Forlì: l'inceneritore Mengozzi "raddoppia" per decisione del Consiglio di Stato

FORLI' – A mettere la parola fine sulla lunga diatriba relativa al quantitativo massimo di rifiuti da bruciare dell'inceneritore Mengozzi è il Consiglio di Stato. Tutto nacque nel 2003, quando la Provincia autorizzò lo smaltimento di 32mila tonnellate di rifiuti. Fu quello che venne presto definito il "raddoppio" di Mengozzi. A mettersi di traverso fu il Comune, aprendo l'ennesima battaglia legale. Ed ora il Consiglio di Stato ha dato ragione alla Provincia.

 

Insomma, l'inceneritore di via Zotti che brucia rifiuti ospedalieri da mezz'Italia, dopo un lungo iter davanti alla giustizia amministrativa, potrà tornare a bruciare 32mila tonnellate di rifiuti all'anno, come prevedeva la prima autorizzazione provinciale. Questo perché il Consiglio di Stato ha ritenuto prevalenti le competenze provinciali nella gestione dell'ambiente e della gestione dei rifiuti.

 

da http://www.romagnaoggi.it/forli/2009/7/1/128838/

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami