Le vostre domande

nanopatologie

Di 2 Novembre 2008 Non ci sono commenti

La nostra è una domanda forse sciocca ma a cui non troviamo risposta.

In due parole: come mai non siamo tutti ammalati se assimiliamo tutti le stesse nanoparticelle? (almeno qui nel bresciano). Di noi due uno è sano come un pesce e l'altra è diabetica da 6 anni. 

Gemma e Luca 

RISPOSTA

E' l'obiezione che si faceva a Pasteur un secolo e mezzo fa: se è vero che esistono questi germi patogeni, dovremmo essere tutti ammalati. Invece sappiamo per esperienza che non è così: se cento persone stanno a contatto con quelcuno che ha il raffreddore, qualcuno si ammalerà e qualcuno no. Il motivo principale è quello che si chiama variabilità individuale, il che significa che il nostro organismo, complesso per quanto è, si comporta in maniera piuttosto personale di fronte ai patogeni.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami