Blog

La vera epidemia

Di 24 ottobre 2018 40 commenti

Ecco la vera epidemia: qualcosa che, temo, durerà ancora parecchio fino a che il disastro non si sarà compiuto e sarà irrimediabile.

Attraverso i documenti di grandi compagnie di assicurazioni appare ancora più evidente la mostruosa corruzione che corre in campo sanitario, un settore nel quale, comunque, la corruzione è sempre stata rampante. https://aphadolie.com/2018/10/13/des-incitants-financiers-pour-les-medecins-qui-vaccinent-le-plus-denfants-possible/

Chi pensa che l’Italia faccia ribrezzo non sbaglia di certo ma, come si suol dire, tutto il mondo è paese. Il business dei vaccini è, e per distacco, il più remunerativo tra tutti, indipendentemente dal settore merceologico. Produrre vaccini costa quattro soldi, nessuno si preoccupa se funzionino, nessuno si preoccupa dei loro effetti collaterali, sono esenti da sperimentazione, sono esenti da responsabilità civili e penali, non devono cercare clienti perché quelli sono obbligati o condotti per ipnosi alla siringa dalla corruzione politica e, infine, grazie agli effetti collaterali assicurano ai produttori una corposa, ulteriore clientela.

È evidente che il businessman senza scrupoli come spesso sono quelli al vertice della finanza balzano al volo su opportunità come queste e le mance che passano a politici, giornalisti e medici sono un’inezia al cospetto di valori aggiunti inavvicinabili con qualunque altro genere di lavoro.

Senza una presa di coscienza di tutti, non ne usciremo.

Lascia una recensione

40 Commenti on "La vera epidemia"

  Subscribe  
Notificami

Chiedo venia in anticipo ma vorrei un suo parere su certe cose che ho trovato in rete e hanno l’aspetto di ‘serie e credibili’.
Per forza che la gente poi approva le nostre leggi folli quando cerca di informarsi e trova questo: https://www.universomamma.it/allattare-al-seno-immunizza-da-morbillo/
Nello specifico ero curioso di sapere se nell’articolo ci sono delle panzane assolutamente inventate o dati stravolti o cos’altro, se lei ne ha un’idea.

Persino la montanara Val d’Aosta garantisce la sua “pound of flesh”:
https://codacons.it/vaccinazioni-intesa-con-l-usl-per-dare-compensi-ai-pediatri/
25 ottobre 2018
“Vaccinazioni, intesa con l’ Usl per dare compensi ai pediatri”

Senza una presa di coscienza di tutti, non ne usciremo. Innegabile direi, solo che la presa di coscienza c’è, anche se in una percentuale dei cittadini non certo grande. La grave carenza sta invece nella mancanza di un coordinamento fra quella settantina di sigle che vanno in ordine sparso. Sarebbe stato bello vedere le mamme coi passeggini della sfilata di Bologna davanti al Quirinale, armate di uova marce e possibilmente pannoloni pieni di cacca, fare gli onori di casa ai rappresentanti di GSK che il garante della Incostituzionalità ha ospitato nelle storiche sale. Sarebbe stato bellissimo vedere le forze dell’ordine… Leggi il resto »

Avrei un’altra domanda, anche se è un po’ fuori argomento, e riguarda tutte le polemiche di questi giorni TAP sì, TAP no…
Anche se non è propriamente il suo campo, lei ha dati per poter darci un suo parere?

Ecco qua cosa dice il pentastellato Patuanelli sulla legge sui vaccini che stanno preparando. Le domande degli ascoltatori sono chiare, le risposte molto meno. E’ evidente che non sanno che pesci pigliare: togliamo l’obbligo ma allo stesso tempo lo lasciamo per tutti. Allo stesso tempo sfuggono alcune scomode verità come quella sulla pertosse….
https://www.youtube.com/watch?v=O1K2flrA2Vo&feature=youtu.be&fbclid=IwAR0-2VjPn1q23ey18mMkpvXiVRHoMSOq1ktgWSUUH1rVxggYNODZGR_ARFE

