Numero di visite:: 2277

Dopo aver resistito anni, ho perso: sono stato costretto ad aprire una pagina su Facebook: https://www.facebook.com/DottorStefanoMontanari/

Commenti  

 
#9 L'emendamento PD al decreto vacciniparide 2017-06-30 22:13
http://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2017/06/30/vaccini-de-biasi-proposta-riduzione-obbligatori-da-12-a-10_6f5eb73e-e466-44f4-abf0-9dba8ff49a98.html

Nell'articolo si dice che secondo la parlamentare del Pd De Biase le vaccinazioni attualmente obbligatorie sono 6, quelle contenute nell'esavalente. Ma va? E io che avevo sempre creduto che le obbligatorie fossero 4: poliomielite, difterite, tetano, epatite B e che le altre 2 contenute nell'esavalente (pertosse e Hib) fossero somministrate abusivamente insieme alle 4 obbligatorie! Evidente mi sono sempre sbagliato, non essendo possible che la Presidente della Commissione sanità del Senato ne sappia meno di me.
Poi nell'articolo si dice che il vaccino contro il morbillo diventa obbligatorio perché è in corso un'epidemia. Da tutti gli articoli di stampa che gridano all'epidemia si evince che i casi di morbillo sono meno di 3.000, che, su una popolazione di 60 milioni di persone, fanno un caso ogni 20 mila persone. E parliamo non della peste nera ma di una malattia che un'intera generazione ha contratto senza patemi d'animo come una normale malattia dell'infanzia. Ora si dice che fa un morto ogni 3.000 casi e che anzi i morti sono già 2. Peccato che questi 2 morti (di cui uno, la bambina di 9 anni, era FORSE dovuto al morbillo, così si dice...) siano due bambini gravemente malati, uno di tumore e uno di una malattia genetica rara. Tuttavia non sono morti per queste gravi patologie ma di morbillo.
Ma la cosa più divertente dell'articolo è che secondo chi ha proposto questo emendamento (proposto oltretutto dalla maggioranza di governo) l'obbligatorietà del vaccino anti morbillo si giustifica come sopra, mentre quelle di parotite, rosolia e varicella si giustificano per transitività, cioè per il fatto che il vaccino del morbillo non esiste come singolo vaccino ma solo in associazione agli altri 3.
Non male, direi!

Aggiungo un commento all'osservazione del dott. Montanari sul come la mettiamo, nel paese dei falsi invalidi, coi falsi vaccinati.
Io dico che o il decreto Lorenzin è un bluff o verrà trasformato in legge e messo in atto come è stato proposto, cioè con i mezzi coercitivi in esso previsti (sottrazione della patria potestà e megamulte). Siccome non posso permettermi di pensare che un Ministro della Repubblica si comporti con le logiche di un giocatore d'azzardo, propendo per la seconda ipotesi. A questo punto non è difficile ipotizzare che si sviluppi un mercato di falsi certificati di avvenuta vaccinazione. Allora il quadro sarà il seguente: retate per le case con la forza pubblica e bliz a sorpresa nelle scuole per prendere i bambini e vaccinarli con la forza, il tutto in modo sistematico e continuativo. A questo si aggiungeranno prelievi del sangue forzosi ai bambini vaccinati (con nuovo eventuale intervento del Tribunale dei minori e dei Carabinieri con siringa (in questo caso per estrarre e non per iniettare!) in caso di mancato consenso dei genitori) per verificare il livello degli anticorpi e capire se i bambini sono stati davvero vaccinati. Ma, come insegna il caso Petrillo e come sta scritto in tutti i foglietti illustrativi, il vaccino non sempre funziona e inoltre gli anticorpi prodotti decadono nel tempo con velocità variabile da bambino a bambino. Quindi si dovrà decidere se un bambino con pochi anticorpi sia un soggetto scarsamente rispondente al vaccino o un falso vaccinato. Come fare? Una strada possibile potrebbe prendere spunto da quello che si sta facendo nel caso Petrillo. Ipotizzando che ci siano alcuni medici che vendono sottobanco i falsi certificati vaccinali, si cercherà di individuarli e di procedere penalmente nei loro confronti. Come individuarli? Si potrebbe ragionare in termini statistici, come nel caso Petrillo: se risulta che i vaccinati del medico X hanno statisticamente un basso livello di anticorpi rispetto ai vaccinati del medico Y, allora il medico X sarà sospettato. Ma anche se si dovesse concludere per induzione statistica che il medico X fa il furbetto, resterà la difficolta di capire se il bambino Pippo che ha un certificato vaccinale da lui rilasciato e che ha bassi anticorpi sia stato in effetti vaccinato o meno. Nel dubbio che si fa? Lo si (ri)vaccina a forza (di nuovo dopo essere ripassati dal Tribunale dei minori e avvalendosi di nuovo dei Carabinieri con siringa iniettante), che tanto non fa male?
Insomma la faccenda mi sembra un po' ingarbugliatina ...

