Blog

Qualcuno si sveglia

Parlare di politica mi piace poco, ma, di tanto in tanto, farlo è un dovere civico come era ai tempi di Socrate.

Come siano andate le elezioni del 4 marzo lo abbiamo visto tutti, e tutti abbiamo visto come sia andata questa specie di test comunale di ieri.

Chi, per pigrizia nostra, ci ha “governato” (virgolette obbligatorie) fino ad ora non ha solo goffamente fallito ma ha ridotto il Paese ad un edificio pericolante. È impossibile non accorgersi che, fatti salvi casi di cecità, la gente sta cominciando a svegliarsi e dai politici pretende ciò che è suo diritto pretendere.

Indipendentemente dalle posizioni ideologiche più che legittime in ognuno di noi, una serie di questioni sta causando imbarazzo e, stante quanto è stato fatto ad oggi, non ha trovato risposte. Meno che mai soluzioni.

Provo a compilare un piccolo elenco con un ordine che è casuale e non d’importanza, certo di dimenticare più di qualcosa.

  1. L’arrivo dei barconi e il collocamento dei passeggeri.
  2. La percezione della microcriminalità.
  3. La corruzione fino a livello capillare.
  4. Una burocrazia insensata e soffocante allestita da chi, con ogni evidenza, non ha mai lavorato.
  5. I vaccini e tutti i “sottoproblemi” del caso che non sono limitati al banale, per quanto illegale, allontanamento dei bambini non vaccinati dalla scuola.
  6. Tasse opprimenti da una parte e sprechi mostruosi dall’altra.
  7. Informazioni di regime e censure.
  8. Scuola che sforna impreparati e, di conseguenza, una classe dirigente non all’altezza.
  9. Un ambiente sempre più inquinato che fa ammalare.

Io non ho idea se i due partiti oggi di successo sapranno almeno mettere qualche pezza alle voragini spalancate da chi li ha preceduti. Se non lo faranno, dovremo per forza essere noi ad organizzarci.

Articolo successivo

Lascia una recensione

53 Commenti on "Qualcuno si sveglia"

  Subscribe  
Notificami

Caro dottore, prelude una “discesa in campo”? Che meraviglia!!

Mi sorprende che una persona come lei, con questa abilità a scrivere e narrare (“Il Grillo Mannaro” è uno dei ritratti personologici più acuti che abbia mai letto), voglia passare per un ricercatore ingenuo che si fa facilmente abbindolare da chiunque. No, lei è tutto fuorché ingenuo. La sua scienza naturale vale nulla, ma la sua scienza umana è divina.

Mi sento di rispondere in quanto indirettamente citato. Non credo che Montanari ‘voglia farsi passare’ per qualcuno o qualcosa in particolare. Anzi penso che i problemi di immagine siano l’ultima cosa a cui dia importanza. Il suo commento, signore, si riferisce a una MIA interpretazione. Potenzialmente giusta o sbagliata. Si coglie una sottile distorsione dei fatti -voluta- che ha l’unico scopo di creare tensione in questo piccolo gruppetto. “Ecco, ora per colpa di questo Fax passo per uno che vuole fare la vittima, ma perché non sta zitto?! >.< " Etc etc… Vede, penso che questi giochini funzionino poco quando… Leggi il resto »
Ammetto che non ho minimamente pensato a lei per il mio commento, gentile Fax. Ma proprio per nulla. Però…però…dove stanno qui le offese pesanti, mi scusi? Magari qualche tono lo ho alzato ma…nulla di strettamente personale, ci mancherebbe. E, nonostante la nostra divergenza pressoché totale, la risposta del dottor Montanari mi è parsa molto arguta e ironica (lo dico seriamente!). E, ripeto, “Il Grillo Mannaro” merita di essere letto, davvero, e mi sorprende che un editore non lo abbia pubblicato (penso non sia stato fatto più per incuria e ‘pressappochismo” degli editori che per scomodità…esistono libri su Grillo molto più… Leggi il resto »
Ho letto ‘Grillo e il microscopio’ nella sezione pdf. Che Montanari abbia un grande talento anche nell’esprimersi è fuori discussione. Peccato che lei vede solo quello. Ma è già qualcosa. Per inciso se a uno che ha preso una laurea (lasciamo perdere tutto il resto, ma almeno quello vogliamo riconoscerlo?) lei dice “… la sua scienza vale nulla” direi che è andato un po’ troppo oltre. E c’è qualcosa che sorprende anche me: lei, che dimostra di avere un po’ di cervello ma crede ancora a Babbo Natale e la Befana. Ora però mi scusi…io non amo apparire più del… Leggi il resto »

Io vivo a Milano, lei? Detto questo, i titoli di studio e le onorificenze non credo rendano immuni dalle cavolate: dopo il Nobel, James Watson sosteneva che il QI degli africani era inferiore a quello delle altre popolazioni! Sulla scienza del dottor Montanari mantengo il punto (anche se sono stato brusco): le evidenze e la metodologia usata da lui sono A ESSERE GENEROSI dubbie e controverse.

