Blog

Finalmente in galera chi non vaccina i figli

Di 14 ottobre 2015 23 commenti

L’Emilia Romagna è una terra ricca e fortunata. E tra le grandi fortune c’è quella di avere un assessore alla salute semplicemente illuminato e illuminante. Si tratta di tale Sergio Venturi. Anzi, del dottor Sergio Venturi, laureato in Medicina e burocrate di lungo corso.

Terrorizzato come è giusto che sia dal drastico calo delle vaccinazioni (poliomielite, malattia inesistente in Italia dal 1982, precipitata da una percentuale di copertura del 96,10% al 94,8%; difterite, di cui abbiamo avuto in Italia 5 casi tra il 1990 e il 2000 e poi più nulla, dal 96% al 94,72%; pertosse dal 95,78% al 94,44%, epatite B dal 95,78% al 94,49%) e dalle notizie della strage che sta facendo una malattia terribile come la pertosse, il dottor Venturi ha detto basta. Così in un articolo della giornalista Eleonora Capelli, superesperta dell’argomento tanto da aver scoperto l’esistenza della polioMELITE, probabilmente l’infiammazione cronica di molte mele (http://bologna.repubblica.it/cronaca/2015/10/12/news/venturi_segnalare_alla_procura_chi_non_vaccina_i_figli-124858909/) lo statista scienziato annuncia la sua intenzione di denunciare alla Procura della Repubblica quei genitori che non vaccinano i figli. Ecco: finalmente quei delinquenti faranno la fine che meritano.

Intanto, qualcuno, magari informato in modo diverso di quanto non sia l’assessore Venturi, potrebbe proporre il carcere per chi fabbrica vaccini contaminati da pezzi piccini piccini di metallo; per chi mette in commercio i vaccini senza denunciarne tutti i componenti; per chi mette in circolazione vaccini senza aver fatto la sperimentazione che Biologia comanda; per chi dà il permesso di commercializzazione senza aver completato tutti i controlli del caso; per i funzionari degli enti di controllo che hanno in mano documentazione imbarazzante sui vaccini e insabbiano il caso; per chi somministra quella roba inquinata; per chi vaccina senza aver valutato in modo esaustivo se il soggetto sia già immune dalla/e patologia/e; per chi pratica vaccinazioni in modo illegale (ad esempio, un’esavalente al posto della tetravalente); per chi, pur obbligato, non denuncia gli effetti deleteri delle vaccinazioni;  per chi dà informazioni false o incomplete (esempio: illudendo il soggetto di essere protetto contro una malattia e non contro un solo ceppo della malattia o non dicendo che nessun vaccino è attivo su ogni soggetto); per chi vaccina soggetti che per età non potranno mai essere immunizzati in quel modo; per chi fa terrorismo distorcendo i dati reali (per esempio “morire DI morbillo” invece di “morire CON il morbillo”, e la pertosse non fa differenza) o favoleggiando di epidemie del tutto inesistenti (per esempio, fantasiose epidemie di meningite).

Naturalmente potrei continuare con un elenco di situazioni che non vengono considerate reato semplicemente perché c’è chi lucra, e nemmeno poco, sulle vaccinazioni, e chi lucra sta, divano o sgabello che sia, nel salottino di chi conta. E, invece, si tratta di reati gravissimi e, mi si permetta, pure schifosi.

Come ho sempre affermato, io non ho alcuna intenzione di condannare i vaccini in quanto tali. L’ho sempre affermato: l’idea è geniale, ma, come per ogni farmaco, bisogna farne un  uso onesto e intelligente, due aggettivi che sono in qualche modo sinonimi. L’abuso è illegittimo, eticamente scorretto e non troppo di rado criminale. Insomma, sì ai vaccini a patto che questi siano prodotti come Dio comanda, vale a dire privi di qualunque componente che possa anche lontanamente danneggiare il soggetto, e vanno praticati solo a ragion veduta, con le modalità corrette e solo dopo che il ricevente è stato controllato in modo accurato.

Noi non abbiamo bisogno di geni come l’assessore Venturi, di enti di controllo che tutto fanno tranne controllare, di giornalisti analfabeti, di trasmissioni radio vergognose come quelle che ci propina la RAI o quella recentissima di Radio 24 (http://audio.radio24.ilsole24ore.com/radio24_audio/2015/151013-cuoridenari.mp3) dove la nostra ministra della salute, candidamente priva di qualunque cultura specifica , spara sciocchezze mortificanti o dove una signora “scienziata” dice, in sintesi, che le persone non devono essere informate perché della loro salute si occupano geni come lei e tanto basti.

Ciò di cui abbiamo bisogno è chiarezza, e, se chi fa palate di quattrini con i vaccini  dovrà rinunciare a qualche lusso, devo dire che non me ne importa un fico secco.

Intanto, qualcuno provveda a praticare le cure del caso all’assessore Venturi che, se ne avrà la voglia e il coraggio, potrà confrontarsi con me e rispondere alle mie domande non a chiacchiere ma a fatti, il che significa con dati suoi e non quelli di chi ha tutto l’interesse a diffondere fandonie. La stessa cosa vale per i fari di scienza che illuminano le trasmissioni radio e TV di regime.

Partecipa alla discussione 23 commenti

  • Sauro.S ha detto:

    Latina, il fratello del ministro Lorenzin e l’amicizia con Altomare, arrestato per estorsione con il clan Di Silvio
    Natan Altomare, uno delle 24 persone finite in carcere nell’operazione “Don’t touch” contro il gruppo criminale legato ai Casamonica, parlava la telefono di “sanità” e “cariche” con l’esponente del Nuovo Centrodestra. E tira in ballo la titolare del dicastero: “Ieri Beatrice, stavamo in sala d’attesa, è venuta a salutarci”

    Era più di un referente politico. Era un vero amico, ma soprattutto la chiave che poteva aprire i piani alti dei ministeri. Lorenzo Lorenzin, fratello del ministro della salute Beatrice (non indagato) ed esponente del Nuovo Centrodestra, aveva rapporti più che cordiali con Natan Altomare, uno dei 24 arrestati dalla squadra mobile di Latina, nel corso dell’operazione “Don’t touch” contro il clan Di Silvio, il gruppo criminale legato ai Casamonica. E’ una lunga telefonata a documentare lo stretto rapporto tra il faccendiere di Latina Altomare – legato, in passato, al senatore di Forza Italia Claudio Fazzone – e Lorenzo Lorenzin. Toni scherzosi, da vecchi amici, tra un riferimento ad un incontro con il ministro Beatrice Lorenzin e le congratulazioni del fratello Lorenzo per un nuovo incarico in campo sanitario di Altomare.

