Blog

Cara dottoressa

Cara dottoressa anonima,

Al ritorno da un viaggio di lavoro ho trovato la sua missiva, missiva che non si discosta da non poche di cui suoi colleghi altrettanto anonimi sono autori.

Riassumo in poche parole il lunghissimo testo per chi avrà la pazienza di leggere ciò che le scrivo. L’anonima dottoressa è mamma di una bambina che ha avuto qualche piccolo problema con la prima raffica di vaccinazioni e ora, nell’imminenza dei richiami, pare non ci sia tanta tranquillità. Così la mamma dottoressa chiede a me come fare a sottrarsi a quelle ulteriori somministrazioni.

Ora, gentilissima dottoressa, io non dubito che lei si renda conto della bizzarria della sua richiesta. Per prima cosa esiste una legge in proposito e nessuno può chiedere a me a quali espedienti ricorrere per delinquere, vale a dire per evitare il trattamento sanitario obbligatorio di regime. A parte tutto, io non conosco altro espediente se non quello cui pare ricorrano alcuni suoi colleghi: le certificazioni false.

In secondo luogo, appare evidente che lei si rende conto di quali sono i problemi sanitari legati ai vaccini e io non posso non interrogarmi in proposito domandandomi se lei abbia mai vaccinato bambini altrui. E, allora, mi domando se lei, da medico informato sui fatti, abbia mai mosso un dito per consentire a quei bambini di non essere inoculati. E mi domando ancora se lei si sia mai rivolta all’Ordine dei Medici della sua città (quale?) perché le illustrino la posizione tenuta, una posizione che trasforma i medici in scimpanzé con il mitra, come li definì in un incontro personale un avvocato americano.

Vede, gentilissima dottoressa e mamma, non sono soltanto le persone di grande cultura come indubbiamente è lei a provare dolore: anche la pecora del gregge decerebrato, quando è colta nella carne, ne sente lo strazio esattamente come è per lei.

Io non so se sia o non sia un’aggravante, ma messaggi tutto sommato sullo stampo del suo ne ricevo almeno un paio la settimana. Di fronte a tutti cerco di resistere alla tentazione di rispondere come dovrei. A lei dico solo che la sua bambina è fortunata ad avere una mamma che tenta di proteggerla dando in cambio la propria dignità. D’altro canto le dico che la sua bambina ha l’immensa sfortuna di avere una madre vigliaccamente criminale.

A questo aggiungo che quello del medico non è “un mestiere come un altro.” I medici non sono scienziati e solo i ciarlatani pretendono di esserlo. I medici sono molto di più. I medici – quelli veri, intendo – sono Uomini che conoscono la scienza, che la applicano senza compromessi, che sono onesti e coraggiosi senza eccezioni possibili così come da Giuramento d’Ippocrate. Si guardi allo specchio, controlli i suoi requisiti e valuti se fare il medico era davvero la sua vocazione e se ne ha la dignità.

Da ultimo, mi lasci dire che tutta l’adulazione che lei ha riversato nelle sue ultime righe mi ha disgustato.

Un abbraccio da nonno alla sua bambina e un saluto con tanta pena per lei,

dott. Stefano Montanari

Articolo successivo

Lascia una recensione

30 Commenti on "Cara dottoressa"

  Subscribe  
Notificami

Questo è un bel esempio… finché lo fai ad altri chi se ne importa ma quando tocca a te…. ma ciò che noi facciamo agli altri lo facciamo a noi stessi, questo lo chiamerei karma immediato come un boomerang si è riversato su questa dottoressa…