RISPOSTA

Cerchiamo di essere freddamente oggettivi. Un paese come il nostro è in mano ad una classe politica di personaggi abusivi che nessuno si è mai sognato di eleggere. In molti casi si tratta di qualcono che non sfigurerebbe all'osteria dopo una somministrazion e abbondante di lambrusco (o altro vino a seconda della zona). In altri, si tratta di chi anche là sfigurerebbe. Questo in generale. In campo sanitario forse le cose vanno un po' peggio perché l'incompetenza, l'improvvisazione e la presunzione vanno ad incidere sulla salute di qualche decina di milioni di malcapitate pecore sotto spoglie umane. Chiunque abbia anche solo un minimo di conoscenze specifiche o sia disposto a ragionare spogliandosi del tifo da curva di stadio non può non rendersi conto che siamo immersi in una farsa tragica. Insomma, o ci svegliamo o moriremo nel sonno.
 
 
#8 Tanto per essere precisi: una sentenza molto chiaraparide 2017-06-30 15:13
Allego questo articolo, che parla di una sentenza del Tribunale dei minori di Bologna del 2014 in tema di vaccinazioni obbligatorie e patria potestà:
http://www.comilva.org/legittimita-dellobiezione-di-coscienza-sancita-dal-decreto-del-tdm-di-bologna-proc-57511/
L'articolo contiene un riassunto molto ben fatto, che tocca i punto essenziali della sentenza.
Facendo il riassunto del riassunto, esprimendomi con parole mie: il giudice ha davanti uno specifico bambino e deve decidere se per lui il comportamento dei genitori sia dannoso. Il giudice non si interessa alle politiche sanitarie statali e all'obiettivo di eradicare le malattie vaccinabili, ma si interessa solo alla specifica situazione del bambino che ha davanti e dice che il genitore che non vuole fare i vaccini OBBLIGATORI perché teme gli effetti collaterali non può essere giudicato un cattivo genitore, visto che i rischi di danno ci sono, come dimostra la legge sui danni da vaccino n. 210/1992.
Aggiungo che nel 2005 la legge 229 ha aumentato la misura del risarcimento. Poi di recente abbiamo avuto la nota sentenza della Corte di Giustizia europea, secondo la quale il danno da vaccino deve essere indennizzato anche in assenza di una prova diretta, ma anche solo sulla base di indizi precisi e concordanti.
Sarò noioso ma ripeto ancora che un conto è riuscire a fare qualche vaccinazione con la forza, e un conto è mettere in piedi una macchina delle vaccinazioni forzate su larga scala, che lavori a ciclo continuo, con quotidiani bliz nelle scuole italiane e quotidiani sfondamenti di porte di casa da parte di Carabinieri con siringhe al seguito.
La prima cosa non serve a niente a chi si sta dando tanto da fare con lo slogan "Più vaccini per tutti!". La seconda cosa si scontra con qualche problemino giuridico non di poco conto. Certo poi tutto si può fare. Si potrebbero rimuovere tutti i giudici dai Tribunali e sostituirli con nuovi giudici che diano assolute garanzie... io abolirei anche le elezioni e istituirei il partito unico dei vaccinatori italiani... in fondo nel nostro passato abbiamo qualche esempietto di queste cose. Tutto si può fare...

RISPOSTA

La recente ondata di follia vaccinale è dovuta esclusivamente al fiume di denaro che questa garantisce. Sono certo anch'io che durerà poco ma, nel frattempo, qualcuno si sarà rimpinzato le tasche e nessuno sarà chiamato a rispondere del crimine commesso. Chi si ricorda oggi degli "scienziati" e dei "politici" criminali che decantavano l'amianto, il piombo tetraetile, i CFC, ecc.? La scia di morti e di handicappati resterà una scia di ammassi informi di cellule e nient'altro. E qualcuno, come gl'"imprenditori" del terremoto, riderà di gusto.
 