    Lorenzo LORENZIN: Natan!!!
    ALTOMARE Natan: ohh, Lorè!!
    (…)
    ALTOMARE Natan: mo m’ha nominato vice presidente, qua a Latina
    Lorenzo LORENZIN: chi?
    ALTOMARE Natan: Alessandro….
    Lorenzo LORENZIN: del Lazio?
    ALTOMARE Natan: è!! della riabilitazione, si, sanitaria, sulla riabilitazione…
    Lorenzo LORENZIN: bene, bene, so contento!!!
    ALTOMARE Natan: è!! bene!!
    Lorenzo LORENZIN: so contento (inc.) così ne pigli un altre due o tre de cariche poi…c’hai più cariche de me!!!! (RIDE)
    ALTOMARE Natan: noooo, no, no, voglio soltanto fa cresce il territorio, qua
    Lorenzo LORENZIN: bravo!!! no, famo cresce il gruppo poi!!!

    I pm definiscono così Altomare: “Non c’è dubbio, ha una personalità criminale poliedrica : riesce ad intrattenere relazioni con Enrico Tiero, esponente politico locale del Ncd, con Lorenzo Lorenzin, fratello del Ministro Lorenzin, e, nonostante abbia questi rapporti certamente “importanti”, tuttavia al tempo stesso coordina le attività di un sodalizio criminoso nell’ambito del quale vengono commessi furti in abitazioni, è autore di un’estorsione continuata (…), e gestisce “affari” con Gianluca Tuma (mente organizzativa del sodalizio, ndr)”. Il vero interesse del fratello del ministro appare chiaro nel corso della telefonata. Per lui Natan Altomare è un uomo di fiducia, da tenere sulla provincia di Latina:

    ALTOMARE Natan: si, a parte il fatto che io, mo te lo dico adesso, io tra qua ed un anno me sposto su Roma, perché c’ho troppi interessi su Roma e devo sta su Roma
    Lorenzo LORENZIN: no, ma su Roma, no, no, però continua a sta’ su Latina
    ALTOMARE Natan: però ecco
    Lorenzo LORENZIN: incominciate a coinvolgere quelle persone che che conoscono pure Lamberto TRIVELLONI, che sono gli ex (incomprensibile) così facciamo un bell’incontro (…) facciamo un bell’incontro su Roma, che a noi ci interessa tanto Roma, é!!

    Il nome di Lamberto Trivelloni, politico Ncd dei Castelli romani, è già noto alle cronache giudiziarie. Una decina di anni fa, quando era assessore nella giunta comunale di Velletri, venne arrestato dalla Guardia di Finanza per associazione per delinquere. Accusa confermata nel corso del giudizio di primo grado che si è concluso due anni fa con una condanna a quattro anni di reclusione e cinque anni di interdizione dai pubblici uffici.

    Nel corso della telefonata si parla anche di un incontro tra Natan Altomare e lo stesso ministro della salute:

    ALTOMARE Natan: oh, ma ieri è stato bellissimo, ieri Beatrice, stavamo in sala d’attesa, è venuta a salutarci, semo rimasti tutti quanti come dei scemi, perché stavamo in sala d’attesa, è arrivato il Ministro a salutarci
    Lorenzo LORENZIN: è certo
    ALTOMARE Natan: con una semplicità e umiltà unica, mamma mia ragazzi!!!

    La telefonata riportata nell’ordinanza di custodia cautelare eseguita lunedì scorso è citata dai magistrati a fondamento di una ipotesi di estorsione contestata a Natan Altomare, nei confronti di una struttura sanitaria di riabilitazione di Latina. Secondo quanto è stato ricostruito nel corso delle indagini, Altomare avrebbe preteso una tangente da 2500 euro al mese per diversi anni, minacciando l’intervento degli “zingari di Latina” e di un gruppo di cittadini romeni a lui legati. L’imprenditore, ascoltato dai magistrati, aveva anche raccontato della promessa di “ampliare l’accreditamento (…) per un totale di 40 trattamenti giornalieri attraverso un suo rapporto con tale Lorenzin, che lui diceva essere fratello del Ministro della Salute Lorenzin. Mi chiese di accompagnarlo a Roma per incontrare questa persona, ma io mi sono rifiutato adducendo varie scuse perché non gli credo più”.

    La telefonata intercettata dimostrerebbe – secondo gli investigatori – la reale esistenza di uno stretto rapporto con Lorenzo Lorenzin, che non è stato ritenuto penalmente rilevante. Pesante, invece, è la situazione giudiziaria di Altomare, accusato, tra l’altro, di aver organizzato alcuni furti compiuti da un gruppo di cittadini rumeni.

    [b]Riceviamo e pubblichiamo[/b]
    In nome e per conto del sig. Lorenzo Lorenzin e in relazione al contenuto diffamatorio dell’articolo dal titolo “Latina, il fratello del Ministro Lorenzin e l’amicizia con Altomare, arrestato per estorsione con il clan Di Sivlio” apparso nella edizione odierna de “Il fattoquotidiano.it”, rappresentiamo l’assoluta estraneità del nostro assistito a qualisvoglia sodalizio criminale e, in particolare, l’assenza di rapporti amicali (come invece riferito nell’articolo: “… era più di un referente politico. Era un amico”) con il sig. Natan Altomare con il quale sono intercorse soltanto alcune telefonate già ritenute prive di ogni rilievo penale dalla competente Procura.
    Peraltro, il nostro assistito non è “esponente del Nuovo Centrodestra” e non riveste alcuna carica politica e/o partitica.
    Con la presente perciò si contesta ogni ingiusto accostamento (contenuto nel titolo e nel catenaccio dell’articolo) tra la persona del sig. Lorenzin e gli ignoti personaggi coinvolti a qualsivoglia titolo nella c.d. operazione “Don’t touch”.
    Si formula, altresì, espressa riserva di agire nelle competenti sedi giudiziarie per la tutela dei diritti e degli interessi del nostro assistito.

