Blog

Pensieri di un qualunquista

Di 25 Novembre 2019 2 commenti

Che quelli che ci ostiniamo con ingenua ottusità a chiamare politici si sbranino l’un l’altro per poi amarsi follemente sbranandosi di nascosto, per sbranarsi pubblicamente di nuovo fino a giurarsi amore eterno fa parte dell’avanspettacolo italiota cui siamo addestrati e che, a ben vedere, a molti piace, vista la non reazione.

Forse qualcuno ci avrà fatto caso: indistintamente tutti i partiti (i più attempati dei quali non hanno l’età per andare alla scuola d’infanzia e la cui aspettativa di vita è lo spazio di un mattino) pontificano su tasse, su lavoro, su maltempo… e scaricano addosso all’occasionale nemico tutte le responsabilità del mondo per il disastro che viviamo.

Non ce n’è uno, però, che faccia cenno delle stragi che avvengono quotidianamente negli ospedali italiani a causa della loro sporcizia (http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/boom-di-infezioni-ospedaliere-in-Italia-49mila-morti-anno-9be9182b-1e30-4d24-a166-9424981a3e3e.html). Questo significa che quella che qualche buontempone definisce “la migliore sanità del mondo” è di fatto un macello che si consuma nella sozzura.

E, sempre restando alla salute, nemmeno c’è un partito che s’impegni a cancellare l’orrore della legge che, fuori da ogni regola medica, morale e legale, impone un trattamento sanitario obbligatorio sotto forma di vaccini alla popolazione. Nemmeno i tanto esecrati nazisti erano arrivati a tanto. Chi un tempo dell’abolizione di quella turpitudine faceva un impegno di fronte agl’italiani ha rivoltato senza pudore la frittata, addirittura aggravando ciò che la signora Lorenzin aveva architettato. Ora l’ItaGlia che raglia si sta allegramente incamminando sulle tracce luminose dell’Argentina e di Samoa e di questo dobbiamo ringraziare chi a suo tempo ci vendette come stabulario e tutta la mafia che ci gratifica in punta di ago. Il fatto è, comunque, che i partiti tacciono in blocco.

Per non far torto all’intelligenza dei pochi che mi leggono, non mi dilungherò sull’ovvietà di questi silenzi.

Ora la mia domanda è: che diavolo vogliono gl’italiani?

Per parte mia, quando saremo a ridosso delle elezioni cercherò un partito, uno qualunque, che s’impegni formalmente e senza possibilità di reiterare le truffe ormai tradizionali a ripulire gli ospedali e ad abolire senza por tempo in mezzo la tratta dei vaccini. E devo essere certo che faranno ciò che promettono, una certezza che deve derivare da dimissioni già firmate in caso di fallimento o di voltafaccia.

Da qualunquista che sono, io darò il mio voto a qualunque partito con le caratteristiche di cui ho detto, non esistendo da tempo immemorabile alcuna ideologia e non disponendo di nessuna figura che abbia una statura anche solo microscopica di politico. Il voto lo darò e incrocerò le dita, sperando di veder scomparire per sempre dalla scena personaggi come tutti i grillini, come Grasso, come Tajani, come la Lorenzin, come Renzi e come tanti altri che, pur non avendo avuto occasione di fare guai troppo vistosi, sono in agguato.

2
Lascia una recensione

1 Comment threads
1 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
2 Comment authors
  Subscribe  
Notificami
Gian Pilz

Ammetto di avere seri dubbi su dove postare questo commento.

Siamo alla farsa:
https://www.sigmagazine.it/2019/11/burioni-polemica/

Discussioni tra “galantuomini” per quanto riguarda fumo e fumo elettronico, mentre i genitori denominati free vax vanno insultati.
D’altronde, mettersi contro l’industria del fumo potrebbe essere pericoloso.
Eh già, è tutta una questione di ideali………….