Blog

Le mie scuse al prof. Burioni e all’Ordine dei Medici di Pesaro

Egregio Prof. Burioni, le persone serie, come io sono, quando sbagliano, lo ammettono e se ne dolgono.

Non sono un “bugiardo” come mi ha definito ma, come uomo, ho commesso involontariamente un errore e me ne scuso.

A seguito della conferenza stampa tenutasi nello scorso dicembre a Pesaro per presentare i risultati da noi ottenuti con una ricerca su di una forma di leucemia, io e mia moglie fummo informati da più persone separatamente che Lei aveva scritto all’Ordine dei Medici di Pesaro per far sì che l’ospedale locale non ci fornisse più i campioni di sangue con i quali continuare le ricerche.

Ritenevamo che quelle persone, per la loro autorevolezza e per il ruolo dalle stesse rivestito, fossero meritevoli della nostra massima fiducia, ragion per cui non ci sorse alcun dubbio in ordine alla veridicità di quell’informazione. E fu per questo che, arrabbiato ed indignato, io ne parlai sul mio blog e sulla mia pagina Facebook.

Ma ora, davanti alla smentita congiuntaSua e del Presidente dell’Ordine dei Medici di Pesaro con cui è stato negato rispettivamente l’invio e la ricezione di qualsivoglia scritto del tenore sopra indicato, non posso altro che dire di essere stato sorpreso nella mia buona fede e di aver dato credito a persone che quel credito evidentemente non meritavano.

Da qui le scuse che doverosamente rivolgo a Lei Prof. Burioni ed all’Ordine dei Medici di Pesaro.

Dott. Stefano Montanari

Lascia un Commento