    Avv. Antonino Galletti

    IlFattoQuotidiano.it come è facile evincere dall’articolo, privo di qualsiasi portata diffamatoria, ha esclusivamente esercitato il proprio diritto-dovere di cronaca. L’accostamento tra il dottor Lorenzin (che come è specificato nel pezzo non è indagato) e l’arrestato è opera degli inquirenti che nella loro ordinanza riportano le telefonate intercorse tra i due. Leggendole, ciascuno può autonomamente valutare se il dottor Lorenzin e l’arrestato avessero rapporti amichevoli o meno. Riguardo, poi, il ruolo di quest’ultimo nel Nuovo Centrodestra, sul sito internet dello stesso è pubblicato l’organigramma del partito dal quale risulta che il dottor Lorenzin è membro della Direzione Nazionale, eletto il 26 luglio 2014 tra i 6 rappresentati del Lazio. Inoltre Lorenzin risulta precedentemente eletto come 231° tra i 400 membri dell’Assemblea Nazionale di Ncd.

    Fonte:http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/10/14/latina-il-fratello-del-ministro-lorenzin-e-lamicizia-con-altomare-arrestato-per-estorsione-con-il-clan-di-silvio/2126003/

    RISPOSTA

    Noi siamo uomini di mondo e non ci meravigliamo di niente. Naturalmente io non ho idea dei possibili coinvolgimenti della ministra con porcherie di vario genere. Di lei posso solo testimoniare un’incompetenza assoluta in campo sanitario. Averla a capo della sanità italiana è come far comandare una portaerei ad un generale degli alpini.

  • Sauro.S ha detto:

    Sanità: Crimì (PD), a Scuola solo se vaccinati
    Il deputato Dr Filippo Crimì [url]http://www.camera.it/leg17/29?shadow_deputato=305648&idpersona=305648&idlegislatura=17[/url] ha presentato in aula la seguente proposta di legge:

    [b]Misure per il rafforzamento delle coperture vaccinali[/b]
    [b]a Scuola solo se vaccinati[/b]
    di seguito il testo

    Onorevoli Colleghi! Le vaccinazioni della popolazione sono una misura preventiva di grande importanza. Grazie a questo strumento nel corso degli anni abbiamo contrastato l’insorgere di diverse malattie gravi, ed eliminato alcune di queste dal mondo. Basti pensare al vaiolo, causa del decesso di 300 milioni di persone solo nel XX secolo, dichiarato eradicato nel 1981.
    Con le vaccinazioni si è allungata l’aspettativa di vita della popolazione, riducendo l’insorgere di malattie infettive, di tumori di origine virale e di patologie di vario genere, contrastando la diffusione di malattie gravi e mortali quali, per esempio: il tetano, la differite, la poliomielite, l’epatite virale B, la pertosse, il morbillo, la rosolia, la parotite, la meningite, l’infezione da papillomavirus umano, ridotto drasticamente grazie ad una forte campagna di vaccinazioni infantili. Senza i vaccini non saremmo inoltre riusciti a contrastare malattie moderne quali l’influenza aviaria, l’influenza suina e l’ebola evitando ingenti danni in termini di mortalità.
    Si riscontra che nei Paesi scoperti, o mal coperti, da campagne vaccinali, le malattie si presentano in tutta la loro gravità e sono causa di migliaia di decessi. L’efficacia dei vaccini infatti è proporzionale alla loro diffusione. È necessaria una larga copertura vaccinale affinché vi possano essere benefici per un’intera collettività in termini di miglioramento della salute generale, di riduzione delle malattie infettive e della conseguente mortalità.
    Nel nostro Paese sono quattro i vaccini oggi obbligatori: antidifterica, antitetanica, antipoliomelitica, antiepatite virale B.
    Con la presente proposta di legge si intende intervenire affinché le campagne vaccinali in Italia non perdano la loro efficacia per effetto del tasso vaccini sempre più basso.
    Con l’art. 1 si adotta uno strumento per contrastare la possibile diffusione di malattie dovute ad una scarsa copertura vaccinale della popolazione giovanile. Nel dettaglio si vieta l’accesso alle scuole dell’obbligo o agli esami a coloro che siano sprovvisti del certificato di vaccinazione.
    All’art. 2 si prevede che il Ministero della Salute e le Regioni promuovano annualmente una campagna di sensibilizzazione alla vaccinazione in modo da ostacolare la diffusione di informazioni errate e di false notizie, quali la correlazione tra le vaccinazioni e l’autismo, che periodicamente si diffondono tra la popolazione e che sono la causa principale della diffidenza verso i vaccini.
    Con l’art. 3 e l’art. 4 si rendono infine obbligatorie le vaccinazioni infantili contro il morbillo e la pertosse, oggi solo raccomandate.

    Art.1
    L’ultimo periodo del comma 2 dell’art. 47 del D.P.R. 22 dicembre 1967, n. 1518, come modificato dall’art. 1 del D.P.R. 26 gennaio 1999, n.355, è sostituito dal seguente: “La mancata certificazione comporta l’inammissibilità temporanea dell’alunno alla scuola dell’obbligo o agli esami.”
    Art.2
    Annualmente il Ministero della Salute, di concerto con le Regioni, promuove una campagna nazionale di sensibilizzazione per attuare una corretta informazione e contrastare la disinformazione sul tema delle vaccinazioni.
    Art.3
    E’ resa obbligatoria per tutti la vaccinazione infantile contro il morbillo a partire dalla prima dose tra i 12 e i 15 mesi di età. Sono esclusi dall’obbligo di vaccinazione specifici casi clinici per i quali si delega la dichiarazione della necessità di esenzione al medico curante. L’onere della costruzione, diffusione e somministrazione del vaccino è delegata allo Stato Italiano.
    Art.4
    E’ resa obbligatoria per tutti la vaccinazione infantile contro la pertosse a partire dal primo anno di età. Sono esclusi dall’obbligo di vaccinazione specifici casi clinici per i quali si delega la dichiarazione della necessità di esenzione al medico curante. L’onere della costruzione, diffusione e somministrazione del vaccino è delegata allo Stato Italiano.

    [url]http://www.filippocrimi.it/index.php/archivio-notizie/124-sanita-crimi-pd-a-scuola-solo-se-vaccinati[/url]

    RISPOSTA

    Mi chiedo a quando un vaccino per combattere le idiozie. Filippo Crimì è un giovanotto neolaureato in Medicina e diplomato in violino. Speriamo che, suonando, stecchi meno di quando non lo faccia da medico.

  • Everauss ha detto:

    E’ del PD
    [quote]
    Mi chiedo a quando un vaccino per combattere le idiozie. [/quote]

    Ma da un Piddino che ti aspettavi ?