 
#7 Giorgio Tremanteparide 2017-06-30 13:05
Anche se non in maniera dettagliata, conosco da tempo la storia di Giorgio Tremante.
Tuttavia non si può sorvolare sul fatto che tanti anni sono passati, e che dopo la vicenda di Tremante (risalente agli anni '70) sono state emanate 2 leggi (la 210 del 1992 e la 229 del 2005) sui danni da vaccino. Inoltre, da quanto ho capito, c'è stata una lunga giurisprudenza proprio sulla questione della patria potestà, che ha coinvolto la Corte Costituzionale, la quale ha più o meno stabilito che il giudice può toccare la patria potestà solo laddove venga in rilievo, attraverso la mancata vaccinazione, l'incuria del genitore nei confronti del figlio e che temere gli effetti collaterali dei vaccini, la cui esistenza è testimoniata proprio dalle due leggi di cui sopra, è comprensibile e non può essere preso come elemento indicativo di incuria nei confronti del figlio. Ho visto anche una sentenza recente, mi pare di pochi mesi fa (mi scuso ma sul momento non ho sottomano gli estremi), che si riferiva a un caso relativo alla mancata effettuazione delle 4 vaccinazioni obbligatorie (polio, difterite, tetano e epatite B), nella quale il giudice sosteneva tali principi. Se tale sentenza ha stabilito questo in relazione ai vaccini obbligatori, non credo che allargare da 4 a 12 le vaccinazioni obbligatorie cambi qualcosa. Anche nella versione più aggressiva il decreto Lorenzin non prevede una automatica decadenza dalla potestà genitoriale, in quanto tale provvedimento deve essere sempre preso dal giudice, con riferimento alla specifica situazione individuale. L'automatica decadenza disposta per legge, che sarebbe tecnicamente un vero e proprio trattamento sanitario obbligatorio di massa, non è mai stata neppure ipotizzata, per ragioni che mi sembrano del tutto evidenti.
Una questione curiosa è il fatto che secondo me (ma se qualche utente del blog ne sa di più mi corregga se sbaglio!) le 4 vaccinazioni obbligatorie sono ancora tali. Non credo che ci sia una legge statale che ha abolito l'obbligo, o per meglio dire i 4 obblighi, introdotti con leggi statali in tempi diversi. So che il Veneto ha abolito l'obbligatorietà dei 4 vaccini con un legge entrata in vigore il 1° gennaio 2008. Credo che l'intervento legislativo della Regione sia stato possibile in base alla riforma costituzione del titolo V, avvenuta nel 2001, che ha assegnato una certa competenza legislativa alle regioni in materia sanitaria. Ma anche nelle altre regioni, che non hanno adottato una legge come quella del Veneto, l'obbligo, sempre da quanto ho capito io, era ed è, ad oggi, di fatto inoperante, proprio perché la giurisprudenza che negli anni si è formata di cui parlavo sopra (radicata su pronunce della Corte Costituzionale... e la Costituzione non è stata modificata e non lo sarà neppure dal decreto Lorenzin) ha reso di fatto inapplicabile tale obbligo, almeno nella forma della sottrazione o attenuazione della patria potestà.
Adesso sembra che proprio sulla patria potestà il Governo stia per fare una retromarcia e credo che il quadro che ho sopra delineato (pur certamente con qualche imprecisione, di cui mi scuso) faccia capire il perché di tale retromarcia: emanare una norma tanto aggressiva tra grandi squilli di trombe che poi si rivela una pistola con le polveri bagnate forse non conviene molto. A voler essere maliziosi si potrebbe perfino pensare che si sia trattato solo di una minaccia, lanciata a scopo strategico... ma nessuno di noi è malizioso e quindi scartiamo con orrore tale ipotesi.
Quello che vorrei comunque evidenziare è che il decreto Lorenzin ha suscitano in una larga fetta della popolazione un'attenzione, spesso tinta coi toni della paura, dell'angoscia e dello sbigottimento, sul tema dei vaccini, che non credo farà il gioco di chi vuole raggiungere l'obiettivo (parafrasando Jeremy Bentham) della maggior vaccinazione possibile per il maggior numero possibile di individui. Soprattutto penso che tale obiettivo si allontanerà tanto più quanto più qualcuno penserà di mettere in atto provvedimenti aggressivi come i bliz nelle scuole e i Carabinieri alla porta con le siringhe in mano. Scrivere una legge che prevede che tutti devono dipingere di giallo le mura di casa è molto facile, ma poi realizzare l'obiettivo con la forza pubblica lo è molto meno. E si rischia alla fine solo di indurre nella popolazione l'odio nei confronti del colore giallo.
Nel mio ragionamento non c'è nessuna valutazione morale e nessuna forma di ottimismo (e francamente quello che vedo non mi incoraggia proprio in tale senso) o di auspicio emotivo. Io cerco solo di fare un'analisi della realtà, con molti dubbi ed incertezze. Penso che chi sul tema dei vaccini ha obiettivi e speranze esattamente opposti ai miei, questi stessi ragionamenti li abbia molto chiari.