“James Watson sosteneva che il QI degli africani era inferiore …” Certo che il Dr. Watson aveva proprio le banane in testa quando ha detto questa assurdità. Infatti: https://iq-research.info/en/average-iq-by-country Che poi è uno dei motivi per cui c’è tutta questa corale spinta (i piagnucolanti Saviano et al.) alla “misgenation” degli Africani con la bianca Europa. Un altro è quello di utilizzare queste “risorse” per invadere la Russia. Essi sono infatti TUTTI maschi in età militare (20-40anni) certamente non denutriti ma anzi ben pasciuti e muscolosi. La TAV (“dal Portogallo a Kiev”) è parte integrante di questo demente piano. Ecco spiegate… Leggi il resto »
paolo arturo giovanni

Mi perdoni la domanda: GLD sta per giustamente lecco doverosamente?

Buonasera! Dalla qualità della battuta lei deve essere un cultore di Beppe Grillo. Bravo!

paolo arturo giovanni

Assolutamente no. Mi è venuta spontanea. Per esempio se non digerisco vomito, oppure se m’ intossico mi cago addosso. Sono reazioni naturali , è l’istinto di sopravvivenza a livello metabolico. Perciò l’ istinto di sopravvivenza a livello fisico e mentale innanzi a parassiti consapevoli come lei e i suoi sodali non possono fare altro che lasciarmi solo la possibilità di usare l’ironia.

Ironia raffinata e di livello, che si capisce a una terza/quarta lettura. Bravo!

Chissà se il dottor Montanari valuta gente come lei tra le persone oneste e intelligenti!!

paolo arturo giovanni

non può.. errata corrige

paolo arturo giovanni

Comunque devo renderle merito per avermi fatto sbellicare dalle risate quando è riuscito da solo ( e perciò è stato veramente una gran testa di GLanDe) a scrivere : “Caro dottore, prelude una “discesa in campo”? Che meraviglia!
L’ ilarità deriva dal fatto che il caro Dottore nel campo c’è da tanto, e non è dovuto scendere.

Perché tanta volgarità?

paolo arturo giovanni

Sinceramente non trovo niente di volgare a chiamarla testa di GL..D. quando ciò è dovuto ad un dato di fatto.
Cerchi di capire che ciò che le scrivo è un complimento:
io la reputo sopra la testa di ciò che è già una testa.

Fossero tutti così i suoi sostenitori, il dottor Montanari sarebbe in una botte di ferro! Bravissimo! Comunque, mi chiami come desidera, va benissimo, contento lei. Tuttavia, perché non prova ad argomentare esprimendo le sue opinioni? Magari sono molto interessanti.

Personalmente devo ricredermi sul foraggiamento del nostro dato che, con i tempi che corrono, nessun fesso butterebbe soldi dalla finestra. Pertanto propenderei per la prima ipotesi, in tal senso un vero e proprio self-made man.

Caro dottore, DAVVERO gente come ‘Paolo Arturo Giovanni’ e ‘Dantes’ sarebbero le persone con intelligenza e cultura che frequentano il suo blog? Ed è REALMENTE convinto che qualcuno paghi delle persone per tormentarla sul suo blog? Ma un bell’esame di realtà proprio no?

Per Dantes, non si scrive ‘a capito’ ma ‘ha capito’…

Grazie per la segnalazione del refuso.

Quel che è buffo, a parte disconoscere il profilo scientifico dott. Montanari pontificando sul nulla dall’alto del suo sottoscala, è che nessuno a capito quali siano le sue opinioni ancorchè argomentate.

Il profilo scientifico del dottor Montanari è praticamente nullo. Ha giusto la laurea, neanche un dottorato, un master o uno straccio di specializzazione. E le pubblicazioni sono quelle del suo sito. Come se io mi dichiarassi una rockstar solo perché caricassi sul mio sito delle canzoni che scrivo e suono!