    RISPOSTA

    Dopo tanti anni passati in questo paese sgangherato, mi sono convinto di uno degli assiomi dei tanto vituperati qualunquisti: sono tutti uguali. Se si dovesse fare un censimento delle idiozie sparate dai nostri politici,magari rimpolpato da quello degli strafalcioni grammaticali e sintattici, e dalle assurdità scientifiche, credo che saremmo di fronte ad una lotta fra titani.

  • Abraxas1968 ha detto:

    Preoccupazione
    Sono molto preoccupato. Vivo in Lombardia, ho un figlio di 6 anni che ho deciso di non sottoporre al richiamo vaccinale già dallo scorso anno. La campagna mediatica a favore dei vaccini, comparsa sui media mainstream da una settimana a ‘sta parte, aggressiva come non mai, sta già dando i suoi frutti. Sinceramente, pensavo che i tempi sarebbero stati un po’ più lunghi, per arrivare all’agenda politica: mi sbagliavo.
    Evidentemente, c’è gran fretta di porre rimedio a una situazione che credono possa sfuggire loro di mano in pochi anni. Oggi, vengono ancora vaccinati ben oltre il 90% dei bimbi ma cosa succederebbe se la percentuale scendesse sotto il 70%, solo per dire un numero? Sarebbe troppo tardi per tornare indietro, è di questo che hanno paura?
    Temo, che nei prossimi anni, io e mia moglie saremo coinvolti in una battaglia con le istituzioni, che potrebbe essere vinta solo cambiando “aria”… che stupido, dimenticavo che Big Pharma arriva finanche nel terzo mondo. Non c’è scampo.

    RISPOSTA

    Il calo dei vaccinati è oggettivamente irrisorio: un paio di punti percentuali al massimo. L’allarme strillato da chi campa (anche) di vaccini è dovuto alla tendenza alla diminuzione che si sta verificando. I “vaccinatori” non si rendono conto che non tutta la popolazione è priva di senso critico o, più in generale, è psicologicamente pronta ad accettare qualunque insensatezza e qualunque manifestazione di arroganza, cosicché, con il rifiuto di rispondere alle domande più ovvie e con il bombardamento di pubblicità idiota cui siamo tutti sottoposti, si tira la zappa sui piedi.

  • Abraxas1968 ha detto:

    Preoccupazione
    [quote name=”Gianni”][quote]
    Mi chiedo a quando un vaccino per combattere le idiozie. [/quote]

    Ma da un Piddino che ti aspettavi ?

    RISPOSTA

    Dopo tanti anni passati in questo paese sgangherato, mi sono convinto di uno degli assiomi dei tanto vituperati qualunquisti: sono tutti uguali. Se si dovesse fare un censimento delle idiozie sparate dai nostri politici,magari rimpolpato da quello degli strafalcioni grammaticali e sintattici, e dalle assurdità scientifiche, credo che saremmo di fronte ad una lotta fra titani.[/quote]

    Uno dei quesiti che andrebbero posti è: questa gente è semplicemente sciocca e/o male informata e/o incompetente… cioè: è intellettualmente onesta e certe fesserie le dice e le fa per pura mancanza di capacità? Se la risposta fosse “sì”, allora saremmo in mano a dei cialtroni ma, sebbene a fatica, potenzialmente potrebbero anche ravvedersi; ma temo che la risposta sia “no”, quantomeno per i più influenti di loro. Dunque, che si tratti di vaccini, di tasse, di scuola, di pensioni o di qualsivoglia altra questione sociale, siamo sempre e comunque pollame in batteria.

  • Laura Gia ha detto:

    e le fonti?
    @stefanomontanari articolo bellissimo,però, per essere credibile dovrebbe mostrarci le fonti. non può pubblicarle? Altrimenti non significa nulla. grazie 😉

    RISPOSTA

    Cara signora, è buffo vedere come la credibilità esista se le stesso cose le ha dette un altro, non importa chi. Ciò che io dico è frutto di scoperte nostre, cioè mie e di mia moglie, e, trattandosi di scoperte, quelle cose non le aveva dette nessuno prima.

  • Laura Gia ha detto:

    Riformulo la domanda
    @stefanomontanari ha ragione. Però cambia solo una parola. Ci può mostrare le sue scoperte? Non basta scriverlo ma bisogna dimostrarlo. Grazie

    RISPOSTA

    Invece di perdere tempo , perché non comincia a leggere i miei libri? Ce n’è uno recente pubblicato da Elsevier dopo essere passato attraverso vagli severissimi.

  • ferrero ha detto:

    INFORMAZIONE
    Buona sera Prof.re Montanari sono una mamma di un bimbo di 3 mesi che a breve dovrà fare il vaccino, (cosa che non le farò fare!)ma nella prima vaccinazione esiste qualche vaccino che è “obbligatorio per legge” (es. antitetanica) o questa viene fatta più avanti? e secondo lei anche questa si può evitare o andrebbe fatta? mi consigli so di agire per il meglio ma chiunque mi critica per la mia scelta…

    RISPOSTA

    Cara signora, dico a lei ciò che dico sempre a chiunque: io non do consigli a nessuno. Io mi limito a riferire di ciò che tocco con mano e niente di più.

  • Laura Gia ha detto:

    Ma
    Non perdo tempo. Non può essere vero questo articolo perché non ci sono le prove. Se ce le ha, perché non le pubblica? Non è che tutti devono comprare il suo libro. Tutto qua

    RISPOSTA

    Ma che cosa vuole da me? Mi sta prendendo in giro? Le prove sono pubblicate in una serie di articoli e nei libri scientifici che ho pubblicato insieme con mia moglie. Non può pensare che io venga a casa sua perché a lei scoccia leggere e pretende che venga io a soddisfare le sue curiosità. Se non vuole seprararsi da qualche Euro per comprare il libro, se lo faccia prestare e non mi secchi più con le sue stramberie.

  • Laura Gia ha detto:

    Però…
    @Stefanomontanari su banche dati scientifiche internazionali non risulta nessuna pubblicazione su vaccini e nanoparticelle. I suoi libri sono ritenuti da lei scientifici ma non valgono nulla. Qualcosa da aggiungere?

    RISPOSTA

    Sì, che lei è un’incompetente e sta cercando di farmi perdere tempo. Faccia le sue indagini scientifiche e mi risponda quando è pronta. Nel frattempo, può tranquillamente tornare a vociare in cortile.

  • axlman ha detto:

    Quanta invidia per la moglie e i ricercatori seri…
    Almeno Sergio Venturi è laureato in medicina, mentre Stefano Montanari solo in farmacia: è come se un meccanico facesse le pulci ad un ingegnere…

    Certo, essere ingegnere non basta, dipende anche dalla specializzazione, ma anche l’ingegnere più scarso ne sa più di un meccanico.

