Numero di visite:: 1794

Essere ignoranti non costituisce reato. Mostrarsi nudi può significare rendersi ridicoli.

Di solito io non perdo tempo con certi personaggi, specie se questi sono dei “lei non sa chi sono io” e probabilmente nemmeno loro lo sanno.

Stavolta un amico mi manda un’intervista di tale Alberto Villani

(http://www.linkiesta.it/it/article/2017/06/13/il-presidente-dei-pediatri-italiani-dietro-gli-antivaccinisti-un-giro-/34575/), presidente dei pediatri di casa nostra, e in calce al messaggio aggiunge un commento molto spiritoso che non riporto per pietà umana. Allora, incuriosito, mi sono letto il testo.

Il tale Villani è evidentemente in imbarazzo. Tutto quanto sta emergendo sui vaccini e l’arroganza grottesca e, purtroppo, violenta che circonda il business multimiliardario si sta rivelando ogni giorno di più essere una zappata sui piedi per gli arroganti e i violenti e, allora, ecco che molto maldestramente le truppe cammellate sparano le loro cartucce pere cercare di salvare il salvabile. Ma per sparare è opportuno sapere da che parte esce la pallottola, altrimenti ci si può fare male. E il tale Villani non ha ancora capito.

Rivelando tutto il suo nervosismo, il personaggio esordisce affermando che “intorno alle menzogne dei no-vax si muove un giro di soldi vergognoso.” Il che, in un certo senso, è ineccepibile. Se il tale Villani vuole significare che chi ha una visione critica sui vaccini non riceve un centesimo mentre dall’altra parte corrono fatturati belli grassi e tutto questo è vergognoso, allora non c’è nulla da obiettare. Se, invece, il personaggio intende che chi guarda in modo critico la pratica vaccinale come è messa in atto oggi riceve quattrini, pochi o tanti non fa differenza, allora è bene che sveli al mondo chi sono i mecenati. Se non è in grado di fare nomi, qualcuno giudichi la sua intelligenza e la sua onestà e tenga in debito conto il valore di ciò che afferma.

Lasciando da parte la stravaganza dei soldi misteriosamente consegnati ai cosiddetti no-vax che il tale Villani ripete come una sorta di mantra il cui significato ogni psicologo può illustrare, ecco che si torna sulle menzogne. Quali? Non è dato sapere, anche perché non sono mai arrivate risposte alle obiezioni se si prescinde dagl’insulti che parlano da sé.

A dimostrazione di un’ignoranza non solo ridicola ma allarmante, il presidente dei pediatri si allarga sulle nanoparticelle e, dunque, sulle nanopatologie. Forse nemmeno la mammina della pertosse arriverebbe a sparare tante assurdità e c’è davvero di che preoccuparsi considerando che dalle sue labbra pendono non solo tanti poveri ingenui ma non pochi pediatri. Non tutti, per fortuna, perché c’è ancora vita e dignità sulla Terra. Comunque, un po’ di studio e tanta umiltà non sarebbero sprecati. Quando, poi, il Villani parla di strutture non controllate, non si rende conto di che cosa significhi quell’aggettivo.

Proseguendo e sempre nel più sfrenato non-sense, ecco che il presidente di tutti i pediatri afferma che bisogna “tornare a dare autorevolezza alla figura del medico”. Già: dare autorevolezza facendo fare loro la parte della scimmietta ammaestrata che brandisce una siringa di cui ignora il contenuto che inietta senza aver controllato il soggetto come la buona pratica medica comanda. A che serve frequentare un’università? Basta fare i bravi: niente domande e sempre agli ordini “in scienza e coscienza”.

Trombone finale, ecco l’ultima, peraltro attesa, perlina. Le reazioni avverse dei vaccini sono rarissime. Chissà se il tale Villani ha mai incontrato le migliaia di massacrati o se vive su una nuvoletta.