Continuo il commento precedente. Ecco come dovrebbe funzionare la nuova legge sui vaccini a firma lega- 5 stelle. La legge Lorenzin rimane in vigore fino a quando non sarà operativa l’anagrafe nazionale dei vaccinati, che ci dirà la verità ultima su epidemie e “coperture” vaccinali. Quindi prevedo che rimarrà in vigore ancora a lungo. Poi entrerà in vigore la nuova legge in sostituzione della Lorenzin, che prevederà l’istituzione di una commissione che dovrà stabilire dove ci sono “emergenze” legate a epidemie in corso (ma questo non è chiarissimo, visto che Patuanelli dice che quando ormai l’epidemia è in corso è… Leggi il resto »
@Paride “la maggior vaccinazione possibile per il maggior numero possibile di persone”. Sono sostanzialmente d’accordo su tutte le Sue osservazioni ma non su questa. A mio avviso, il focus di queste campagne di “vaccinazione obbligatoria” non è sul guadagno, ma soprattutto su:- 1.) Affermare che il corpo dei cittadini è de facto di proprietà dello Stato (i.e., delle multinazionali che lo stanno rapidamente sostituendo). Si veda a riguardo il quasi-obbligo strisciante della donazione degli organi. 2.) Poter iniettare a piacimento “senza se e senza ma” determinate sostanze chimiche e/o virus e/o batteri e/o nanomacchine etc. nella popolazione per vari scopi.… Leggi il resto »
Gentile Aurelio, l’illuminismo fu una corrente filosofica ricca di contraddizioni. L’idea che l’uomo debba utilizzare la ragione per migliorare la propria vita può essere vista come un dato positivo, tuttavia questa idea, portata fino in fondo, potrebbe avere delle conseguenze aberranti. Se l’obiettivo del legislatore è, per citare Bentham, la maggior felicità per il maggior numero, può accadere che in vista di quell’obiettivo si possa sacrificare qualche individuo, se ciò offre un vantaggio alla società. Cesare Beccaria è noto per aver guardato al problema penale da una prospettiva molto avanzata rispetto ai suoi tempi, che lo portava a rifiutare la… Leggi il resto »
C’è poi un altro aspetto interessante in quello che dice il pentastellato Patuanelli nell’intervista, anche se lui vi fa solo un accenno piuttosto vago. L’art. 32 della Costituzione dice che per fare un trattamento sanitario obbligatorio ci vuole una legge. In termini giuridici si dice che c’è una riserva assoluta di legge. Invece la nuova legge sui vaccini a cui stanno pensando prevede un meccanismo per cui di fatto a introdurre l’obbligo sarebbe una fonte di rango secondario (un decreto ministeriale o addirittura un provvedimento di un’autorità locale, visto che si ragionerà guardando a situazioni locali, di dimensioni anche ridotte).… Leggi il resto »
Paride, lei è una forza di ottimismo oltre che una persona di vasta cultura. Ma un MA grande c’è ed è questo: non abbiamo più la Corte, ci sono rimasti dei Cortigiani; 15 + il loro Sovrano ! Io non sono sicuro che se il Patuanelli distorto pensiero passasse per una qualche disgrazia da me fino ad ora impensabile, loro ne farebbero carne di porco con la famosa frase di fantozziana memoria. Visto il risultato dello scorso anno con la 119/17, che avrebbe dovuto essere respinta per evidente anti costituzionalità, io ora non mi fido per niente di questi 15.… Leggi il resto »
Gentile Eugenio, non sono molto d’accordo sulle qualità che lei mi attribuisce. Per quanto riguarda l’ottimismo, le persone che mi conoscono scherzano sempre sul fatto che sono un pessimista. Inoltre non vedo cosa ci sia di ottimistico in quello che ho scritto. A me il fatto che chi ci governa stia pensando di ricattarci tutti in questo modo sembra agghiacciante e angosciante. Se vuole mi sono limitato ad osservare che le strategie a cui stanno pensando non sono chiare a loro per primi e non mi pare che sia così facile trovare una strategia che funzioni per fare una cosa… Leggi il resto »
Beh guardi, chi sa iniziare un discorso e poi chiuderlo in modo logico, cioè comprensibile dai più, qualunque scuola abbia fatto e a che livello è più che sufficiente. La Grillo per esempio, è laureatissima, ma rinuncio a capire un suo discorso con la logica e constato che non sono in grado di tradurre dal “grillino”. Si può essere laureati ma privi di cultura come la signora; e quel Patuanelli, di altro colore e titolo, è uguale; il suo discorso è sconcertante e non immediatamente comprensibile perché non logico. Nel sentire lei qualche settimana fa, e sentire lui nel post,… Leggi il resto »
Eugenio, sentivo or ora un esponente del Governo in TV che diceva che il reddito di cittadinanza si farà senza alcun dubbio, ma… prima bisognerà fare la riforma dei centri per l’impiego. Non le sembra lo stesso discorso della nuova legge sui vaccini, che prevede che, per la sua entrata in vigore, si faccia prima l’anagrafe vaccinale nazionale? Se questo non è un modo per mandarla alle calende greche, che cos’è? Posso sbagliarmi ma penso che così ci terremo la legge Lorenzin per un pezzo, la quale ha degli inconvenienti evidenti. Primo: nessuno farà un filotto di punture al proprio… Leggi il resto »
Paride, io noto però sempre un certo livello di ottimismo in lei se non altro nel cercare il buono dove io non lo vedo proprio. Si perché lei vede, se non ottimisticamente ma almeno con senso di accettazione positiva e non remissione, tre cose che si stanno realizzando. La prima consiste nel fatto che non saranno certo qualche centinaio di euro a far desistere i genitori che non vogliono vaccinare. La seconda consiste nel fatto che si stiano organizzando asili / case privati come concorrenti delle strutture pubbliche per ospitare i piccoli fuori legge. La terza consiste nella certezza che… Leggi il resto »