    Qui ci vorrebbe un ingegnere meccanico, l’ingegnere generico non basta: ma men che meno basta un semplice meccanico.

    Quindi farmacista Montanari si faccia da parte e lasci la parola ai medici, specie quelli specializzati in virologia.

    E smetta di cercarsi una nicchia di notorietà solo perché è invidioso di sua moglie, usando le di lei ricerche in modo insensato solo per ritagliarsi una fetta di notorietà a spese della salute della popolazione, sparando cavolate a tutto spiano, mettendoci “nano” come prefisso a qualsiasi cosa.

    RISPOSTA

    Comico o tragico?

  • axlman ha detto:

    Quanta invidia per la moglie e i ricercatori seri…
    Se lei fosse un vero scienziato e ricercatore, avrebbe da un bel pezzo scoperto cosa significa “immunità di gregge”, nonché l’inconsistenza delle teorie antivacciniste.

    Un farmacista che non conosce (né sembra in grado di comprendere) il concetto di “effetto collaterale” e di come sia inevitabile, è un tizio che di farmacologia non ha capito manco le basi e che la laurea se la deve essere comprata (o gliela hanno regalata).

    Faccia un favore a noi tutti e al suo amor proprio: nella sua famiglia quella intelligente è sua moglie, lo accetti e smetta di sfruttare i di lei studi per farsi bello imbrogliando la gente con i suoi pseudo-studi potenzialmente portatori di disgrazie a poveri bimbi innocenti.

    RISPOSTA

    Io non so chi lei sia né per che modo sia arrivato qui, ma temo non sappia nemmeno che la laurea in Farmacia (quella che mi è arrivata per posta pagando un bollettino postale albamese nel 1972) è la sola che abbia come tema i farmaci. Per il resto, lei rifaccia le ricerche che ho fatto io e presenti i suoi risultati. Se non è in grado di farlo, almeno per salvare la faccia comunque nascosta per giusta vergogna dietro uno pseudonimo, torni a pontificare nella sua mescita pubblica. Vedrà che tra i suoi compagni di sbronza troverà ascolto.

  • axlman ha detto:

    Finalmente in galera chi non vaccina::, esattamente come chi non paga le tasse
    Chi non vaccina i figli è esattamente come chi non paga le tasse: vuole tutti i vantaggi senza dover rischiare nulla di suo.

    In galera a vita deve andare certa gentaglia, così come perora e difende la loro scelta irresponsabile!

    RISPOSTA

    Provi a cambiare spacciatore. Magari lei non è quello che appare dalla sua raffica tragicomica di commenti e sono solo le sostanze con cui le tagliano la droga a sconvolgerle il cervello.

  • axlman ha detto:

    Ma che bella risposta…
    [quote name=”Stefano Montanari”]Provi a cambiare spacciatore. Magari lei non è quello che appare dalla sua raffica tragicomica di commenti e sono solo le sostanze con cui le tagliano la droga a sconvolgerle il cervello.[/quote]

    Una risposta molto eloquente. Dico riguardo il suo modo di fare e di pensare: non sapendo come ribattere nel merito non trova davvero di meglio che darmi del drogato?

    Bell’esempio di serio scienziato e ricercatore alle cui opinioni affidare la propria salute e soprattutto quella dei propri figli…

  • axlman ha detto:

    Ricerche? Dove? Quando?
    [quote name=”Stefano Montanari”]Per il resto, lei rifaccia le ricerche che ho fatto io e presenti i suoi risultati.[/quote]

    Quali ricerche, degne di questo nome, lei avrebbe fatto sui vaccini? Su quale seria rivista medica con tanto di peer review le avrebbero pubblicate, e quando?
    [b]NOTA BENE:[/b] i veri ricercatori pubblicano su tali riviste, non su siti antivaccinisti gestiti da infermieri e sputtanati in ogni dove da anni per le loro posizioni a dir poco “fantasiose” (tipo autismovaccini.org).

    Ci vorrebbe una legge che, oltre a garantire la libertà di parola, garantisca una pena bella pesante a chi abusa di tale libertà: per esempio cercando di convincere la gente a tenere comportamenti totalmente irresponsabili (come il non far vaccinare i propri figli) solo basandosi su proprie opinioni personali o, peggio ancora, solo per brama di attenzione provando a ritagliarsi un angolo di visibilità col sostenere tesi fuori di testa spacciandole per “controverse”.

    Io sono ateo ma in momenti come questo capisco perché tanta gente senta la necessità che esista un inferno: per farla pagare ai delinquenti che non sono perseguiti in questa vita per i loro crimini.

  • Abraxas1968 ha detto:

    Resto calmo, sennò…
    [quote name=”Axl Man”][quote name=”Stefano Montanari”]Per il resto, lei rifaccia le ricerche che ho fatto io e presenti i suoi risultati.[/quote]

    Quali ricerche, degne di questo nome, lei avrebbe fatto sui vaccini? Su quale seria rivista medica con tanto di peer review le avrebbero pubblicate, e quando?
    [b]NOTA BENE:[/b] i veri ricercatori pubblicano su tali riviste, non su siti antivaccinisti gestiti da infermieri e sputtanati in ogni dove da anni per le loro posizioni a dir poco “fantasiose” (tipo autismovaccini.org).

    Ci vorrebbe una legge che, oltre a garantire la libertà di parola, garantisca una pena bella pesante a chi abusa di tale libertà: per esempio cercando di convincere la gente a tenere comportamenti totalmente irresponsabili (come il non far vaccinare i propri figli) solo basandosi su proprie opinioni personali o, peggio ancora, solo per brama di attenzione provando a ritagliarsi un angolo di visibilità col sostenere tesi fuori di testa spacciandole per “controverse”.

    Io sono ateo ma in momenti come questo capisco perché tanta gente senta la necessità che esista un inferno: per farla pagare ai delinquenti che non sono perseguiti in questa vita per i loro crimini.[/quote]

    Se rispondessi di “pancia”, rischierei la querela, dunque mi auto-censurerò, e non poco.

    Il suo è un fare da [i]troll[/i] prezzolato che non meriterebbe risposta; ma forse è semplicemente un individuo incazzato col mondo che cerca un capro espiatorio purchessia per dare una giustificazione ai propri guai. Partendo da quest’ultima ipotesi (nient’affatto scontata), proverò a considerarla una persona qualunque, il cui difetto più evidente, in questo contesto, è quello di possedere capacità cognitive a livello rettiliano.