Ma via, non sia modesto, potrebbe benissimo essere una rock star come un tennista di fama, non certo un insegnante d’italiano.

In effetti, “caricassi” è uno strafalcione! 🙂

L’obiettivo minimale di UN TROLL è quello di spostare il focus del dibattito altrove e possibilmente condurlo in una taverna letamaio di azzuffamenti verbali che conducono sempre al solito binario morto del nulla assoluto.
In tutto questo il nostro simpaticissimo GDL ha già raggiunto il suo scopo e anch’io nel momento stesso che lo descrivo divengo una vittima del suo binario morto.

L’obiettivo minimale di UN TROLL è quello di spostare il focus del dibattito altrove e possibilmente condurlo in una taverna letamaio di azzuffamenti verbali che conducono sempre al solito binario morto del nulla assoluto.
In tutto questo il nostro simpaticissimo GDL ha già raggiunto il suo scopo e anch’io nel momento stesso che lo descrivo divengo una vittima del suo binario morto.

Questo post di Montanari conteneva un breve(!) elenco di questioni che avrebbero dovuto innescare un dibattito sereno e costruttivo, ma entra in campo il nostro ineffabile GDL e, come un pifferaio magico, con i suoi post-scagazzi conduce tutti in un insensato, sterile e inconcludente dibattito da tavernicoli.
Fermiamoci ad osservare serenamente tutto questo inutile cacca-chiericcio e meravigliamoci !!! E’ un fenomeno incredibile e pazzesco che si verifica immancabilmente ogni volta che entra in campo un troll con i suoi scagazzi che simulano leggiadria. E anch’io riconosco di essere una vittima.

Caro Ottaviano, io non credo più alla versione del troll in quanto il troll è tutto all’infuori che imbecille. Segui, grazie. Montanari ipotizza tre casi: – GLD è un imbecille; – GLD è uno psicopatico; – GLD è un ometto pagato quattro soldi (troll). Personalmente propendo per la prima ipotesi e il nostro come reagisce? “Caro dottore, DAVVERO gente come ‘Paolo Arturo Giovanni’ e ‘Dantes’ sarebbero le persone con intelligenza e cultura che frequentano il suo blog?” Di fatto è come uno che invece di prendersela in primo luogo con chi gli ha dato una legnata sui denti se la… Leggi il resto »

Caro Dantes, buona vita a lei, ci mancherebbe che nutro dei rancori o rabbia! E mi scuso sinceramente per avere offeso la sua intelligenza (lei è certamente differente rispetto a un ‘Paolo Arturo Giovanni’). Detto questo, se ha voglia di andare a rivedersi come è iniziata la discussione, io ho semplicemente posto delle domande e dei dubbi e…subito ad attaccare con teorie complottiste! E’ vero che sono in casa d’altri ma è anche un luogo pubblico, in un certo senso, in cui ci dovrebbero essere discussioni su temi difficili…qui molti mi sembrano più adepti a una setta che altro…

Carissime e carissimi, no vax o pro-vax, sostenitori o detrattori del dottor Montanari, non c’entra con il contenuto del post ma, per chi non l’ha ancora fatto, si vada a vedere il link ‘Conferenze e Consulenze’ di questo sito. Nemmeno un premio Nobel come Daniel Kahneman o una rockstar come Ozzy Osbourne avrebbero una simile lista di richieste. A mio modesto parere, la cosa migliore è certamente…non portare in pizzeria il nostro per cena (punto 21)…ma anche il 20 sulla colazione non è male! GIURO SU QUANTO HO DI PIU’ CARO CHE NON STO SCHERZANDO!!! Sembra più un evento messianica… Leggi il resto »
@GLD “Da fare carte false …” Non Le basta già propinare notizie false sui blog altrui? Per quanto riguarda questo “psicologo” Daniel Kahneman, non lo avevo mai sentito nominare prima. Immagino comunque che abbia un sacco di lavoro in Israele. “L’Unica Democrazia del Medio Oriente,” dove qualsiasi assassino psicotico, purchè di sangue “ebraico” -quindi avente un qualche progenitore nella Khazaria e zero DNA Medio Orientale- può arruolasi nell’IDF e coronare il suo sogno di vigliaccamente ed impunemente sparare con un fucile di precisione, da postazione ben nascosta e protetta, nella pancia di una infermiera. Il crimine commesso dalla giovane mamma:… Leggi il resto »
Caro Aurelio, Daniel Kahneman è uno studioso molto serio e in gamba! Premio Nobel per l’economia nel 2002. Non mi risulta abbia mai fatto del male a qualcuno, sinceramente. O solo perché ebreo va messo alla gogna? Sinceramente, non capisco il suo collegamento tra Kahneman e il conflitto israeliano-palestinese… Detto questo…quali sono le falsità che ho propinato? Qui mi limito a un semplice ‘copia e incolla’ della sezione ‘Conferenze e Consulenze’ del dottor Montanari…per me è un CAPOLAVORO…specialmente i punti su pernottamento e pasti. GIURO CHE NON STO INVENTANDO O AGGIUNGENDO NULLA! “19. In caso di pernottamento, le spese alberghiere… Leggi il resto »