RISPOSTA

Lei sopravvaluta la mia pure oceanica cultura.
Un giorno, al liceo, la professoressa di filosofia spiegò a noi ragazzotti che l'introduzione delle leggi scritte (più o meno il Codice di Hammurabi) fu un'innovazione importantissima perché permetteva ad ognuno di orientarsi e di uscire dal rischio di essere giudicato a capriccio. L'immane corpus iuris in cui sguazziamo ora ha tradito quella filosofia. Di fatto, non solo nessuno ci capisce niente, ma ogni avvocato e ogni giudice fanno il cosiddetto cherry picking. Insomma, rigore è quando arbitro fischia.
 
 
#6 Come facciamo a mandarli a casa?paride 2017-06-30 11:13
Citazione famous:
http://www.informarexresistere.fr/la7-chiude-la-gabbia-ultima-puntata-sottosegretario-salute-ammette-sperimentazione-su-bambini-italiani-video/?utm_source=dlvr.it&utm_medium=twitter

Tanto è scandaloso che hanno chiuso la trasmissione di Paragone. Se non è regime questo non so più dove viviamo. Ma la mia paura più grande è che magari mandino i vaccinatori nelle
Scuole a iniettare qualcosa ai bimbi senza che i genitori lo sappiamo. Ma come si fa a vivere così? Eppure le tasse io le pago a questo paese schifoso senza ottenere nulla in cambio, manco una lastra gratis è necessaria al pronto soccorso perché fa tutto schifo!

RISPOSTA

La ministrina dell'ospedale ce la siamo voluta noi con la nostra pigrizia e la nostra suprema stupidità. La sola possibilità che abbiamo è liberarci di lei rimandandola finalmente nei salottini a prendere il tè con i pasticcini. Il giochetto è di togliere la patria potestà per mezz'ora, vaccinare il bambino e restituire la patria potestà.



Il senso delle mie parole non è polemico. Inoltre confesso di avere molti dubbi e poche certezze.
Dunque: le manifestazioni in piazza non servono perché i politici non le considerano. Inoltre in queste manifestazioni mi pare di capire che possano talvolta insinuarsi persone che le possono strumentalizzar e per fini personali. Allora cosa facciamo per mandarli a casa?
A me pare che, nonostante tutto, il fatto che ci sia molta gente che va in piazza sia positivo, perché per 1 che va in piazza ce ne sono 10 a casa che in piazza (o magari in quella stessa piazza) non ci sono andati, ma che la pensano più o meno come lui. E questo lo sanno anche i politici, che da ciò possono trarre qualche motivo di timore per la loro poltrona, visto anche che, con tutti i limiti che si vogliono e che si devono riconoscere, qualche forza politica ha preso le distanze da questo decreto Lorenzin.
Sulle vaccinazioni fatte all'insaputa dei genitori coi bliz nelle scuole, vorrei avere da qualcuno che sia esperto della materia una delucidazione tecnico- giuridica sulla loro fattibilità.
Dal punto di vista pratico osservo solo che l'obiettivo dei politici è quello di fare più vaccini possibili a più bambini possibile. Non so se questi bliz servano allo scopo, messo da parte qualsiasi discorso morale. Ne fai uno di questi bliz, ma poi la gente come reagisce? Siccome i vaccini da fare sono tanti, altrimenti il gioco non vale la candela, bisognerebbe mettere in piedi un sistema di bliz organizzato, su vasta, scala e a regime continuo.
Non mi dica che basta farne uno perché così la gente si spaventa e il secondo non serve perché tutti abbasseranno la testolina e senza fare obiezioni anticiperanno il bliz andando volontariamente col bimbo sottobraccio a fare tutte le punture che la Lorenzin vorrà. Mi sembra molto opinabile.
In definitiva ripeto che ho molti dubbi su tutto, nel bene e nel male.

RISPOSTA

Già in passato il giochetto delle vaccinazioni via patria potestà è stato attuato. Telefoni a Giorgio Tremante di Verona (368 3162425) e ne avrà testimonianza.
Come facciamo? O non votiamo o mettiamo in piedi un partito.
 