Gentile dottor Montanari, la coeranza e il coraggio delle proprie idee pare patrimonio di poche persone. La maggioranza preferisce non porsi domande e cullarsi nelle certezze spacciate da un’informazione sempre più servile. Salvo poi svegliarsi ma non completamente non appena le situazioni negative accadono a loro o ai loro cari. Quando dico non svegliarsi completamente significa che cercano la scappatoia per loro ma non sono ancora interessati al loro prossimo. Una condizione ancora più miserrima della precedente in cui sguazzavano. E’ facile che simili persone siano disposte a barattare i più importanti principi morali per “trenta denari” soprattutto perché non… Leggi il resto »
Dott. Montanari, non capisco proprio perché lei dovrebbe conoscere meglio di chiunque altro il sistema di evitare i vaccini obbligatori. La dottoressa in questione a me sembra nella media della sua categoria quanto a etica e intelligenza. Per evitare i vaccini della Lorenzin basta non farli, visto che dopo 2 anni di annunci sempre più altisonanti le sanzioni previste in parte (multe) non sono mai state applicate e in parte (divieto di accesso agli asili) sono state applicate molto blandamente. Il futuro è ignoto ma ad oggi la situazione è questa. Il vero problema di questa dottoressa credo stia nel… Leggi il resto »
C’è un’altra possibilità relativamente alla dottoressa che chiede consigli al dottor Montanari: che sia tutta una balla per provocare qualche risposta non accettabile, e che effettivamente non c’è stata. Come mai un medico dovrebbe chiedere a Montanari dei consigli sul come svicolare dalla durezza della legge senza invece rivolgersi ad un principe del Foro ? Dovrei credere ad una professionista della medicina che si rivolge ad un professionista della ricerca per avere un consiglio che solo un professionista della legge può dare ? C’è qualcosa che non gira per il verso giusto. Dopo due anni di battaglie, dove la classe… Leggi il resto »

Ho pensato anch’io a una simile possibilità, considerato che sotto l’anonimità del Web può nascondersi di tutto. Anzi, sicuramente parte delle missive che arrivano al dott. Montanari credo siano in definitiva opera di troll o di malintenzionati.

Del resto non mi meraviglierei nemmeno della effettiva genuinità della missiva.

Ultime novità all’orizzonte sull’obbligo vaccinale (interessanti i commenti sotto all’articolo):
https://www.quotidianosanita.it/governo-e-parlamento/articolo.php?articolo_id=74941

A me, caro paride, sembra solo un palliativo che rende la toppa peggio del buco. Ma con quale faccia se non quella come il cu.. (finisce per lo) si propone di togliere l’obbligo vaccinale per l’ingresso a nidi e scuole dell’infanzia mantenendo però le sanzioni? Chi se le potrà permettere se ne fregherà bellamente e avrà risolto il problema, ma a chi non potrà pagarle questi imbecilli al governo cosa gli riserveranno? Si rendono conto che stanno continuando a pestare la Costituzione violando uno dei diritti fondamentali come l’uguaglianza dei cittadini di fronte alle legge discriminandoli in base al censo?… Leggi il resto »
Caro Dantes, le sanzioni economiche (multe, da poche centinaia di euro) sono in vigore da 2 anni, non sono mai state sospese eppure di fatto nessuno le ha viste. Il problema delle multe è che dovrebbero essere mandate a una grossa fetta delle famiglie che hanno un figlio soggetto all’obbligo lorenziniano, perché le punture da fare per essere sempre in regola sono varie e molti non le fanno tutte. Quindi vorrebbe dire mettersi contro una bella fetta di elettori e di questi tempi, con elezioni sempre all’orizzonte, non conviene. Poi secondo me c’è un’altro problema: la caserma dei vaccini tratteggiata… Leggi il resto »

Una bambina muore dopo una vaccinazione e la Grillo manda gli ispettori, che sorpresa:
https://www.ilmessaggero.it/italia/vaccino_esavalente_bimba_muore_ministro_invia_ispettori_melfi_inchiesta_procura-4037147.html?fbclid=IwAR3HYwuZWD5-m1XLXvSFeFaX45iiMbnFN89vPxGQ0bKLsCQBO4u44A2vtc4
Curiosamente l’articolo di giornale (uno dei tanti giornali che sui vaccini ha sempre cantato nel coro) non dice che il vaccino non c’entra nulla ma ipotizza proprio il contrario. Sarà il nuovo clima post europee?

Intanto che l’anonima dottoressa (reale o fittizia che sia) si preoccupa per come far evitare la vaccinanzione al proprio caro pargolo, un vero dottore (degno di essere definito tale) , Roberto Petrella, viene radiato dall’albo, sembra per le sue “posizioni critiche” sul Gardasil… «Ancora una volta, una decisione politica. Non sono servite a nulla le memorie difensive, le testimonianze di tutte le pazienti che il Dr. Petrella ha aiutato. Il dis-ordine dei medici ne combina un’altra. Ente privato che ormai si è arrogato il diritto di scegliere chi va bene e chi no; quando verrà abolito?» http://www.medicinapiccoledosi.it/vaccini/ancora-radiazione-oggi-roberto-petrella/ «Aspetto le motivazioni… Leggi il resto »