Quindi?

Quindi riguardo a cosa? Se si riferisce alla lista di richieste del dottor Montanari, mi sembra molto buffa e in grado di dirla lunga sulla sua serietà (oltre che sulla credibilità scientifica): gli scienziati che chiedono denaro per la loro partecipazione a conferenze sono pochi e molto ma molto molto importanti (e anche alcuni di questi non chiedono un centesimo, salvo le spese di viaggio/vitto/alloggio). Insomma, non è che il nostro eroe vuole lucrarci un po’ da questa attività di conferenziere? Nulla di trascendentale, intendiamoci, basta dirlo!

Se invece fa riferimento a Kahneman, penso sia uno scienziato serio.

Il dott. Burioni a quale categoria appartiene?
Ad ogni modo, a mio avviso, se non si ritiene il dott. Montanari importante a sufficienza e non si vuole spendere soldi, basta non chiamarlo, non mi sembra difficile

Secondo me il PROFESSOR Burioni è uno scienziato serio ma non so se si fa pagare per i suoi interventi. Non mi risulta nemmeno che il Professore scriva dettagliatamente richieste riguardanti temi scottanti come la colazione/la pizza/gli alberghi-senza-scolaresche in caso di invito a un intervento…lei ne sa qualcosa, per caso? Sarebbe interessante!

Purtroppo non lo so, chiedevo. Effettivamente sarebbe molto interessante chiederglielo, io non lo faccio perché vorrei evitare di beccarmi del somaro. Nel caso lo volesse fare Lei, stia attento a non fermarsi a PROFESSOR, perché sembra non gli sia sufficiente

paolo arturo giovanni

Gian Pilz . è impossibile interloquire con un organismo che vive in perfetto equilibrio . perciò da sembionte, con l’ anareobiosi della propria cloaca mentale….sia mai che entri un po’ d’ ossigeno e sarebbe la fine.. per non parlare poi se per sbaglio ci fosse una scintilla.

Dopo aver letto questo ho capito che per quel continente e per i suoi abitanti non c’è nessuna speranza. E credo proprio che gli stati europei non abbiano nessuna voglia di cambiare le cose. E anche l’Italia con la Salini Impregilio (per Renzi fiore all’occhiello) nella Valle dell’Omo, con la complicità di quel governo corrotto, ha sterminato una popolazione. E quindi che dobbiamo aspettarci? “14 stati, formalmente indipendenti dal 1960, sono ancora oggi colonie francesi e quindi europee de facto, per via monetaria ed economica. Parliamo di Camerun, Ciad, Gabon, Guinea Equatoriale, Repubblica Centrafricana, Repubblica del Congo, Benin, Burkina Faso,… Leggi il resto »
Gent.ma Sig.ra Martolini, Non sarà forse il caso che prima di cercare di salvare l’intero Continente Africano pensiamo a salvare noi stessi? Non Le è bastato l’assaggio della medioevale ed infame Legge sui Vaccini Obbligatori per capire che aria tira? O desidera che l’Italia faccia la fine dei Palestinesi, ai quali tutto è stato rubato (terra, acqua, gas che ci accingiamo a comprare dai ladri dopo aver costruito a nostre spese il gasdotto intercontinentale), le ragazzine violentate, i ragazzi (quando non violentati dai militari omosessuali) massacrati di botte, denti e ossa fracassati e organi rubati per immetterli nei lucrosi mercati… Leggi il resto »

Non capisco la sua risposta e non vedo cosa c’entri con quello che ho detto io. Sicuramente sarà una mia lacuna