 
#5 La gabbia open - Paragonefamous 2017-06-29 17:30
http://www.informarexresistere.fr/la7-chiude-la-gabbia-ultima-puntata-sottosegretario-salute-ammette-sperimentazione-su-bambini-italiani-video/?utm_source=dlvr.it&utm_medium=twitter

Tanto è scandaloso che hanno chiuso la trasmissione di Paragone. Se non è regime questo non so più dove viviamo. Ma la mia paura più grande è che magari mandino i vaccinatori nelle
Scuole a iniettare qualcosa ai bimbi senza che i genitori lo sappiamo. Ma come si fa a vivere così? Eppure le tasse io le pago a questo paese schifoso senza ottenere nulla in cambio, manco una lastra gratis è necessaria al pronto soccorso perché fa tutto schifo!

RISPOSTA

La ministrina dell'ospedale ce la siamo voluta noi con la nostra pigrizia e la nostra suprema stupidità. La sola possibilità che abbiamo è liberarci di lei rimandandola finalmente nei salottini a prendere il tè con i pasticcini. Il giochetto è di togliere la patria potestà per mezz'ora, vaccinare il bambino e restituire la patria potestà.
 
 
#4 Ancora sulla pagina FacebookCassino 2017-06-29 15:33
Beh, certamente grazie per i suggerimenti. Personalmente i punti dal 9 al 13 del vademecum prevaccinale non erano per nulla scontati (almeno per me)

RISPOSTA

Sul mio blog c'erano da tempo.
 
 
#3 AttenzioneCassino 2017-06-29 12:07
Premesso che io detesto i social network, ciò che mi sento di suggerirle è di chiedere la collaborazione di almeno una persona per gestire la sua pagina fb. Una persona della sua notorietà non mancherà certo di avere molti sostenitori e altrettanti detrattori, ossia una marea di feedback.
Buon lavoro!

RISPOSTA

Per questo non ho mai voluto una pagina del genere. Ora ho una persona (dott.ssa Isabella Massamba) che gestisce il tutto.
 
 
#2 Nome da correggerefamous 2017-06-28 17:37
Dottore se ne sarà forse già accorto e se è voluto mi perdoni, ma deve correggere il suo nome perché appare "sefano montanari". Prima che i vari scienziati dei media accorrano numerosi a fare quello che sui social viene meglio, cioè sfogare lo stress insultanto il prossimo.
Io non ho un mio profilo Facebook per scelta personale, quindi se lasciasse la sua pagina raggiungibile da tutti come sembra lo sia ora, sarò ben felice di seguirla anche li.

RISPOSTA

Sono totalmente inesperto.
 
 
#1 ... ciononostante ha fatto beneparide 2017-06-28 16:01
Zuckerberg, che è più o meno il padrone di Facebook, ha fatto mostra di vaccinare la figlia in favore di telecamere. Inoltre mi pare che si sia detto favorevole a trovare dei sistemi per filtrare le famigerate fake news da internet. Ma chi sarà il giudice del vero e del falso il signor Zuckerberg non ce lo ha detto...

... nonostante questo e nonostante io non son sia un utente di Facebook, penso che la scelta sia giusta.

RISPOSTA

Vedremo. Io l'ho fatta con il mal di pancia.
 

PER INSERIRE I COMMENTI E' NECESSARIO ESSERE UTENTI REGISTRATI

Trovi i tasti per la registrazione e il login in alto a destra

Utenti Online

Sostienici

Il Grillo Mannaro

Vaccini si o no

Case Studies in Nanotoxicology and Particle Toxicology

Il pianeta impolverato

Il Futuro Bruciato

Il futuro Bruciato

Per ordinare "Il futuro bruciato come ci stanno incenerendo la salute insieme al pianeta" di Stefano Montanari, Illustrazioni di Vilfred Moneta, Edizioni Creativa www.edizionicreativa.it, Collana dissensi, Saggistica Pagg.178, Inviare una mail a info@edizionicreativa.it

La calza in testa

Il girone delle polveri sottili

Copertina libro Il girone delle polveri sottili

E' disponibile il libro "Il girone delle polveri sottili", clicca sull'immagine per vederlo e/o acquistarlo.

E' disponibile Maratona!

Copertina libro Il girone delle polveri sottili

E' disponibile il libro "Maratona! Come correre per la bellezza di 42 chilometri e vivere felice", clicca sull'immagine per leggere la descrizione. Per ordinarlo: andromeda@alinet.it.

Rifiuto riduco riciclo

Copertina libro Rifiuto riduco riciclo

E' disponibile il libro "Rifiuto riduco riciclo", clicca sull'immagine per vederlo e/o acquistarlo.

Nanopathology

E' disponibile il libro "Nanopathology", clicca sull'immagine per vederlo e/o acquistarlo.

Lo stivale di Barabba

 

E' disponibile in versione E-book "Lo stivale di Barabba", clicca sull'immagine per vederlo e/o acquistarlo.