    Voglio solo porre l’attenzione su un fatto che, probabilmente, le è sfuggito: se si ritengono i vaccini capaci di proteggere dalla malattia, non si capisce perché aver paura della popolazione non vaccinata la quale, semmai, sarebbe l’unica a rischio. Inoltre, un documento che arriva proprio da uno di quegli enti (entità?) che a lei piacciono così tanto (leggasi FDA, trova qui il link http://www.fda.gov/NewsEvents/Newsroom/PressAnnouncements/ucm376937.htm) parla esplicitamente del vaccino contro la pertosse somministrato negli Stati Uniti; viene fatto notare come uno studio scientifico (suona bene, vero? 😆 ) dimostri la validità del vaccino contro i sintomi della malattia ma come altrettanto non prevenga l’infezione. Significa, in parole povere, che a veicolare l’infezione non sono solo coloro che s’ammalano perché non vaccinati, bensì anche i vaccinati che potrebbero essere portatori sani. Vale anche per altre malattie e relativi vaccinati? Non lo so, ma dovrebbe già essere sufficiente a far sorgere dubbi sulla validità della teoria della cosiddetta “immunità di gregge” – tanto cara a una certa vulgata – quantomeno per quel che concerne la pertosse… malattia riconosciuta pericolosissima! e maggiore causa di morti infantili, finanche più del vitello omogeneizzato… ma per piacere!

    Per quel che concerne l’abuso, reale o presunto, della libertà di parola, le faccio notare che anche lei ne sta godendo e non senza eccessi, sia nei toni che nei contenuti: si contenga, grazie.

    RISPOSTA

    Da qualche tempo un drappello di personaggi, tutti regolarmente anonimi, tutti regolarmente ignoranti, tutti regolrmente in malafede, sta tentando di coprirmi di fango. Il fatto è positivo perché evidentemente sto colpendo nel segno. E non parlo solo di vaccini.

  • Everauss ha detto:

    Sono vivo
    Fra il 1972 e il 1976 la medicina non era così evoluta come ora, eppure ho fatto il morbillo, la rosolia e la pertosse …e sono ancora vivo.

    Vuol dire che sono un highlander ? 🙂

    RISPOSTA

    E la varicella? Io ho fatto anche quella.

  • Acselio mannaro ha detto:

    Buon per te che sei vivo: e quindi?
    [quote name=”Gianni”]Fra il 1972 e il 1976 la medicina non era così evoluta come ora, eppure ho fatto il morbillo, la rosolia e la pertosse …e sono ancora vivo.

    Vuol dire che sono un highlander ? :)[/quote]

    No, significa solo che sei stato uno dei tanti che non hanno patito in modo significativo di quelle malattie.

    Il che non significa che siano malattie innocue, anche se certuni cercano di farle par passare come tali: ci si può anche morire o restare menomati a vita, con morbillo, rosolia e pertosse.

    Un centinaio di anni fa andava di moda, e non solo nella Germania Nazista, l’idea dell’eugenetica come cosa buona e giusta: idioti, delinquenti e handicappati non devono poter fare figli (a cui passerebbero i loro geni corrotti), in nome della purezza della razza.

    Oggi gli idioti hanno scelto di fare auto-eugenetica, pseudo-curandosi con cavolate stratosferiche (tipo omeopatia) e facendo di tutto per mettere in pericolo i loro figli (non facendoli vaccinare e/o “curandoli” con le suddette pseudo-cure da folli).

    Peccato per loro che Darwin vince, e vincerà, sempre.

    [quote name=”Stefano Montanari”]
    E la varicella? Io ho fatto anche quella.[/quote]

    Gran risposta. Ponderata. Proprio degna di uno scienziato serio e preparato.

  • Acselio mannaro ha detto:

    Sennò cosa, leone da tastiera?
    [quote name=”IVAN”]Il suo è un fare da [i]troll[/i] prezzolato che non meriterebbe risposta[/quote]

    Eppure mi rispondi lo stesso: viva la coerenza.

    [quote name=”IVAN”]ma forse è semplicemente un individuo incazzato col mondo che cerca un capro espiatorio purchessia per dare una giustificazione ai propri guai.[/quote]

    Naaaa.
    Quelli incazzati col mondo che cercano un capro espiatorio purchessia per dare una giustificazione ai propri fallimenti esistenziali sono i tizi come te o quelli che vi danno corda (tipo Montanari): sempre pronti a tirare fuori un complotto pur di non ammettere la realtà delle cose, e cioè di essere essenzialmente dei falliti in cerca di attenzione mediatica.

    [quote name=”IVAN”]Partendo da quest’ultima ipotesi (nient’affatto scontata), proverò a considerarla una persona qualunque, il cui difetto più evidente, in questo contesto, è quello di possedere capacità cognitive a livello rettiliano.[/quote]

    Troppo buono. Ma sul serio hai scritto “livello [b]rettiliano[/b]”? Parli degli alieni di “Visitors”? Ma davvero davvero?

    [quote name=”IVAN”]Voglio solo porre l’attenzione su un fatto che, probabilmente, le è sfuggito: se si ritengono i vaccini capaci di proteggere dalla malattia, non si capisce perché aver paura della popolazione non vaccinata la quale, semmai, sarebbe l’unica a rischio.[/quote]

    Perché se per un motivo sensato (e con “sensato” intendo un motivo medico serio, tipo l’età oppure le condizioni di salute, e non fanfaluche ideologiche) una persona non può vaccinarsi, a proteggerla è l’immunità di gregge (che va a ramengo se la percentuale dei vaccinati non è abbastanza alta).

    [quote name=”IVAN”]Inoltre, un documento che arriva proprio da uno di quegli enti (entità?)[/quote]

    “Entità”? Allora quando parlavi dei rettiliani non era una battuta: ci credi davvero…

    [quote name=”IVAN”]che a lei piacciono così tanto[/quote]

    Non è questione di piacere, è questione di dimostrare. Ma immagino che se uno crede alle “entità” e/o ai “rettiliani”, possa credere a qualsiasi boiata…

    [quote name=”IVAN”](leggasi FDA, trova qui il link http://www.fda.gov/NewsEvents/Newsroom/PressAnnouncements/ucm376937.htm) parla esplicitamente del vaccino contro la pertosse somministrato negli Stati Uniti; viene fatto notare come uno studio scientifico (suona bene, vero? 😆 ) dimostri la validità del vaccino contro i sintomi della malattia ma come altrettanto non prevenga l’infezione. Significa, in parole povere, che a veicolare l’infezione non sono solo coloro che s’ammalano perché non vaccinati, bensì anche i vaccinati che potrebbero essere portatori sani.[/quote]

    In effetti “studio scientifico” suona molto meglio, e più serio, di “entità rettiliane”.
    Resta il fatto che in quel’articolo si confrontano due diverse tipologie di vaccino, proprio per capire quale possa essere la più efficace, perché e percome: per quello si chiama [b]ricerca[/b] scientifica, ben diversa da quello che viene svolto in questo sito.