Un tempo avrei invitato anche lui ad affiancarci quando analizziamo un vaccino e a confrontarsi. Ormai da tempo, però, ho capito che è tutto inutile e, comunque, ad oggi, al di là di chiacchiere mortificanti, nessuno si è mai presentato.

Senza voler infierire su un suicidio morale così palese, di personaggi del genere non abbiamo bisogno. E forse non ha bisogno nemmeno l’industria farmaceutica che con loro rimedia una figura sempre più meschina.

Commenti  

 
#3 Confermeparide 2017-08-09 16:05
Dott. Montanari,
credo proprio anch'io che chi ha architettato tutta questa cosa si sia sparato sui piedi. I mass media non parlano più di questa legge che incide tanto pesantemente sulla vita delle persone, dopo aver nascosto in tutti i modi le piazze piene di gente in protesta. La Lorenzin dice di averlo fatto per il bene dei bambini italiani e che a non essere d'accordo è solo una sparuta minoranza di persone. Allora la maggioranza dovrebbe essere entusiasta di questa legge che protegge i bambini da tanti gravi minacce alla loro salute senza comportare alcun inconveniente. Se fosse vero quello che dice la Lorenzin io mi aspetterei di vedere le piazze piene di gente che ringrazia il governo e le televisioni che non parlano d'altro. Invece il quadro mi sembra un po' diverso.
Staremo a vedere se davanti alle USL ci saranno le file di genitori entusiasti che porteranno i loro figli a farsi 16 vaccinazioni (10 obbligatorie + 4 super racomandate + l'antipapilloma virus + l'antiinfluenzale che non si nega a nessuno). Staremo a vedere se i genitori butteranno le braccia al collo dei vaccinatori- salvatori dei loro figli. Staremo a vedere con quale tripudio verrà da tutti festeggiata la cacciata da asili e scuole materne dei pochissimi bambini non vaccinati figli dei genitori traviati dalle falsità dei no vax.
Invece purtroppo non vedremo le reazioni di quelli che siedono nei consigli di amministrazioni delle multinazionali farmaceutiche.

RISPOSTA

Dovremo aspettare i morti, che già ci sono ma non bastano.
 
 
#2 Villani? Eccolo qui!paride 2017-08-09 07:21
https://www.youtube.com/watch?v=H7tEsrMPDZQ

Guardate dal minuto 54. "Le partnership devono essere molto più strog", dice il Nostro. Ci spiegasse i soldi che prende la Società di cui è presidente dalle case farmaceutiche!
....poi la trasmissione di Gianluigi Paragone, chissà come mai, è stata chiusa anticipatamente . Solo una coincidenza temporale, nessun rapporto causa- effetto, come le reazioni avverse ai vaccini!

RISPOSTA

Basta leggere l'intervista per accorgesi con chi abbiamo a che fare. Forse fra qualche tempo qualcuno si troverà in imbarazzo.
 
 
#1 Scimmiette è fin troppo lusinghieroEfrem Orizzonte 2017-08-08 22:17
Citazione:
ecco che il presidente di tutti i pediatri afferma che bisogna “tornare a dare autorevolezza alla figura del medico”. Già: dare autorevolezza facendo fare loro la parte della scimmietta ammaestrata che brandisce una siringa di cui ignora il contenuto che inietta senza aver controllato il soggetto come la buona pratica medica comanda. A che serve frequentare un’università? Basta fare i bravi: niente domande e sempre agli ordini “in scienza e coscienza”.


Esattamente!

Ma questo è l'inevitabile punto d'arrivo di quella che io definisco Medicina di Stato, preferendo l'espressione a "medicina ufficiale" in quanto gode di riconoscimento, di tutela, ma anche di obblighi da parte della legge.

