccini?" Poi sul fatto di quanti andranno veramente all'appuntamento chissà cosa ci diranno...
Secondo me molti non osano dirlo, ma la moratoria di Zaia fa tirare un sospiro di sollievo non solo ai genitori ma anche a chi questa legge la deve applicare.
http://laprovinciapavese.gelocal.it/pavia/cronaca/2017/09/06/news/vaccinazioni-obbligatorie-ora-basta-una-telefonata-1.15817581

RISPOSTA

Il governo si è ficcato in un pasticcio che, nella sua totale incompetenza, non aveva previsto. Ora non sa come barcamenarsi e sprofonda sempre più nel ridicolo.
Zaia ha peggiorato la situazione con un atto che rappresenta un precedente inatteso. Riuscirà la signora Lorenzin a far commissariare il Veneto? Se sì. Occorrerà far arrivare in regione seduta stante una sfilata di camion pieni di vaccini e, per par condicio, anche a tutto il resto dell’Italia.
Chissà se il Paese dei begli addormentanti sarà baciato da qualche principe di buona volontà e si sveglierà.

P.S. Ore 14_16: Zaia ha avuto paura e ha fatto dietrofront.
 
 
#1 il grande tradimentoViorica 2017-09-06 14:38
Per un attimo ho creduto, come tanti altri, che esiste un politico nella classe politica italiana, che ha una coscienza pulita, che veramente vuole il bene di tutti e si mete a disposizione del popolo e cerca di proteggerlo dalle leggi assurde, abusive e addirittura pericolose e minacciose per la liberta e per la salute. Che poi questa legge va a colpire proprio i bambini, la futura generazione. Ma e stata una illusione, e aparte il vomito che ti viene spontaneo, ho sentito anche il gusto amaro del tradimento. Per 24 ore tante persone si sono sentite sostenute e protette. Poi il colpo di grazia. Zaia sicuramente ha ricevuto la sua fetta in denaro sporco dalla grande Alianza con le multinazionali farmaceutiche, vedi Glaxo,etc., e da ora in poi dormirà tranquillo sul letto di euro guadagnati tradendo le persone che doveva proteggere. E un altra grande lezione per tutti noi. Il coraggio di lottare per la liberta e proporzionale con la propria coscienza. La classe politica italiana e putrefatta. Noi andremo avanti e so con certezza che questa lotta sarà vinta dal Amore. Amore per la vita e per la liberta.
 

PER INSERIRE I COMMENTI E' NECESSARIO ESSERE UTENTI REGISTRATI

Trovi i tasti per la registrazione e il login in alto a destra

Utenti Online

Sostienici

Il Grillo Mannaro

Vaccini si o no

Case Studies in Nanotoxicology and Particle Toxicology

Il pianeta impolverato

Il Futuro Bruciato

Il futuro Bruciato

Per ordinare "Il futuro bruciato come ci stanno incenerendo la salute insieme al pianeta" di Stefano Montanari, Illustrazioni di Vilfred Moneta, Edizioni Creativa www.edizionicreativa.it, Collana dissensi, Saggistica Pagg.178, Inviare una mail a info@edizionicreativa.it

La calza in testa

Il girone delle polveri sottili

Copertina libro Il girone delle polveri sottili

E' disponibile il libro "Il girone delle polveri sottili", clicca sull'immagine per vederlo e/o acquistarlo.

E' disponibile Maratona!

Copertina libro Il girone delle polveri sottili

E' disponibile il libro "Maratona! Come correre per la bellezza di 42 chilometri e vivere felice", clicca sull'immagine per leggere la descrizione. Per ordinarlo: andromeda@alinet.it.

Rifiuto riduco riciclo

Copertina libro Rifiuto riduco riciclo

E' disponibile il libro "Rifiuto riduco riciclo", clicca sull'immagine per vederlo e/o acquistarlo.

Nanopathology

E' disponibile il libro "Nanopathology", clicca sull'immagine per vederlo e/o acquistarlo.

Lo stivale di Barabba

 

E' disponibile in versione E-book "Lo stivale di Barabba", clicca sull'immagine per vederlo e/o acquistarlo.