Blog

La mezza saga dei neutrini

Di 11 settembre 2018 11 commenti

“Oggi il Gran Sasso ospita un Parco Nazionale e dei laboratori sotterranei per la ricerca scientifica, per lo studio della fisica e dell’astrofisica. Un lungo tunnel collega questi laboratori a CERN (Consiglio Europeo per la Ricerca Nucleare), il più grande laboratorio di fisica, che si trova al confine tra la Svizzera e la Francia, vicino alla città di Ginevra.”

No: non è uno scherzo e non è nemmeno una parodia dell’esibizione della signora Mariastella Gelmini, misteriosamente parlamentare italica recidiva  assurta per un attimo, nel remoto 2011, alle ribalte planetarie per un’affermazione che altro non è se non l’impietosa fotografia del nostro Bel Paese. Ciò che avete appena letto si trova in un sussidiario per le scuole elementari edito da Mondadori, un tempo casa prestigiosa e oggi editrice di qualche libro di cui tra qualche anno non si potrà andare fieri.

Qualcuno, nella sua tenera ingenuità, potrà chiedersi come mai ci sia qualcuno che, travestendosi da didatta, trasmette enormità simili come fossero oro colato addirittura trovando qualcuno disposto a stampare quella roba. La spiegazione è banale: se il regime vuole assicurarsi un futuro deve seminare per tempo per accertarsi che le nuove generazioni siano trasformate in ovini disponibili a dare loro il voto indispensabile per perpetuarla la tragicommedia.

Se qualche genitore di fanciullo mi legge e accetta il mio consiglio, scappi da questo paese.

https://www.ilgazzettino.it/nordest/belluno/libro_scuola_errore-3961034.html

Articolo successivo

Lascia una recensione

11 Commenti on "La mezza saga dei neutrini"

  Subscribe  
Notificami
Dr. Montanari, Non bisogna mai dimenticare che abbiamo a che fare con specialisti della disinformazione. Guardi la storia del Ponte Morandi: prima i media ci hanno detto che le telecamere avevano cancellato la traccia magnetica (anche quella precedente al collasso!!!) per il “sisma” dovuto all’impatto della struttura, poi perche’ si erano riempite d’acqua con la pioggia… personalmente, quale probabile causa, opterei per un improvviso e terrificante rilascio di gas da qualche pipistrello che volava li vicino. Non escluderei quindi che il tunnel in questione –a nostra insaputa- esista davvero (come impianto militare), qualcuno in posizioni (purtroppo) elevate per sbaglio lo… Leggi il resto »
Quanto a fake news spaziali, vediamo: Lorenzin: iniezione intratecale… mimando con la mano a mo’ di pistola (pollice e indice tesi) all’altezza della sue tempia, in diretta tv durante il caso Stamina… Dichiarazione recente sempre della somara di cui sopra: “più di 200 morti di morbillo a Londra nel 2013…” Big-Pharma: la chemio-radioterapia unica cura efficace per combattere i tumori… Sempre l’associazione a delinquere di cui sopra: i vaccini hanno salvato l’umanità… Economisti prezzolati: aumento del debito pubblico uguale a maggiore inflazione…(si consideri il caso di scuola del Giappone per smentire una tale fake) Inceneritori: metodo di smaltimento rifiuti non… Leggi il resto »

Dantes, come hai fatto a dimenticare, in questo museo degli orrori, il somaro BubuSette che da tempo “vagola” nei “meRdia” nazionali affermando con estrema “sicumerDa” che il mercurio non c’è nei vaccini, dimostrando … anche di essere privo della più elementare tecnica farmaceutica !?

Giova ricordare LE FAKE NEWS della Minestra MORBILLIN !!! https://youtu.be/2brZassrMOM . “Il 22 ottobre 2014 durate la trasmissione RAI «Porta a Porta» la Lorenzin ha dichiarato: «ricordo che solo di morbillo, di epidemia di morbillo a Londra, cioè in Inghilterra, lo scorso anno (2013) sono morti 270 bambini». Esattamente un anno dopo, il 22 ottobre 2015 alla trasmissione «Piazza Pulita» sempre lei se ne esce con la seguente frase: «di morbillo si muore, in Europa! C’è stata una epidemia di morbillo a Londra lo scorso anno (2014) e sono morti più di 200 bambini». Avete letto bene? I bambini sterminati… Leggi il resto »
paolo arturo giovanni

Dottore, il fatto che il lento declino dell’ istruzione sia stato avvertito da tanti che come Lei frequentarono lezioni di luminari (e non lumini) è agghiacciante proprio per il fatto che nessuno sia riuscito mai neanche minimmamente a rallentarlo.
Adesso entriamo nella glaciazione siderale , ossia un brivido che non pervade l’ anima ma la sovrasta, con una domanda che mi pare lecita:
Chi salverà i nostri bambini se non noi?