Ho letto e trovato interessante il suo intervento. Ma il fatto è che anche noi europei-levati banchieri e appartenenti a ristretti gruppi privilegiati – siamo vittime di questa politica e di questo sistema. Certo, in Africa sarà sicuramente peggio ma di fatto qui la democrazia e certi diritti stanno sparendo. Basta considerare che abbiamo firmato un trattato che sancisce la superiorità e la precedenza dei decreti europei non solo sulle nostre leggi ma anche sulla costituzione. Chi fa questi decreti noi li conosciamo? Li abbiamo scelti, votati? No. Però questi ora ci comandano. Per chi appartiene alle classi medie ci… Leggi il resto »
Anch’io credo che la Martolini abbia voluto far notare che molte storture africane siano una conseguenza diretta della volontà occidentale, vecchia di secoli ormai, nel depredare quel continente. Dalla deportazione degli schiavi in America al franco africano è stata una sequela di atti colonialistici di cui non si vede fine. L’attacco di Sarkozy alla Libia nel 2011, avallato dal Nobel per la pace Obama, aveva lo scopo di scalzare l’Italia dalla Libia, maggiore partner commerciale di Gheddafi, ed eliminare lui stesso dicendo che era l’ oppressore della primavera araba libica! Senza dire però che era in realtà il gestore di… Leggi il resto »

@eugenio cassi
La matrice autoritario-«religiosa» è sempre la stessa, il disporre del corpo degli altri.
C’è continuità di pensiero Talmudista tra l’ideologia che traspare
– dalle dichiarazioni del Yitzhak Ginsburgh:
https://www.wrmea.org/000-march/book-review-jewish-fundamentalism-in-israel.html
– quelle di Eyal Karim:
https://www.ynetnews.com/articles/0,7340,L-4827240,00.html
– e quelle di Riccardo Di Segni:
http://www.quotidianosanita.it/governo-e-parlamento/articolo.php?articolo_id=53775

Gentile Enrica Martolini, apprezzo molto il suo intervento. Io non conosco nel dettaglio le cose che lei scrive sull’Africa, ma penso comunque che lei abbia centrato il punto. Secondo me quando si dice “aiutiamoli a casa loro” si pensa all’idea di inviare in Africa qualche aereo con un po’ di derrate alimentari (magari poi si tratta di granaglie OGM prodotte da qualche multinazionale) pensando così di aver risolto i problemi che sono alla base dei flussi migratori. Invece per aiutarli davvero bisognerebbe innanzi tutto smettere di sfruttarli e da questo punto di vista ciò che lei dice sulla Francia spiega… Leggi il resto »

La Costa d’Avorio è il primo produttore al mondo di cacao. Sul suo territorio non si trova neanche una tavoletta di cioccolato da comprare, perché per legge (voluta dagli europei) non può trasformare neanche un grammo di cacao ma deve solo esportarlo secondo i voleri europei ai prezzi e alle condizioni da loro imposte. Ma Ferrero è il nostro industriale più ricco!
Così va il mondo e le conseguenze si vedono!

Lei ha perfettamente ragione. Forse uno dei problemi più grandi di quest’ epoca è che chi veramente comanda e ha un potere reale è virtualmente invisibile. Una volta poteva esserci un signorotto locale che ti opprimeva e la popolazione poteva insorgere contro di lui, al limite eliminarlo e provare a creare un sistema diverso. Ma nel mondo di oggi è anche difficile capire chi è il ‘nemico’ chi è responsabile di situazioni come quelle da lei descritte. Poi, individuati i responsabili, si dovrebbe convincere la massa della gente per creare almeno un movimento di opinione ( che magari c’è già… Leggi il resto »
https://codacons.it/tag/roberto-burioni/ 25 giugno 2018 Vaccini, durissima risposta del Codacons: “Consigliamo a Burioni un vaccino contro il delirio di onnipotenza” Durissimo il Codacons contro Roberto Burioni, che in preda ad un delirio di onnipotenza ha accusato l’associazione di “difendere i virus e i batteri”. “Oramai Burioni è in preda […] 23 giugno 2018 VACCINI: CODACONS RISPONDE A BURIONI E TORNA AD ATTACCARE L’IMMUNOLOGO TRA DIRITTI FAMIGLIE E INTERESSI DELLE AZIENDE FARMACEUTICHE NOI DIFENDIAMO LE PRIME. E LUI? CONSIGLIAMO A BURIONI VACCINO CONTRO DELIRIO DI ONNIPOTENZA Durissimo il Codacons contro Roberto Burioni, che in […] 22 giugno 2018 VACCINI, CODACONS CONTRO BURIONI:… Leggi il resto »