    E già che ci siamo ricordiamo questa frase tratta dal tuo link: “Whooping cough can cause serious and sometimes life-threatening complications, permanent disability, and even death, especially in infants and young children” [traduzione: “La pertosse può causare complicazioni gravi e talvolta pericolose per la vita, invalidità permanente, e persino la morte, soprattutto nei neonati e nei bambini piccoli”].
    Alla faccia di quello spiritosone di Gianni “Highlander”, e pure di Montanari che ha fatto da spalla al suo siparietto tragicomico.

    [quote name=”IVAN”]Vale anche per altre malattie e relativi vaccinati? Non lo so, ma dovrebbe già essere sufficiente a far sorgere dubbi sulla validità della teoria della cosiddetta “immunità di gregge” – tanto cara a una certa vulgata – quantomeno per quel che concerne la pertosse…
    [/quote]

    Una persona intelligente che si rende conto di non sapere qualcosa, tace e ascolta chi ne sa di più.
    Al contrario un perfetto imbecille si fa bello dei propri dubbi, pensando che il socratico “so di non sapere” significhi “più mi dimostro ignorante più mi dimostro saggio” invece che “rendendomi conto dei miei limiti o taccio o mi sforzo di cercare risposte sensate e comprovate”.

    [quote name=”IVAN”]malattia riconosciuta pericolosissima! e maggiore causa di morti infantili, finanche più del vitello omogeneizzato… ma per piacere![/quote]

    Come già citato prima: “Whooping cough can cause serious and sometimes life-threatening complications, permanent disability, and even death, especially in infants and young children” [traduzione: “La pertosse può causare complicazioni gravi e talvolta pericolose per la vita, invalidità permanente, e persino la morte, soprattutto nei neonati e nei bambini piccoli”].
    Tu evidentemente non hai letto e/o capito un ciufolo di quello che hai con tanta sicumera linkato, molto probabilmente copincollando cavolate da qualche sito fuffico.

    [quote name=”IVAN”]
    Per quel che concerne l’abuso, reale o presunto, della libertà di parola, le faccio notare che anche lei ne sta godendo e non senza eccessi, sia nei toni che nei contenuti: si contenga, grazie.[/quote]

    [url=https://www.youtube.com/watch?v=k4e6x_LucIE]Prrrrrrrrrrrr[/url].
    E mi sono contenuto alla grande, considerato che quel galantuomo tollerante e liberale di Montanari mi ha bloccato il precedente account.

    [quote name=”Stefano Montanari”]
    Da qualche tempo un drappello di personaggi, tutti regolarmente anonimi, tutti regolarmente ignoranti, tutti regolrmente in malafede, sta tentando di coprirmi di fango. Il fatto è positivo perché evidentemente sto colpendo nel segno. E non parlo solo di vaccini.[/quote]

    Ossignur, che brutta cosa: ci sono dei cattivoni che osano, addirittura, contestare le sue affermazioni. Che gentaglia malfidata.
    Ma lei è così preparato a rispondere seriamente e precisamente, che invece di farlo li liquida come beoni/drogati/comari oppure li banna direttamente dal sito come ha fatto con me, giusto?

    Curioso il ragionamento secondo cui più sono le critiche ragionate ricevute, più si avrebbe ragione.
    Si tratta dello stesso sofisma che usano grandi “ricercatori indipendenti” e “giornalisti d’inchiesta” come Rosario Marcianò e Gianni Lannes, notoriamente suoi ammiratori e da lei professionalmente stimati: loro fissati con le “scie chimiche” che vedono ovunque, lei con le “nanoparticelle” egualmente onnipresenti, tutti quanti insieme appassionatamente a fare sparate infondate per turlupinare i poveri di spirito per soddisfare la propria fame di notorietà.

    RISPOSTA

    Vedo che è informatissimo. Con Lannes i rapporti sono pessimi e Marcianò ha minacciato di querelarmi perché ho detto pubblicamente che ciò che spaccia per scienza è un cumulo di bufale.
    Per il resto, aspetto i dati delle SUE ricerche oltre che il certificato del suo pediatra.

  • Acselio mannaro ha detto:

    Montanari, chi cerca di prendere in giro?
    [quote name=”Stefano Montanari”]Vedo che è informatissimo. Con Lannes i rapporti sono pessimi e Marcianò ha minacciato di querelarmi perché ho detto pubblicamente che ciò che spaccia per scienza è un cumulo di bufale.[/quote]

    Sul serio non ha capito l’ironia? Ma davvero davvero?

    Sul serio non ha capito che sapevo benissimo che lei stigmatizza sia Marcianò che Lannes per le cavolate che scrivono e per come le scrivono?

    Su serio non ha capito che ciò che intendevo è che lei, nonostante denigri quei due conclamati cialtroni, usi gli [b]stessi e identici[/b] loro argomenti e artifici retorici da ciarlatani (tipo “se mi danno ragione è perché ho ragione, se mi danno torto è perché ho ragione ma vogliono zittirmi”)?

    Sul serio non ha capito che il suo più grande problema è voler tenere il piede in due scarpe, cioè sia quella degli scienziati seri (che però non la considerano manco di striscio dato che non produce nessuno studio scientifico degno di tale nome), sia quella dei complottardi (che blandisce però facendo finta di no, solo perché loro le danno quel minimo di visibilità di cui il suo ego ipertrofico necessita, prostituendo così la sua onestà intellettuale per la sua vanità)?

    [quote name=”Stefano Montanari”]Per il resto, aspetto i dati delle SUE ricerche oltre che il certificato del suo pediatra.[/quote]

    Sta cercando di prendere per i fondelli me, o i suoi lettori abituali (che evidentemente considera dei poveri zimbelli da ciurlare a piacere)?

    Quando mai mi sono vantato di aver fatto delle [b]MIE[/b] ricerche?

