Categoria

Blog

IPPOCRATE

Di | Archivio, Blog | Non ci sono commenti |

Cari amici medici,  Magari qualcuno di voi se l’è scordato. Magari qualcuno non sa neppure di averlo prestato, ma il cosiddetto Giuramento d’Ippocrate esiste ed è l’ossatura etica della vostra professione e voi tutti, laureandovi, vi siete impegnati a non tradirla. Non solo della vostra professione si tratta, in verità, ma di quella di tutti coloro che si occupano di salute. Da qualche parte di questa formula c’è il binomio “scienza-coscienza” secondo cui voi dovreste regolare la vostra vita, almeno quella professionale. Ora, è noto, o dovrebbe esserlo, che la…

Leggi di più

Politici e salute: un amore impossibile?

Di | Archivio, Blog | Non ci sono commenti |

Lee Scott, amministratore delegato Wal-Mart, ha illustrato le ambizioni delle nuove minicliniche al Congresso mondiale sulla sanità a Washington: creare nuove opportunità di business in un mercato in crescita, quello sanitario, e allo stesso tempo offrire alle comunità locali la necessaria assistenza capillare, a basso costo e di qualità.  E' una triste verità. A parte qualche raro esemplare in via di estinzione, i politici e la salute non sono mai andati d'accordo e per almeno due motivi: interessi e ignoranza. Già separatamente i due concetti creano disastri enormi, se poi…

Leggi di più

l’on. Carlucci e la forza (Italia) dell’ignoranza

Di | Archivio, Blog | Non ci sono commenti |

Ero a Canosa di Puglia giovedì sera insieme con Elio Veltri ed Oliviero Beha: volevamo dare una mano a Maria Teresa Di Luiso che si candida a sindaco. A poche centinaia di metri, un’altra manifestazione del tutto analoga ma di altre tendenze e di altre proporzioni. Là, a suon di inno di Mameli, si sosteneva la riconferma del sindaco uscente, un sindaco festaiolo, tanto pittoresco che varrebbe almeno due stelle nella guida Michelin, un sindaco concreto che non fa discorsi “magogici”, per usare parole sue. Noi non avevamo capito niente….

Leggi di più

Ma chi siamo noi, Babbo Natale?

Di | Archivio, Blog | Non ci sono commenti |

“Gli inceneritori, o termovalorizzatori, sono finanziati in Italia con soldi pubblici in quanto equiparati alle energie rinnovabili [7% bolletta Enel n.d.r]. Senza i contributi pubblici gli inceneritori non potrebbero esistere. Meritano questo investimento? La risposta che mi sono dato è del tutto negativa. La costruzione degli inceneritori nasce da due fattori: scarsa informazione e comportamento sociale sbagliato. La scarsa informazione porta a pensare che gli inceneritori siano una soluzione all’avanguardia, che siano necessari e che, in ogni caso, rappresentino il male minore.Gli inceneritori non sono una soluzione innovativa, è vero…

Leggi di più

CARICA!

Di | Archivio, Blog | Non ci sono commenti |

Ormai siamo alla violenza fine a se stessa.  Chi governa non ha nemmeno più il pudore di nascondere una mancanza di democrazia che ormai non stupisce più nessuno ma che fa aumentare la rabbia e la delusione dei cittadini. Lo abbiamo visto a Genova in occasione del G8, in Val di Susa per la Tav, a Vicenza per l'ampliamento della base militare e lo vediamo oggi a Serre, nel Salernitano, con le cariche della polizia ai cittadini che (disarmati) manifestano perché non vogliono una discarica sotto casa. Ma come si…

Leggi di più

Inquinare conviene

Di | Archivio, Blog | Non ci sono commenti |

L’inquinamento ha mille risvolti e non tutti negativi. Dipende dai punti di vista, naturalmente. La mafia, per esempio, ci fa soldi a palate maneggiando i rifiuti, e i nostri politici si sono resi utili allestendo leggi che, anche se con la legittimità non hanno nulla a che fare (legalità e legittimità sono tutt’altro che sinonimi), hanno dato una mano a qualche affarista non troppo schizzinoso su ciò che ha odore di morale, facendogli finire sotto il materasso qualche milione di Euro che, moltiplicato per il numero di partecipanti al giochetto,…

Leggi di più

L’inceneritore è TOZZICO

Di | Archivio, Blog | Non ci sono commenti |

Ci sono guerre che si vincono uccidendo quanti più nemici si può e ce ne sono altre, più raffinate, se volete, che si vincono modificando i campi di battaglia. Mi spiego: se io dico che incenerire i rifiuti produce un inquinamento quanto mai insidioso e dall’altra parte c’è qualcuno che sostiene il contrario, la vittoria nella contesa si giocherà dentro i cervelli della gente. Io, che non ambisco ammalarmi di qualche malattia un po’ ripugnante contratta in un ambiente devastato, né voglio che sorte simile, ma peggiore, tocchi ai miei…

Leggi di più

Dal clima di Zichichi al basilico di Veronesi

Di | Archivio, Blog | Non ci sono commenti |

  La notizia secondo cui l’Italia è stata declassata da House of Freedom, l’associazione statunitense fondata dalla moglie di Franklin Delano Roosevelt, a “paese semilibero” per quanto riguarda la libertà d’informazione è stata abbondantemente censurata. Del resto, se non lo fosse stata, il declassamento non avrebbe avuto motivo di essere. Bene, per libertà d'informazione, noi siamo al 79° posto, subito sotto la Bulgaria e subito sopra la Mongolia. Aggiungiamo a questo che, sempre a giudizio della stessa associazione, noi siamo 83° per quanto riguarda il rispetto per l’ambiente, con la…

Leggi di più

Montezemolo, la Chiesa, e la siccità

Di | Archivio, Blog | Non ci sono commenti |

                                                                                                 Il “Corriere della Sera” di oggi ospita due interventi, uno di Montezemolo sulla siccità “che può far chiudere le fabbriche”, l’altro del cardinale Martino sull’emergenza ambiente, che, con enorme sprezzo del ridicolo, si accreditano quali difensori dell’ambiente e del “creato”, mentre fino ad oggi le loro organizzazioni, rispettivamente gli industriali e la Chiesa, si sono opposte strenuamente a livello planetario a qualunque limite alle emissioni del sistema industriale e dei trasporti (che è responsabile dell’80% dei gas serra), e a qualunque iniziativa di contenimento delle nascite, che è probabilmente…

Leggi di più

La verità in fumo

Di | Archivio, Blog | Non ci sono commenti |

A ridosso della fiera di Treviso, in un’area densamente abitata, va in fiamme la De Longhi e il giorno dopo, a pochissimi chilometri di distanza, la stessa sorte tocca ad una ditta di gommapiuma. I sistemi di sicurezza antincendio? Evidentemente non funzionano o, almeno, se lo fanno non sono programmati come si deve. Chi controlla questi sistemi? Forse nessuno, eppure gli organi preposti ci sono. Quei sistemi sono lì perché così chiede la legge, ma, poi, che importa se funzionano o no? E poi, perché due incendi così simili in…

Leggi di più