Le autorità sanitarie non vogliono che il medico abbia un pensiero autonomo. E fin qui, capirei. Ma negli ultimi tempi, gli stessi medici, anche i più piccoli, vorrebbero che ogni loro azione fosse protocollata e irreggimentata.
Sai che sollievo, non poter sbagliare e godere di pressoché totale impunità se hai fatto tutto come era scritto di fare?
Sai che sollievo, non poter essere rimproverato da ASL, ministero e Ordine dei medici se è impossibile fare qualcosa di contrario alle loro imposizioni?
Sai che sollievo, se tutti facciamo la stessa cosa e siamo tutti uguali?
Sai che sollievo, non dover pensare?

L'autorevolezza, i medici non devono vedersela "restituita" dall'alto. Sarebbe appropriazione indebita: erano loro ad averla conquistata, sempre loro sono stati a perderla, con la complicità delle autorità. Ora è tempo di piangere sé stessi, essendo causa del proprio mal. È tempo di farsi qualche esame di coscienza. Ma prima che ci si arrivi, si dovrà assistere (come già avviene) all'ultima resistenza, alle imposizioni ferree che dovrebbero sostituire la dignità e l'autorevolezza. Le quali invece derivano dall'aver svolto un buon lavoro, e dalla gratitudine dei destinatari di quel buon lavoro svolto.

Credetelo bene, non dubitatene: molti medici vogliono essere ridotti a scimmiette ammaestrate, fintantoché potranno essere messi in tanti nella stessa gabbia. Sono sinceramente convinti che la forza del numero li compenserà della perdita di indipendenza, di capacità di pensare, di dignità personale. I medici si sentono attaccati e svuotati di autorità, e sono convinti che la causa siano quelli che non hanno preso la loro stessa laurea (eccetto, ovviamente, chi occupa un seggio a Roma, per volontà popolare o no). La soluzione? Obbligare, e mettere a tacere i dissidenti.

RISPOSTA

A questo punto sono solo i medici a poter salvare loro stessi con un sussulto d'orgoglio. Anni di università, magari anni passati a soccorrere gli ammalati non possono essere sviliti fino al punto di fare da boia ossequiente per qualcuno che da quelle esecuzioni ricaverà quattrini. Nei decenni che ho passato di fianco a loro, spesso in sala operatoria, ho conosciuto mascalzoni (pochi) e persone stupende (molte). Ora non posso credere che i mascalzoni abbiano preso d'improvviso il sopravvento.
 

PER INSERIRE I COMMENTI E' NECESSARIO ESSERE UTENTI REGISTRATI

Trovi i tasti per la registrazione e il login in alto a destra

Utenti Online

Sostienici

Il Grillo Mannaro

Vaccini si o no

Case Studies in Nanotoxicology and Particle Toxicology

Il pianeta impolverato

Il Futuro Bruciato

Il futuro Bruciato

Per ordinare "Il futuro bruciato come ci stanno incenerendo la salute insieme al pianeta" di Stefano Montanari, Illustrazioni di Vilfred Moneta, Edizioni Creativa www.edizionicreativa.it, Collana dissensi, Saggistica Pagg.178, Inviare una mail a info@edizionicreativa.it

La calza in testa

Il girone delle polveri sottili

Copertina libro Il girone delle polveri sottili

E' disponibile il libro "Il girone delle polveri sottili", clicca sull'immagine per vederlo e/o acquistarlo.

E' disponibile Maratona!

Copertina libro Il girone delle polveri sottili

E' disponibile il libro "Maratona! Come correre per la bellezza di 42 chilometri e vivere felice", clicca sull'immagine per leggere la descrizione. Per ordinarlo: andromeda@alinet.it.

Rifiuto riduco riciclo

Copertina libro Rifiuto riduco riciclo

E' disponibile il libro "Rifiuto riduco riciclo", clicca sull'immagine per vederlo e/o acquistarlo.

Nanopathology

E' disponibile il libro "Nanopathology", clicca sull'immagine per vederlo e/o acquistarlo.

Lo stivale di Barabba

 

E' disponibile in versione E-book "Lo stivale di Barabba", clicca sull'immagine per vederlo e/o acquistarlo.