    Io al massimo sostengo decenni di ricerche effettuate da migliaia di virologi ed epidemiologi, tutte quante esposte al giudizio dei loro colleghi, nelle riviste [i]peer reviewed[/i], pubblicamente consultabili.

    Qui l’unico che si vanta di aver fatto [b]PROPRIE e ORIGINALI[/b] ricerche a riguardo è Stefano Montanari, che però si guarda bene dal mostrarle, men che meno in riviste dove gli esperti in materia le possano esaminare ed eventualmente criticare con cognizione di causa.

    Montanari: vuoi davvero farti bello delle [b]TUE[/b] ricerche?
    Inizia a pubblicarle su riviste [i]peer reviewed[/i], sempre che te le accettino.
    Oppure smettila di vantarti del [b]NULLA[/b] dall’alto della tua megalomania, e solo da quella, cercando così di convincere delle anime semplici a rischiare la vita dei propri figli.

    Ché, al contrario di quello che [b]NON[/b] scrivi sul tuo blog (o su cui al massimo fai battute idiote nei commenti), di malattie infantili (come morbillo e pertosse) si può rimanere invalidi a vita, o addirittura morire.

    Dovresti solo vergognarti!

    O ancora meglio pagare le spese mediche (ben superiori a quelle di un vaccino) di chiunque si ammali seguendo i tuoi consigli scriteriati. Nonché prenderti un ergastolo per ogni poveraccio che crepa o rimane menomato a vita seguendo le [b]TUE[/b] raccomandazioni da pseudo-scienziato.

  • Acselio mannaro ha detto:

    Queste “risposte” mi erano sfuggite
    [quote][b]Riformulo la domanda — Laura 2015-10-21 20:03[/b]
    @stefanomontanari ha ragione. Però cambia solo una parola. Ci può mostrare le sue scoperte? Non basta scriverlo ma bisogna dimostrarlo. Grazie

    [b]RISPOSTA[/b]

    Invece di perdere tempo , perché non comincia a leggere i miei libri? Ce n’è uno recente pubblicato da Elsevier dopo essere passato attraverso vagli severissimi.[/quote]

    [quote][b]Ma — Laura 2015-10-23 14:43[/b]
    Non perdo tempo. Non può essere vero questo articolo perché non ci sono le prove. Se ce le ha, perché non le pubblica? Non è che tutti devono comprare il suo libro. Tutto qua

    [b]RISPOSTA[/b]

    Ma che cosa vuole da me? Mi sta prendendo in giro? Le prove sono pubblicate in una serie di articoli e nei libri scientifici che ho pubblicato insieme con mia moglie. Non può pensare che io venga a casa sua perché a lei scoccia leggere e pretende che venga io a soddisfare le sue curiosità. Se non vuole seprararsi da qualche Euro per comprare il libro, se lo faccia prestare e non mi secchi più con le sue stramberie.[/quote]

    La domanda sorge spontanea: Stefano Montanari si dà così tanto da fare proponendosi come paladino antisistema (rigorosamente senza portare prove oggettive ma solo proclami ideologici contro Big Pharma) per cercare visibilità personale e per vendere i suoi libri, oppure per informare seriamente le persone sul tema?

    L’unico libro pubblicato a nome Montanari da Elsevier è [url=http://store.elsevier.com/product.jsp?isbn=9780128012154]questo[/url], ma dall’abstact non si vedono riferimenti ai vaccini

    Facciamo così: i quasi 90 euro che costa l’unico sforzo letterario firmato Montanari (libro e non articolo [i]peer review[/i], cose ben diverse) e pure come secondo autore (la moglie è piena di titoli, lui compare solo come “Director, Nanodiagnostics Srl”, in pratica un mero tecnico di laboratorio che col cavolo sarebbe apparso come autore del libro se non fosse stato anche il marito della Gatti, la vera ricercatrice scientifica) li pago io, e poi divulgo la sua [b]sinora presunta[/b] grandiosa scoperta gratis qui e su tutto il web.
    A patto che Montanari dica a tutti noi dove di preciso in quel libro si [b]DIMOSTRA[/b] la supposta pericolosità dei vaccini, intesa nel senso scientifico del termine e cioè che i vaccini abbiano effetti collaterali (inevitabili e già illustrati da altri, nonché presenti nei bugiardini) superiori ai loro effetti benefici (dimostrati da decenni di studi a riguardo e illustrati sulle suddette riviste [i]peer review[/i] che stranamente Montanari rifugge come la peste).

  • Laura Gia ha detto:

    Importante
    Ho letto il suo libro come mi ha consigliato, ma non ho trovato nessun dato scientifico che dimostri che i vaccini contengano nanoparticelle. Ho anche chiesto ad un dottore e ad un chimico e mi hanno risposto che sono tutte chiacchiere. Non so mi dica lei..

    RISPOSTA

    Sarebbe interessante incontrare il “dottore” (in che?) e il chimico (che c’entra con i vaccini?). Chissà che cosa direbbero se, invece di dimostrare la spocchia e l’ignoranza che hanno dimostrato con quella risposta, vedessero ciò che si vede al microscopio elettronico. Magari le direbbero che quelle immagini sono cartoni animati. Tra un paio di settimane uscirà un altro libro che ho scritto con mia moglie specificamente solo sui vaccini. Costerà pochissimo e potrà regalarne una copia ai due bizzarri personaggi che si permettono di pontificare su argomenti che non conoscono.

  • Laura Gia ha detto:


    E su questo libro ci sono prove scientifiche?

    RISPOSTA

    Cara signora, legga il libro che ho pubblicato insieme con mia moglie qualche mese fa per Academic Press Elsevier e giudichi lei. Sappia che il testo è passato attraverso un setaccio a maglie molto strette composto da scienziati ma questo non significa che non possa essere criticato. In America esiste una società “scientifica” che sostiene la piattezza della Terra e un imam ha affermato che la Terra non gira su se stessa perché, se lo facesse, gli aerei non potrebbero mai raggiungere la loro meta, sfuggente come la meta sarebbe.Comunque sia, di tutto ciò che scrivo ci sono le prove scientifiche e queste non sono raccattate su Internet come fanno i nostri luminari ma frutto delle ricerche di mia moglie e mie, proprio come si fa in campo scientifico. Quello vero, intendo.Dal canto mio ho sempre trovato divertente il fatto che si neghi l’evidenza fino a che l’evidenza, in un modo o nell’altro, non viene a fare comodo. Allora si trova qualche università che “scopre” ciò che noi avevamo scoperto un po’ di anni prima.

Lascia un Commento